VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | aprile, 2010

 

Mobilitazione contro Piano paesaggistico

Mobilitazione contro Piano paesaggistico

CALTANISSETTA-Una mobilitazione generale dei Comuni del territorio culminante in una manifestazione da tenersi il prossimo 6 maggio a Palermo dinanzi la sede dell’Assessorato regionale ai Beni culturali e ambientali per chiedere la sospensione del Piano paesaggistico provinciale, con la partecipazione dei sindaci e dei consigli comunali con i rispettivi gonfaloni, dei rappresentanti della Provincia, degli ordini professionali, e di delegazioni delle popolazioni interessate. E’ quanto deciso al termine dell’incontro svoltosi nell’aula consiliare della Provincia, indetto dall’assessore al territorio e ambiente Franco Giudice e al quale erano appunto invitati i sindaci, i presidenti dei consigli comunali, gli ordini professionali e i comitati spontanei sorti contro il Piano paesaggistico elaborato dalla Soprintendenza di Caltanissetta, per concordare un’azione sinergica finalizzata a bloccare uno strumento che, a detta di tutti, per la tipologia di vincoli che impone, minaccia pesantemente lo sviluppo e l’economia di gran parte dei comuni. Si è, così, concordemente decisa la mobilitazione dopo che in aula sono state per l’ennesima volta ribadite le problematiche innescate dall’adozione di tale Piano. Giudice, in apertura, ha anche ricordato il recente incontro avuto con l’assessore regionale Armao che, pur invitando i Comuni a fare nuove osservazioni, ha di fatto rigettato ogni ipotesi di sospensione del Piano, contro il quale già vari Comuni nisseni hanno fatto ricorso al Tar: e dato che per il 10 maggio si attende la sentenza, anche per dare un segnale nei confronti dello stesso Tar, ecco decisa per il 6 maggio questa imponente manifestazione. Numerosi gli interventi in aula, a cominciare dal sindaco di Sutera Gero Difrancesco che ha proposto la manifestazione a Palermo: sia lui, che altri, hanno comunque biasimato l’assenza su tutta questa problematica della deputazione nazionale e regionale, mentre la politica – s’è detto – avrebbe invece dovuto giocare un ruolo determinante. Stefano Alletto, presidente dell’Ordine degli architetti, ha parlato di Piano che si limita a prescrivere solo quello che non si può fare, la cui applicazione avrebbe cadute nefaste sull’economia del territorio, con i Comuni costretti dal canto loro ad adeguare i propri piani regolatori con tutto quello che ne conseguirebbe.  L’assessore Giudice, nell’annunciare che anche la Provincia farà formalmente osservazioni e opposizione al Piano, nel condividere l’iniziativa della manifestazione, ha fatto un appello affinché la partecipazione alla stessa sia quanto più massiccia possibile, invitando in tal senso la popolazione di ciascun comune, tramite proprie delegazioni. Appuntamento per tutti, dunque, il 6 maggio alle ore 10,30 in via delle Croci a Palermo, sede dell’Assessorato regionale guidato da Armao, per un “no” corale al Piano paesaggistico e per chiederne di conseguenza la sospensione.

1.019 Letture

 

 

Scritto in Cultura, PoliticaComments (0)

 

In casa Udc Maira dipana ogni dubbio: “Pasquale Mistretta  è il nostro candidato a sindaco di Mussomeli”.

In casa Udc Maira dipana ogni dubbio: “Pasquale Mistretta è il nostro candidato a sindaco di Mussomeli”.

MUSSOMELI- E’ Pasquale Mistretta il candidato  dell’UDC  a sindaco di Mussomeli. L’annuncio è stato dato oggi, in anteprima al nostro giornale,  dal coordinamento provinciale che con un comunicato, a firma dell’Onorevole Rudy Maira e indirizzato alla nostra redazione,   pone fine  alla travagliata  querelle  “aspirante  sindaco” dell’Unione di Centro.  “I responsabili dell’Udc di Mussomeli – scrive il  capogruppo – in un primo momento  avevano pensato di coinvolgere un esponente della società civile nel prossimo impegno per l’elezione del Sindaco. Le enormi difficoltà finanziarie del Comune – prosegue – hanno alla fine convinto i rappresentanti locali dell’Udc della necessità, nell’interesse dei cittadini di Mussomeli, che la competizione elettorale e si spera l’Amministrazione della città  coinvolga l’impegno di chi ha acquisito nel tempo positiva esperienza politica ed amministrativa. La scelta è concordemente caduta sull’amico Pasquale Mistretta. La decisione degli esponenti  Udc di Mussomeli– conclude il deputato regionale-  ha trovato la condivisione del segretario provinciale Rudy Maira che ha  comunicato la nomina di un direttorio che comporrà la lista dei candidati al Consiglio comunale, predisporrà il programma e guiderà la competizione elettorale”. Ora  l’attenzione è spostata tutta sul PDL. Bisognerà capire se Pasquale Mistretta godrà del sostegno degli uomini di Pagano o se quest’ultimi, rompendo quello che qualcuno tempo addietro ha definito il “patto di ferro”, alla fine volteranno le spalle all’Udc per appoggiare l’ex sindaco  Gero Valenza.

1.939 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Video-Tavola Rotonda “Consumo di alcool e droga: Informare per Prevenire”

Video-Tavola Rotonda “Consumo di alcool e droga: Informare per Prevenire”

Tavola Rotonda
“Consumo di alcool e droga: Informare per Prevenire”

II ISTITUTO COMPRENSIVO  STATALE“PAOLO EMILIANI GIUDICI”

Mussomeli 27 Aprile 2010

1.138 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Una delegazione di sostenitori di Calà dalla commissaria Mistretta per discutere sulla situazione economica del Comune

Una delegazione di sostenitori di Calà dalla commissaria Mistretta per discutere sulla situazione economica del Comune

MUSSOMELI – I rappresentanti  degli schieramenti che nelle prossime elezioni comunali sosterranno la candidatura a sindaco di Salvatore Calà hannno incontrato,  martedì pomeriggio,  la Commissaria straordinaria Maria Mistretta  accompagnata dal suo consulente, l’avvocato Sirna . La delegazione,  guidata  dall’Onorevole Salvatore Cardinale, era composta dai rappresentanti dei Partiti e Movimenti: “Democratici per Mussomeli”, “Movimento per Mussomeli”, MPA e PDL SICILIA . “Particolare attenzione – fanno sapere i partecipanti –è stata posta sulla consistenza della situazione debitoria del Comune e sulla possibilità, cosa da tutti auspicata, che si possa evitare il dissesto finanziario che di certo avrebbe notevoli ripercussioni negative sulle attività amministrative dei prossimi anni. Nessuno dei presenti – proseguono – ha negato le grandissime difficoltà che si incontreranno nei prossimi mesi e tuttavia tutti hanno espresso un vivo apprezzamento nei confronti della commissaria Mistretta, del suo consulente Sirna e dei dipendenti comunali per l’opera sin qui svolta.” Al  termine dell’incontro tutti i rappresentanti dei Partiti e dei Movimenti presenti hanno ribadito  “l’esigenza e la ferma volontà di affrontare insieme la competizione elettorale prossima per dare a Mussomeli un ‘Amministrazione Comunale forte e capace di affrontare un’emergenza amministrativa di non facile soluzione”.  La delegazione ha, inoltre, sottolineato “ la necessità di dare spessore a una politica che accantoni l’interesse di parte che spesso provoca spaccature dannose alla comunità e privilegi invece gli impegni unitari che rendono più vigorosa l’azione amministrativa”. Intato è prevista per lunedì pomeriggio una conferenza stampa  della compagine politica del centrosinistra per la presentazione di liste e  candidati, a sindaco e a consigliere comunale.

1.566 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Milena: Fisarmoniche per la serenata di Maria Josè

Milena: Fisarmoniche per la serenata di Maria Josè

MILENA-Sposa bagnata…sposa fortunata, ancor più quando il temuto temporale fa capolino sin dal pomeriggio della serenata alla propria innamorata. Notte romantica dunque, per Milena, quella che si è consumata ieri sera all’insegna di una tradizione che nonostante l’indifferenza dei tempi moderni, ancora oggi, vuol riemergere sbandierando i buoni sentimenti. Torna in auge nel “paese delle robbe” come nel resto del Vallone la tradizionale serenata. Un’ usanza che nel tempo, purtroppo,  si era persa e con essa la poesia  del rituale del corteggiamento. Ciò che non poteva esser detto direttamente alla donna amata, lo si cantava usando, il tramite della serenata. Non vi era innamorato nel Vallone, che non recasse serenate dietro le porte della propria morosa.  A volte l’esecutore di questo tipo di canto non era l’innamorato, bensì un altro personaggio inviato dallo stesso,  ovverosia il “mandatario”. Oggi i giovani, nel tentativo di rispolverare le antiche tradizioni, si affidano e affidano i loro sentimenti a musicisti, che a nome loro, portano il lieto messaggio d’amore. Nel caso della serenata a Maria Josè Nalbone, lo sposo Carmelo ha affidato il proprio messaggio d’amore al cantore Salvatore Scozzaro accompagnato da ben due fisarmoniche . La voce di Scozzaro ha allietato ed emozionato i presenti,  e dato il via a questo nuovo amore, pronto a schiudersi come un bocciolo al primo raggio di sole.  ”. Atmosfere uniche, dunque,  ricche di tradizionalità, per un momento unico nella vita dei due giovani a cui vanno i migliori auguri di un buon e fortunato inizio di vita coniugale.

  

 

2.101 Letture

 

 

Scritto in SocietàComments (0)

 

Investito il dottore  Mario Ricotta

Investito il dottore Mario Ricotta

MUSSOMELI – Mario Ricotta, noto scrittore e drammaturgo, nonché affermato medico, è stato vittima sabato notte di un brutto incidente stradale. Ricotta, per cause da accertare, è stato investito da una vettura. Il medico è stato subito soccorso e portato all’ospedale del capoluogo, il “Sant’Elia”, dove è attualmente ricoverato nel reparto di Ortopedia. Per fortuna non è in gravi condizioni, anche se i medici, per via di una brutta frattura all’anca, hanno deciso di operarlo. Intervento chirurgico a cui il medico- scrittore verrà sottoposto nella giornata di oggi. Nelle prossime ore il quadro clinico del paziente dovrebbe essere più chiaro, anche se- si apprende- le sue condizioni sono in netto miglioramento e comunque non destano particolari preoccupazioni. Fra un paio di settimane il drammaturgo sarebbe dovuto partire alla volta di Roma per la presentazione del suo ultimo libro, “Gioco estremo”, e che racconta il dramma della bulimia. Incontro culturale che potrebbe a questo punto essere annullato per via delle sue condizioni di salute.

2.830 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Acquaviva Platani, rivenuta  parte della armi trafugate domenica scorsa

Acquaviva Platani, rivenuta parte della armi trafugate domenica scorsa

Acquaviva Platani –Iniziano a dare  i primi frutti le   accurate indagini svolte dai Carabinieri della compagnia di Mussomeli per dare un volto ai malviventi e ritrovare le armi rubate domenica scorsa ad Acquaviva.  Nel tardo pomeriggio di ieri,infatti,  sempre in contrada Gorgazzi di Acquaviva Platani, in un’area poco distante dalla casa di S.S.,  41enne originario di Mussomeli, in cui, il 25 aprile,  era stato commesso il furto, i Carabinieri hanno rinvenuto l’armadio metallico asportato dalla camera da letto, divelto e rotto (aperto tramite forzatura dell’anta), il fucile semiautomatico marca franchi calibro 12 rubato, le 100  cartucce calibro 357 magnum e 50 cartucce calibro 22 anch’esse oggetto di furto; l’armamento ritrovato è al vaglio degli investigatori per accertare la presenza di eventuali impronte papillari.  Le ricerche dei Carabinieri, ancora in fase di svolgimento sono ora finalizzate al recupero della rimante refurtiva (una pistola calibro 22 e cinquanta cartucce; un revolver Smith&Wesson calibro 357). Dato il modus operandi  è assai verosimili che i ladri abbiano asportato l’armadio blindato nell’errata convinzione che contenesse denaro e preziosi e, dopo aver appurato che all’interno erano custodite solamente  delle armi, hanno deciso di disfarsi di quelle più ingombranti.

2.271 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Salvatore Giardina: “un Signore in tutti i sensi”

Salvatore Giardina: “un Signore in tutti i sensi”

MUSSOMELI – Il personaggio che vi sto introducendo non credo abbia bisogno di presentazioni. Un ragazzo conosciutissimo non solo in paese, ma in tutta la provincia e oltre. Poliedrico e fantasioso, colorato, estroso, in poche parole Salvatore Giardina!

D – Nome

R –  Salvatore

D – Cognome

R –  Giardina

D – Quanti anni hai?

R – 35

D – Quanti te ne senti?

R – 25, dieci in meno di sicuro fisicamente ma dal punto di vista delle esperienze sono maturo al punto giusto.

D – Se fossi un personaggio storico chi saresti e perché

R – Massimo Decimo Meridio, perché nella vita mi sento un “gladiatore” combatto ed ottengo sempre ciò che voglio, senza fermarmi dinanzi agli ostacoli.

D – Che colore saresti e perché?

R  – Bianco, perché mi trasmette purezza.

D – Nella tua quotidianità utilizzi anche la tua vena d’attore?

R – Assolutamente no, sono sempre me stesso e non porto maschere

D – Tra cinque anni dove ti vedi?

R – Dove vorrà il Signore!

D – E’ vero che ami gli alberi?

R – Si li adoro.

D- Ci hanno svelato un particolare curioso, ci è arrivato all’orecchio che da piccolo piantavi alberi per il paese, è vero?

R – Si è proprio vero, mi procuravo delle piantine e le piantavo, amavo e amo gli alberi e il non vederne mi rende triste.

D – Se vincessi al superenalotto la prima cosa che faresti?

R – Realizzerei un album dei miei brani e produrrei un film.

D – Quali pietanze ami e quali odi?

R – Amo la nutella, la pizza e l’anguria, anche se nutella e pizza le evito per via della mia alimentazione. Odio invece i carciofi, il miele e i peperoni.

D – Di cosa parlano le tue canzoni?

R – Raccontano tutto ciò che rende colorata la mia vita, è bello comunicare mediante la musica le tue sensazioni facendole rivivere agli altri.

D – Che differenza c’è tra il Salvatore di tutti i giorni e  quello che precede la settimana Santa?

R – Nessuna differenza, sono sempre lo stesso, sicuramente ho sulle spalle più responsabilità rispetto al solito.

D – Se fossi una stagione quale saresti e perché?

R – Sarei la primavera perché è ricca di colori come lo è la mia vita

D – Una cosa che vorresti dire ai tuoi che non gli hai mai detto

R – Grazie per tutto quello che avete fatto per me. Se ho dentro dei valori è grazie alla mia famiglia.

D – Dopo un successo chi è la prima persona a cui pensi?

R – Ringrazio sempre Dio

D – E’ vero che sognavi di fare il calciatore? E se si chi saresti stato?

R – Si è vero! Amo il calcio ma le strade della vita mi hanno direzionato verso altri orizzonti, comunque lo  pratico e ritenendomi un fantasista sarei stato Del Piero, rivedendomi in lui sia nel modo di vedere il calcio sia anche come uomo.

D- Qual è la tua squadra del cuore?

R- Esiste solamente una squadra al mondo..il mio cuore batte bianconero sin da quando ero nella culla.

D – La tua imitazione più riuscita?

R –  Non saprei, ne so fare tante. Credo comunque quella del mitico Mike Bongiorno

D – Il tuo attore preferito?

R – Sono due… Johnny Depp e Russel Crowe

D – Sopra o sotto?

R – Non fa differenza! L’importante è esserci! ahah

D – Famiglia o carriera?

R – Tengo ad entrambe. La famiglia è importante come lo è la carriera.

D – La prima cosa che guardi in una donna?

R – Una donna deve attirarmi a 360° dopodiché deve avere un gran cervello,oltre ad attirarmi fisicamente deve trasmettermi cose interessanti, devo avere con lei in comune argomentazioni stimolanti mediante le quali poter confrontarci. La bellezza è nulla senza il “cervello”

D – Se fossi un film quale saresti?

R – Il Gladiatore naturalmente

D – Cosa ti fa vergognare?

R – Paradossalmente i complimenti mi imbarazzano infatti cerco sempre di dribblarli con maestria.

D – Il personaggio che hai incontrato che più ti ha colpito

R – Vincent Riotta, l’attore che recentemente ha interpretato Buscetta nella serie televisiva “ Il capo dei capi”, persona molto umile con la quale è nato un bel rapporto di amicizia

D – Pensi che la popolarità potrebbe cambiarti?

R – Assolutamente no, faccio dell’umiltà la mia ragione di vita. Grazie ad essa cresco continuamente.

D – Che rapporto hai col danaro?

R – Per me ci sono cose più importanti. Il danaro è importante fino ad un certo punto.

D – Qual è la tua caratteristica che affascina di più le donne?

R – Credo siano le donne a doverlo dire. Forse i miei modi di fare mai inopportuni.

D – Sei anche famoso a Mussomeli per il tuo ritardo puntale, che cosa dici a tua discolpa?

R – Si a volte lo sono ma non per mio volere poiché i tanti impegni mi impediscono di esserlo

D – Il tuo corpo è cresciuto mangiando?

R – Pollo e tanta insalata…

D – Un personaggio che vorresti interpretrare?

R – Amleto

D – Tre cose che porteresti con te su un isola deserta?

R – I pesi per allenare il mio corpo, la mia donna e tanti libri da leggere

D – Qual è il libro che più ti ha colpito?

R – “Il vecchio e il mare” di Hemingway

D – Qual è la parte del tuo corpo che più preferisci e quella che ti piace di meno?

R – Difficile come domanda…amo il mio corpo e non saprei dirti qual è la parte che non mi piace.

D – Saresti disposto a scendere a compromessi per raggiungere un obiettivo importante?

R – No

D – Che ricordo hai della tua infanzia?

R – Piacevole, ero un bambino vivace ma sempre educato. L’educazione è il valore più importante che mi hanno inculcato.

D – E’ vero che sei un eterno Peter Pan?

R – Può darsi… Visto che amo le favole perché no! In fondo un pò lo siamo tutti.

D – Un posto dove vorresti vivere e perché?

R – Amo viaggiare ma non ho posti particolari in cui vorrei vivere perché dovunque vai non sei mai straniero se la tua casa è in te!

D – Una cosa che ami ed una che odi

R – Amo la sincerità e odio il fumo. Ah, dimenticavo odio anche l’Inter.

D – Sei innamorato?

R – Si ahahah

D – Ci diresti di chi?

D – Top Secret, sono riservatissimo…ahahaha

D – Che tipo di padre saresti?

R – Premuroso e amichevole, sicuramente impartirei i giusti valori ai miei bambini, la prima cosa che gli inculcherei sarebbe la Juventus.

D –  E’ vero che dietro ogni grande uomo c’è sempre una grande donna?

R – Si è vero!

D – Cosa consigli ad un giovane che vuole intraprendere la carriera teatrale?

R – Di studiare con abnegazione e di stare sempre con i piedi per terra, si diventa grandi e si cresce solamente facendo dei sacrifici. Ovviamente la cosa più importante è puntare sempre in alto.

D – Hai mai pensato di mollare tutto?

R – Un gladiatore non molla mai!

D – Una ragione per cui una donna dovrebbe sposarti?

R – Perché ritengo di essere divertente e la vita non è nulla senza il sorriso,poi di sicuro essendo imprevedibile, con me una donna difficilmente si annoierebbe.

D – Da cittadino mussomelese, cosa ti auguri faccia la prossima amministrazione?

R – Cambiare  le sorti di questo paese in balia al vuoto Torricelliano.

D – Obiettivi futuri, professionali e non

R – Andrò a Roma per un corso di doppiaggio, amo il cinema in tutte le sue sfumature. Per il resto staremo a vedere…vi lascio con il dubbio…il cinema è dietro l’angolo..

3.258 Letture

 

 

Scritto in TecnologiaComments (0)

 

Tesoreria comunale, al via la trattativa privata dopo terza gara flop

Tesoreria comunale, al via la trattativa privata dopo terza gara flop

MUSSOMELI – Le speranze per l’affidamento della Tesoreria comunale si aggrappano alla trattativa privata verso cui il commissario Maria Mistretta sta concentrando tutti gli sforzi. Lunedì, una nuova doccia fredda ha bagnato la città, dopo che per la terza volta consecutiva la gara per l’affidamento del servizio è andata tristemente deserta. Nessun istituto bancario ha voluto partecipare al bando. Troppe incognite e a quanto sembra numerose insidie, si celerebbero nelle pieghe di una possibile collaborazione finanziaria con un Comune. Uno scarso appeal che fa desistere i vertici degli istituti dal farsi avanti. Ecco perché la soluzione dell’impasse, attraverso il ricorso alla trattativa privata, solleva molti dubbi. Intanto ieri mattina gli impiegati comunali, per il terzo mese consecutivo, non hanno percepito lo stipendio. Per oggi dovrebbe tenersi un incontro tra i sindacati dei lavoratori e la Mistretta. Unico punto in agenda, le preoccupazioni sul loro futuro. Timori amplificati dopo la terza gara flop. Il commissario straordinario farà il punto della situazione, illustrando quale sarà il suo piano salva- conti. Intanto la paralisi provocata dal blocco della gestione della Tesoreria comunale (il vecchio contratto con il Credito siciliano è scaduto lo scorso 31 dicembre), si starebbe ripercuotendo anche sulle forniture e sui servizi destinati alla collettività. Ultimi fornitori sul piede di guerra sembrano essere i benzinai, oramai stanchi di fare credito per il rifornimento dei mezzi comunali. Da più fonti interne, è stato paventato che prestissimo i camion e le vetture in dotazione all’amministrazione potrebbero rimanere a secco. Un triste presagio che potrebbe avverarsi pure per le auto di servizio ad uso dei vigili urbani. Il verde dei conti potrebbe acquistare il colore rosso delle auto a secco. Una condizione di vera emergenza, appesantita dall’indifferenza con cui gli istituti bancari guardano al Comune. Un distacco che potrebbe provocare il fallimento finanziario. L’immagine offerta è di una nave che starebbe affondando e verso cui nessuno sembra intenzionato a lanciare la provvidenziale scialuppa di salvataggio.

1.835 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Politica, SocietàComments (0)

 

5 Anni fa…In trasferta a Ragusa: il 1° Istituto Comprensivo  vince la selezione riguardante la provincia di Caltanissetta

5 Anni fa…In trasferta a Ragusa: il 1° Istituto Comprensivo vince la selezione riguardante la provincia di Caltanissetta

RAGUSA – I bambini delle classi quinte ABC della Scuola Primaria del 1° Istituto Comprensivo, guidato dal Dirigente Scolastico professore Salvatore Vaccaro, hanno” risposto” all’opportunità, che è stata data loro dal C.O.N.I . ed in particolare dal Comitato provinciale di Ragusa, di partecipare al concorso dal titolo: “Ragusa : patrimonio  dell’Unesco.   A passeggio  nel barocco  ibleo “ . Dunque, alunni all’opera per  plastici,  ricerche, elaborati a tema e rappresentazioni pittoriche di vario tipo. Ma soltanto a  25  bambini è stata data la possibilità di partecipare  alla rappresentazione regionale che si è tenuta a Ragusa nelle giornate del 21 e 22 aprile, che ha  coinvolto numerose scuole di tutta la Sicilia. Ecco i  nomi dei bambini selezionati del 1° Istituto:     5^ sez. A Ivan Barba, Elisa Bella, Giulia Calà, Giorgia Dilena, Arianna Frangiamore, Giulio Genco, Maricò Palumbo, Luisa Piazza, Gaia Prezioso; 5^ sez. B M. Luisa Barcellona, Elena Bellanca, Simona Castiglione, Gabriella Indelicato, M. Chiara Mingoia, Mariella Mulè,  EmanuelSorce; 5^ sez. C Giuliana Di Maria,  Roberta Di Salvo, Martina Messina, Dalila Mistretta, Fabiola Mulè, Dalila Savatteri, Santina Scannella, Marianna Sorce, Daniele Spoto. Entusiasti i bambini per la loro trasferta a Ragusa, dove hanno vissuto un’esperienza, dicono gli insegnanti, assai significativa ed istruttiva. Si sono presi cura di loro  le insegnanti Mariangela Sorce, Maria Antonietta Misuraca, Marianna Mancuso che si sono adoperate perché “il tutto” riuscisse nel migliore dei modi, apprezzando.   l’accoglienza dello staff tecnico della città ospitante. Ospiti certamente graditi, i bambini  a Ragusa; infatti, tutto gratis. Il 20 aprile, dopo aver eseguito la passeggiata culturale a Ragusa Ibla, si è svolta la cerimonia di apertura della manifestazione presso il Teatro Tenda, dove sono stati consegnati gli attestati di partecipazione a tutti gli alunni e proclamati i vincitori,  uno per ciascuna provincia.  Il premio riguardante la provincia di Caltanissetta è stato vinto dal Primo Istituto Comprensivo “ Leonardo da Vinci”   di Mussomeli,  con la rappresentazione pittorica realizzata dall’alunna Maricò Palumbo  che così si è espressa nella relazione che ha accompagnato l’illustrazione: ”Dopo aver letto attentamente la consegna  ho cercato di realizzare qualcosa di creativo, nonostante la difficoltà del tema. L’espressione di “passeggiare” utilizzata nel titolo voleva, a mio parere, sottolineare l’importanza di conoscere  e visitare Ragusa incontrandola realmente e virtualmente .Pertanto, ricercando foto sull’arte barocca ragusana ho pensato di collocarle in un contesto particolare, ma a noi siciliani  molto noto: quello della ruota di un carretto. Essa è  nello stesso tempo molto rappresentativa in quanto esprime il viaggiare in genere e in modo particolare il desiderio di farlo intorno a questa città. Pertanto, ho colorato i raggi con disegni classici, spesso Ragusa:utilizzati per decorare i carretti , ma da me personalizzati .All’interno degli spazi ho inserito alcune  foto di chiese della città di Ragusa che sono espressione del barocco .Le tecniche utilizzate per la realizzazione del soggetto in questione sono state diverse: dal ritaglio, all’uso dei pennarelli e dei colori ad olio, al collage, al fotomontaggio. Inoltre, ho utilizzato il “glitter” dorato per mettere in rilievo la didascalia .Sperando che il mio lavoro sia stato gradito e condiviso ringrazio per avermi dato l’opportunità di scoprire altre realtà e confrontarle con quella  in cui vivo “. Il giorno successivo, il 21 aprile, presso la piazza San Giovanni di Ragusa  si sono svolte le attività ludico-motorie. Gli operatori del C.O.N.I. si sono messi a servizio degli alunni incoraggiandoli ed aiutandoli in caso di difficoltà , permettendo così loro   di  eseguire il percorso sportivo .

2.042 Letture

 

 

Scritto in In Evidenza, SocietàComments (0)

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com