VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

leggi tutto DXsorgepalace

 

Federico annuncia: “Entro luglio la Sp23 aperta”

MUSSOMELI – “La Sp 23 riaprirà entro luglio”. Parola di Pino Federico, presidente della Provincia di Caltanissetta. Attraverso questa dichiarazione, il parlamentare del Movimento per l’autonomia rompe il silenzio della Giunta provinciale sulle sorti della strada che collega Mussomeli al suo capoluogo. I suoi ultimi interventi ufficiali risalgono all’inizio dell’anno, quando aveva promesso il taglio del nastro per febbraio. Poi arrivarono le piogge, e il cantiere in contrada Cappello d’Acciaio- dove attualmente si sta tentando di costruire un ponte e che ha di fatto decretato la chiusura del passaggio- era stato sospeso a causa dei problemi di sicurezza. Ma ai pendolari la faccenda ha interessato e continua ad interessere ancora. E la domanda che ci si pone da tempo è sempre la stessa: quando finirà l’odissea quotidiana affrontata da chi è costretto a percorrere i tornanti di Mappa? “Prima di luglio la Sp 23 verrà riaperta al transito” è l’ultimo annuncio. Federico non solo fornisce una data, ma tesse le lodi all’impresa aggiudicataria dei lavori. “E’ giusto riconoscere l’impegno e la serietà dell’impresa. Ha lavorato persino nei giorni sotto le festività natalizie ed ha dovuto fare i conti con le forti piogge. Ma, come tutti possono notare, gli operai stanno facendo i salti mortali. Ricordiamoci che la data fissata per la consegna dei lavori rimane ancorata al mese di novembre. Rispetto a questo però, l’impresa completerà l’intervento con diversi mesi di anticipo”. Federico perciò comprende le ragioni dei ritardi e assolve il lavoro della società edile. E le dichiarazioni sulla riapertura della “Sp 23”, diventano il pretesto per un nuovo annuncio: “Nelle prossime settimane verrà avviato l’iter per portare in gara la realizzazione della Cordovese- Fondo Valle. Speriamo di indire il bando di gara a fine giugno. Entro la fine dell’estate comunque l’iter verrà completato”. Questo significa che già in autunno le ruspe potrebbero entrare in azione nella scorciatoia, adesso ad uso di greggi in pascolo e trattori, ma che in futuro potrebbe significare la panacea dei guai viari. Secondo delle stime di qualche anno fa, utilizzando il percorso alternativo si potrebbero impiegare meno di 10 minuti per raggiungere Fondo Valle da Mussomeli. Chilometri di curve tagliate; una “cesoia” costosa ma assolutamente indispensabile. Un espediente meno pericoloso del passo di Torretta, un sentiero che taglia un fiume, e chi lo percorre è costretto a guadare il torrente.

leggi tutto sotto sinistra

 

di

- che ha scritto 463 articoli su Castello Incantato.


1.752 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com