VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

leggi tutto DXsorgepalace

 

Comitato caro bollette: “Per la Tarsu la gente pronta a protestare”

MUSSOMELI – Il giorno dopo l’annuncio ufficiale da parte del sindaco che ha di fatto detto no alla riduzione della Tarsu attraverso le variazioni al Bilancio, non poteva mancare il parere del comitato contro il caro-bollette e protagonista negli ultimi mesi di una battaglia contro l’innalzamento dei tributi. Se da un lato Giacinto Savatteri e Calogero Castiglione, rispettivamente presidente e vice presidente del comitato, spiegano di non avere ancora deciso la piattaforma di proteste da adottare, dall’altro però non si esimono dal manifestare le preoccupazioni dei mussomelesi. “Ci sentiamo pressati dai cittadini- spiega in particolare il presidente Savatteri- i quali non fanno altro che esprimere il loro malcontento soprattutto alla luce delle promesse fatte dal sindaco e dai consiglieri di ridurre la Tarsu”. Per tale motivo Savatteri, tenendo in mano il termometro della situazione, rende nota qual è la richiesta più pressante che arriva direttamente dalla gente. “I cittadini sono così delusi che mi hanno chiesto di scendere in piazza. Vorrebbero dare vita ad una manifestazione, ma la cosa più preoccupante è che in tanti vorrebbero ridare indietro i certificati elettorali se non proprio bruciarli in un grande falò. Questo dà la misura di un malcontento generale che sta conquistando l’intero paese”. Savatteri intanto alle preoccupazioni degli abitanti aggiunge pure le sue: “Dispiace leggere sui giornali che il sindaco non ha potuto ridurre la tassa come invece aveva promesso il mese scorso”. Per questo fine settimana si terrà un importante assemblea del comitato per decidere le linee guida di una protesta certa. Intanto il sindaco Gigi Mancuso, nei giorni in cui il Comune rischia parecchio a causa dei malandati conti, ha voluto incontrare tutti i dipendenti comunali. In una riunione tenutasi nell’aula consiliare mercoledì, il primo cittadino ha chiesto agli impiegati una maggiore collaborazione. “So che da parte vostra non è mai mancata- ha spiegato alla platea di dipendenti- ma adesso, alla luce della crisi, vi prego un nuovo sforzo ed una maggiore collaborazione per rilanciare l’attività della macchina comunale”. L’invito del sindaco è stato accolto positivamente dalla maggiore parte dei lavoratori del Palazzo di città. ed intanto, attraverso una lettera indirizzata al sindaco Gigi Mancuso, il comitato sottolinea l’illegittimità del pagamento della tassa sui garage. “La commissione tributaria provinciale con la sentenza n. 35 del 2008- spiegano Giacinto Savatteri e Calogero Castiglione- ha dichiarato illegittimi ed annullabili gli avvisi di accertamento per la tassa dei rifiuti, in quanto prevedono la tassazione del garage, che di fatto per la legge è invece esente. La commissione tributaria provinciale ha affermato l’inidoneità del garage alla produzione dei rifiuti in conseguenza dell’articolo 62 del decreto legislativo 507 del 1993, il quale prevede che non possano essere soggetti alla tassa i locali e le aree che non possono produrre rifiuti o per la loro natura o per il particolare uso cui sono destinati”. Da qui la richiesta nei confronti del primo cittadino: “Invitiamo a provvedere ad escludere dall’applicazione dalla tassa gli immobili destinati a garage per evitare un enorme contenzioso con i cittadini, che potrebbero chiedere l’annullamento delle relative cartelle alla commissione tributaria provinciale”.

leggi tutto sotto sinistra

 

di

- che ha scritto 7049 articoli su Castello Incantato.


867 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com