VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | novembre, 2011

 

Sabato al Palazzo Sgadari ore 17,30 presentazione libro “Arditi rombi nisseni”

Sabato al Palazzo Sgadari ore 17,30 presentazione libro “Arditi rombi nisseni”

MUSSOMELI – IL Comune di Mussomeli, il Rotary Club  Mussomeli – “Valle del Platani”  ed il Banco di Credito Cooperativo “San Giuseppe” di Mussomeli organizzano la presentazione del libro “Arditi Rombi Nisseni – storie di gentili uomini felici e veloci”, presso  il Palazzo Sgadari alle ore 17,30. Porteranno i saluti: Salvatore Calà Sindaco del Comune di Mussomeli: Filippo Misuraca, Presidente Rotary Club Mussomeli “Valle del Platani”. Michele Mingoia, Presidente Banco di Credito Cooperativo “San Giuseppe” di Mussomeli.  Interverranno: Salvo Requirez, Storico di automobilismo sportivo, Nino Vaccarella, Pilota di fama internazionale, Salvo Manuli, Direttore collana Anime Ruggenti. Sarà presente l’Autore Lillo Ariosto, che così scrive:”“Questa pubblicazione costituisce la risposta alla mia personale curiosità intorno alle vicende che interessarono, agli inizi del secolo appena trascorso, la città in cui sono nato, vivo ed esercito la professione. La ricerca ha permesso di incontrarmi con alcuni avvenimenti riguardanti la città di Caltanissetta e la sua Provincia, dall’inizio del XX secolo al 1925. Tra queste, la vicenda motoristica trattata in questa opera che, in considerazione della mia sfrenata risaputa passione per l’automobile e le corse, mi ha reso felice. Ho avuto dunque modo di osservare come le cronache relative alla posa della statua oggi in cima al monumento ai caduti nisseni nella Grande Guerra del 1915-1918, all’epoca, si intersecarono con un esaltante avvenimento sportivo motoristico, il “Circuito Automobilistico di Caltanissetta – Premio della Coppa Nissena”, che per il breve volgere di un triennio si propose come momento parallelo all’altro – più celebre – avvenimento mondano-sportivo, ideato da Vincenzo Florio, la “Targa Florio”. I fatti e i documenti rinvenuti in archivi pubblici e in collezioni di privati mi hanno spinto quindi a trasfondere la mia curiosità” in un testo e quindi ad accompagnare lo stesso con vecchie stampe di dagherrotipi e riproduzioni di fotografie raccolte da oltre venti anni”.

898 Letture

 

 

Scritto in Cultura, EventiComments (0)

 

Serradifalco, testa mozzata di agnello sull’auto di un imprenditore

Serradifalco, testa mozzata di agnello sull’auto di un imprenditore

SERRADIFALCO – Una testa mozzata di agnello e’ stata fatta ritrovare sul cofano del fuoristrada ad un imprenditore del movimento terra di Serradifalco, in provincia di Caltanissetta. L’uomo, di cui gli investigatori non hanno rivelato l’identita’, ha denunciato la macabra scoperta ai carabinieri che conducono le indagini. La pista privilegiata quella del racket delle estorsioni visto che la ditta gestita dell’imprenditore ha diversi appalti in tutta la Sicilia. La vittima ha dichiarato ai carabinieri di non aver mai ricevuto danneggiamenti o richieste di ‘pizzo’.

1.906 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Cane randagio morde titolare  di bar: tragedia sfiorata

Cane randagio morde titolare di bar: tragedia sfiorata

MUSSOMELI – Una mattinata tranquilla, quella di ieri, in Via Santa Maria Annunziata, quando intorno alle 13, orario d’uscita dalla scuola, i bambini stavano transitando per quella via, dove girovagava un cane randagio  che cercava di annusare cose e persone. Un momento di smarrimento e di paura per la signora Vincenza Genco, titolare del Bar del Sole, per gli atteggiamenti del cane e poi perché  aspettava il rientro del nipotino dalla scuola. E’ tutt’ora scossa la signora Genco che ci ha raccontato l’episodio, vissuto in diretta.” Ho cercato , a distanza, di cacciare  via il cane  per farlo allontanare dai bambini. Ma mi è venuto subito dietro,  mettendomi paura mentre io cercavo di  difendermi  rientrando subito nel bar. Il cane ha fatto in tempo a morsicare i miei polpacci e mia figlia, che si trovava nel bar, mi ha portato subito al pronto soccorso dell’Ospedale”. La signora, dopo le medicazioni del caso,  è stata riaccompagnata a casa, ancora in preda ad un forte spavento.”Menomale che non sono caduta a terra durante i morsi, perché poteva finire peggio, Il cane, nel frattempo, si era allontanato e successivamente catturato dall’accalappiacani signor Giuseppe Calà.  La signora ci ha  detto che il cane  nei giorni precedenti aveva girato indisturbato per il quartiere. “E’ veramente un pericolo pubblico” “Mai più – ha giurato la signora Vincenza – mi avventurerò in simili iniziative”.  C’è da dire che il fenomeno dei randagi, purtroppo, continua e che, nonostante l’attenzione dell’addetto al servizio, continuano a fare parlare di se. Tragedia sfiorata, dunque, ieri, in Via S. M. Annunziata quando in quella Via c’era la presenza di tanti bambini.

3.552 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Avvio dell’assistenza domiciliare a Mussomeli

Avvio dell’assistenza domiciliare a Mussomeli

MUSSOMELI  – E’ stata preceduta, ieri pomeriggio alle 17, da una messa di ringraziamento, celebrata dall’Arciprete Padre Pietro Genco, nella Chiesa Madre, la festicciola di  avvio  del servizio Assistenza Domiciliare, ferma dal 2009. Alla Madrice si notavano capelli bianchi, grigi e neri fra “i giovani della terza età”, di ambo i sessi, “la cui giovinezza non  è misurata dagli anni”, ha detto Padre Genco, rivolgendosi a loro ed augurando tanta buona salute. Accennando, poi, alla Cooperativa “Manfredonica”, l’arciprete  ha evidenziato la  presenza di solidarietà nel territorio della struttura con un servizio qualificato ed umano che “vi fa sentire meno soli  attraverso i suoi operatori ed animatori che si prenderanno cura di voi”. Dopo la Messa gli anziani si sono trasferiti nel vicino Oratorio, messo a disposizione  dall’Arciconfraternita del SS. Sacramento ed  il Presidente della Manfredonica Diego Guadagnino ha dato il suo saluto proprio agli anziani che saranno al centro dell’attenzione in questo servizio che sarà espletato  fino al 31 dicembre 2012 con una rimodulazione temporale  da concordare con gli appositi uffici comunali. Presente anche l’Assessore ai servizi sociali Sebastiano Sorce che ha sottolineato successivamente come l’avvio del servizio “rappresenta la risposta alle richieste degli anziani soli e privi dei idonei supporti familiari”. Ha ringraziato le assistenti sociali del Comune Salvina Sorce e Geppina Catanese che hanno curato gli adempimenti di questo servizio. Ha poi ricordato che già dal mese di novembre è decollato il servizio di telesoccorso per gli anziani e che per il Centro Diurno si sta pensando di fare qualcosa nel mese di dicembre. Il Presidente della Manfredonica Guadagnino ha informato i presenti che sarà loro consegnato un  opuscoletto  di “Consigli per la promozione ed il mantenimento del benessere”. Dunque un avvio di Assistenza domiciliare  che prevede l’assistenza a 56 anziani per due giorni la settimana e a quattro portatori di handicap per tre giorni la settimana con servizi domestici, assistenza infermieristica sostegno morale e psicologico e disbrigo pratiche. Un servizio utile, atteso e desiderato.Il gioioso momento di convivialità e di animazione è servito agli anziani per un piacevole scambio di idee.

1.887 Letture

 

 

Scritto in Attualità, EventiComments (0)

 

Autrice valledolmese presenta libro a Vallelunga

Autrice valledolmese presenta libro a Vallelunga

VALLELUNGA  PRATAMENO – (di Jim Tatano) L’associazione culturale La Radice sabato 3 dicembre presenterà una nuova opera letteraria: la raccolta di versi dell’autrice Lucia Mezzasalma  “Cantulu mea paisi – Vaddrilurmu”. L’opera canta in versi dialettali la terra d’origine della poetessa, Valledolmo. L’opera sarà presentata sabato 3 dicembre, alle ore 17:00, presso l’ex sede della biblioteca comunale (in Via Garibaldi, 108). La presentazione del libro sarà curata dal prof. Calogero Giambelluca ed interverranno il sindaco di Vallelunga dott. Giuseppe Montesano e il sindaco di Valledolmo dott. ssa Mimma Di Baudo. L’incontro sarà moderato da Rosamaria Tasca e vedrà l’esibizione musicale del giovanissimo chitarrista Gaetano Salamone, che eseguirà degli intermezzi musicali.

881 Letture

 

 

Scritto in Cultura, EventiComments (0)

 

In seno all’Associazione Casa Famiglia Rosetta festeggiato doppio anniversario: il 25° del Centro di Riabilitazione “Mons. Spinnato” ed i 67 anni del suo Presidente (all’interno fotogallery)

In seno all’Associazione Casa Famiglia Rosetta festeggiato doppio anniversario: il 25° del Centro di Riabilitazione “Mons. Spinnato” ed i 67 anni del suo Presidente (all’interno fotogallery)

MUSSOMELI –  Erano in tanti a festeggiare, ieri mattina, il 25° anniversario di presenza attiva nel territorio del Centro di Riabilitazione “Mons. Spinnato” dell’Associazione  Casa Famiglia Rosetta. Ma l’occasione è stata anche propizia per stringersi attorno al Suo Presidente Padre Vincenzo Sorce, giorno del suo compleanno per il suoi 67 anni, compiuti proprio ieri. Su questa circostanza il  vice sindaco Filippo Misuraca, a nome dell’amministrazione comunale, ha omaggiato il sacerdote –presidentecon l’offerta di un bouquet. Una cerimonia semplice, ma festosa, iniziata davanti la sede del Palazzo Municipale, dove, appunto assieme al vice sindaco c’erano gli assessori comunali Sebastiano Sorce, Enzo Nucera, l’assessore comunale di Milena Raimondo Mattina, il vice sindaco di Acquaviva Platani Salvatore Caruso, il Parroco di Sant’Enrico Padre Francesco Mancuso ed i responsabili dei servizi sociali del Comune di Mussomeli  Annamaria Annaloro e Gioacchina Mattina. Assai indaffarati tutti gli operatori mussomelesi. Numerose le delegazioni  di Casa famiglia Rosetta, giunte da Caltanissetta, Ragusa,  e Partinico. li. Presenti i vertici della BCC col direttore dott. Carmelo Cordaro, col Presidente geom. Michele Mingoia che si è associato al saluto iniziale del vice Sindaco e dell’assessore comunale di Milena  Raimondo Mattina. Presente anche l’ing. Stefano Di Prima, il Presidente della Fratres Nino Russo ed una delegazione del distaccamento dei Vigili del Fuoco. Presenti anche personalità che nel corso di questi 25 anni sono stati vicini all’Associazione. C’è da dire erano trascorse da poco le 10,30, e dopo l’intervento di Padre Sorce rivolto ai convenuti, è snodato e partecipato il corteo che, fra bandiere e striscioni, si è mosso, appunto,  dal palazzo municipale avviandosi in direzione del Santuario della Madonna dei Miracoli.  Il corteo ha attraversato  la via Madonna di Fatima, Via Palermo, Piazza Umberto, Via Scalea, Via Trabia,  Via Dante, Piazza Manfredi Chiaramonte ed infine la Via Paolo Emiliani Giudici. Un santuario gremito, come nelle grandi occasioni. Messa di ringraziamento alla Madonna per i 25 anni  del Centro di Riabilitazione “Mons. Spinnato” dell’Associazione Casa Famiglia Rosetta.  Occhi  dei “pellegrini” puntati verso il volto della Madonna dei Miracoli che “attraverso l’arte, ha detto Padre Sorce, ha espresso la bellezza di Maria”. Hanno concelebrato Padre Vincenzo Sorce, Presidente dell’Associazione, l’arciprete di Mussomeli padre Pietro Genco ed il Rettore del Santuario Padre Ignazio Carrubba. Nella sua omelia, così Padre Sorce: “Il nostro cammino è nella luce, nel servizio dell’Associazione non abbiamo clienti o utenti davanti a noi, ma abbiamo il volto di Cristo nelle persone bisognevoli di aiuto.  Noi dobbiamo chiedere alla Madonna il  miracolo di essere fedeli alla nostra missione. Dopo 25 anni dobbiamo guardare ancora avanti, abbiamo bisogno di un nuovo centro. Affido ciascuno di Voi alla Madonna dei Miracoli e preghiamo per questa città”. Ha poi ricordato alcune figure emblematiche di persone scomparse che hanno testimoniato la loro vicinanza alla struttura: Mons. Giovanni Spinnato, Francesca Sorce, prof. Angelo Barba e Don Diego Di Vincenzo. L’arciprete Padre Genco ha parlato di Casa Famiglia Rosetta come punto di riferimento del territorio, dei suoi rapporti di amicizia con Padre Sorce che risalgono al periodo del Seminario ed i tanti anni insieme, “la sua  creatività, non sempre compresa dalle autorità religiose”, Un puntuale argomentare che ha destato la commozione di Padre Sorce.  L’Arciprete ha proposto  alle autorità presenti il conferimento della cittadinanza onoraria, appunto, a Padre Vincenzo Sorce, per la lunga attività di servizio   dell’associazione non solo a Mussomeli  ma anche negli altri Centri derll’associazione, sparsi nel mondo.. L’applauso è stato spontaneo ed in segno di omaggio tutti si sono alzati in piedi. Dopo La cerimonia, i presenti si sono spostati nel cortile di Santa Maria per un momento di convialità. Sono trascorsi 25 anni del Centro di Riapilitazione “ Mons. Spinnato”e i ricordi riaffiorano in lungo ed in largo nella mente di chi ha vissuto quell’esperienza.. Abbiamo avvicinato il sindaco di Mussomeli di allora, il prof. Gioacchino Imbornone, anche perché ieri mattina  presente alla manifestazione. Lo abbiamo invitato a dare la sua testimonianza diretta, allorquando 25 anni fa si trattò di dare inizio ad una struttura che nel tempo si è rivelata necessarie e benefica. E’ sembrato un fiume in piena nel raccontarci i fatti di allora, ricordando quel lontano pomeriggio afoso: “ Cosa andate facendo in giro con quest’ora, sotto quest’afa opprimente3? Fu questa la frase che indirizzai a don Vincenzo Sorce e al dott. Ne3nè Cumella, vedendoli, alle tre di un pomeriggio di giugno di  venticinque anni fa, nell’androne dell’allora sede dell’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri di Mussomeli, ubicato nelle vicinanze dell’Ospedale. Premetto,   che sono venuti in Istituto non per venire a trovare me, allora Sindaco, altrimenti, pensai, mi avrebbero contattato prima, dato che la mia presenza a scuola di pomeriggio non rientrava nell’ordinarietà.  Dopo esserci salutati, ci racconta il prof. Imbornene, chiesi a Don Vincenzo il perché, se era lecito, della Sua presenza in quel di Mussomeli. Mi rispose che stava cercando dei locali dove aprire ed allocare una nuova sezione di “Casa Famiglia Rosetta” e che dei locali già visitati, alcuni non erano idonei per l’attività da svolgere mentre altri, relativamente all’entità dell’affitto, costavano somme non conciliabili con le risorse finanziarie disponibili della “Casa”. Tra questi ultimi mi indicò quelli di Piazza Caltanissetta, di proprietà della famiglia Prisco-Ferreri. Ascoltai i miei illustri interlocutori con grande attenzione, capii quali erano le esigenze che mi venivano esposte mi resi conto subito  che si trattava di una struttura altamente di qualità sotto l’aspetto socio-terapeutico-educativo, e che essa avrebbe inciso positivamente nel tessuto sociale , specie di diverse famiglia della nostra città e anche  del circondario. A un certo punto interruppi il dialogo e dissi: I locali che Lei cerca ve li dà il Comune di Mussomeli, gratis”. Don Vincenzo e il dott. Cumella, fecero un salto di gioia e all’unisono , mi risposero “Sindaco, vuole scherzare?. Replicai dicendo che i locali  di Santa Maria , se di loro gradimento, potevano essere dati, previo benestare della Giunta – che certamente  non lo negherebbe. “Se ora lo volete potete andare  a visitarli. a chiave per aprirli ce l’ha il calzolaio signor Michele Valenza, al quale abbiamo dato la disponibilità di una stanza dove dare lezioni di musica agli allievi della banda musicale da lui istituita”. Il racconto del prof. Imborneone così continua.”Subito andarono a visitare i locali. Fecero ritorno dopo qualche ora, dicendomi che erano idonei, anche se abbisognavano di qualche modifica, per ospitare un’altra grande creatura di Don Vincenzo Sorce. L’iter amministrativo ha avuto il benestare della Giunta Municipale e, dopo pochi giorni, la sua ufficiale assegnazione con atto del Consiglio Comunale. La conclusione è stata una perla incastonata a Mussomeli da don Vincenzo Sorce, al quale la cittadinanza deve un tributo di riconoscenza.” Il prof. Imbornone conclude la sua testimonianza dicendo che “ Egli è un prete e una persona culturalmente assai valida, è dinamica, senza fronzoli, una personalità lungimirante: ha sempre progettato e creato – anche al di fuori d’Italia –  centri permanenti di “accoglienza” per i più deboli, per i più sfortunati, per i disabili, con l’intento di migliorare le loro qualità fisiche e psichiche, di estrapolare da ognuno di essi le positive potenzialità, di essere un solidale ed efficace supporto per le famiglie degli utilizzatori. Durante la funzione religiosa  per il 25° anniversario del Centro di Riabilitazione “Mons. Spinnato”, celebrata nel nostro Santuario della Madonna dei Miracoli da Don Vincenzo, si è sparso il seme della solidarietà umana della nostra città, oggi divenuto rigoglioso albero”. Certamente una circostanziata testimonianza che la dice lunga sulle retti intenzioni delle persone. Casa Famiglia Rosetta: un altro gioiello che va gelosamente salvaguardato, proiettandolo in avanti con programmi ambiziosi. “Umanità e professionalità per trasmettere la tenerezza di Dio”; è questo  il messaggio di Padre Vincenzo Sorce.

2.032 Letture

 

 

Scritto in Eventi, SocietàComments (0)

 

Cancelli chiusi nella scuola di Via Madonna di Fatima bidelli ammalati

Cancelli chiusi nella scuola di Via Madonna di Fatima bidelli ammalati

MUSSOMELI – Ritardo, stamattina, nell’apertura dei cancelli della scuola di Via Madonna di Fatima. A qualche mamma è sorto il dubbio che si trattasse di un giorno festivo infrasettimanale. Dubbio prontamente chiarito, in quanto si è saputo della sopraggiunta malattia  di alcuni addetti ai lavori. Grazie, comunque, al tempestivo intervento  di un operatore scolastico, che ha anticipato il suo servizio previsto alle 11, è stato possibile spalancare i cancelli, con sollievo dei genitori già spazientiti.

1.317 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Banco alimentare raccolta a Mussomeli

Banco alimentare raccolta a Mussomeli

MUSSOMELI – Raccolti 2525 Kg di generi alimentari (olio, tonno, pelati, legumi, pasta, riso, zucchero ed alimenti vari). Una giornata intensa, 60 volontari in servizio e quattro  punti vendita  Despar, Lidl, Costo Zero e Maxi Sconto, che hanno  collaborato ad una iniziativa benefica. Una testimonianza concreta a favore  dei bisognosi da parte dei volontari e benefattori che hanno colorato la giornata di solidarietà. A coordinare l’iniziativa, in campo locale, il diacono Pierenzo Costanzo, supportato dal folto  gruppo giovani di tutte le parrocchie, compreso il Collegio di Maria, e dal personale adulto, riconducibile alla Chieda Madre, e non solo, nelle persone di  Vincenzo Piazza, Enzo Canalella, Fabio Giardina, Pippo Sorce, Salvatore Bonomo, Giuseppe Termini, Totuccio Barba, Calogero Catalano  e Calogero Lo Brutto , Ernesto Barba, ,Liliana Genco Russo e Marianna Di Salvo. Un servizio,iniziato  sabato mattina fino alle 21; un’intera giornata dedicata al Banco alimentare. I viveri raccolti, opportunamente e sollecitamente  sistemati in pacchi, sono stati trasportati, dopo le 22, con l’aiuto di quattro volontari, presso la sede del Banco alimentare di Caltanissetta, facendo le ore piccole per il rientro.  Un impegno notevole ma con la gratificazione di avere compiuto una buona azione. Soddisfatto il diacono Costanzo, sapendo di potere contare nel cuore generoso e sensibile dei mussomelesi verso i bisognosi. C’è da sottolineare che le parrocchie ed il Collegio di Maria da poco  hanno sottoscritto una convenzione col Banco Alimentare da cui riceveranno periodicamente i rifornimenti per la  distribuzione. Un servizio concreto di solidarietà assai necessario e tanto richiesto.

1.863 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

A Villalba successo al “1° gran galà della lenticchia”

A Villalba successo al “1° gran galà della lenticchia”

VILLALBA – (di Jim Tatano) Successo e  partecipazione di pubblico per il convegno del I°  Gran Galà della Lenticchia di Villalba. Il convegno, tenutosi nel Centro diurno per gli Anziani, ha avuto come scopo quello di sensibilizzare i cittadini sui temi gastronomici e salutari della Lenticchia di Villalba, sia da un punto di vista del rilancio economico sia per l’arricchimento del patrimonio storico; si è pure ricordato che è stato un incontro che ha tirato fuori l’agricoltura da un dimenticatoio quasi trentennale. Dopo i salutI del Sindaco Alessandro Plumeri e del  Presidente della Commissione Agricoltura Giuseppe Tatano, il moderatore del convegno, l’On. Prof. Placenti, ha dato inizio ai lavori incentrati, oltre che sulle opportunità economiche, sociali e culturali che la Lenticchia offre, anche sull’impatto medico di questo prodotto famoso in tutto il mondo. Assai apprezzati  gli interventi del Dott. Agr.mo Giuseppe Zaffuto,  del Presidente del consorzio di tutela Angelo Catalano, dell Prof. Di Sclafani, Vicepresidente nazionale dei medici di famiglia, della Dott.ssa Cinzia Vassallo, Responsabile Acquisti Soc. Coop. Ristorazione Catering Global Service, del Dott. Agr.mo Bernardo Messina, Dirigente Cons. Reg. di Ricerca “G.P. Ballatore  E’ seguito  un breve  intermezzo culturale con la lettura di una poesia a tema, scritta e letta dalla stessa autrice, la Poetessa Roberta Lanzalaco.  E’ stata l’occasione durante la quale si è potuto assaggiare la favolosa Lenticchia ed acquistare altri prodotti tipici locali come cannoli, miele, ceci, formaggio ed  origano.

1.280 Letture

 

 

Scritto in Attualità, CulturaComments (0)

 

Presentazione a Villalba del libro di Roberto Mistretta

Presentazione a Villalba del libro di Roberto Mistretta

VILLALBA – (di Jim Tatano)   Lunedì prossimo 5 dicembre un appuntamento culturale da non perdere con la presentazione del libro “Giudici di frontiera – interviste in terra di mafia” del giornalista e scrittore Roberto Mistretta. Il libro verrà presentato nella Biblioteca Comunale “Sac. A. Iucolino” in piazza Vittorio Emanuele alla presenza del Sindaco Alessandro Plumeri. Modererà i lavori il Presidente del Consiglio Comunale Salvatore Bordenga; relazionerà sul libro l’Avv. Emanuele Limuti, Presidente fondatore della Scuola Forense Nissena “G. Alessi”; interverranno l’autore Roberto Mistretta, il Dott. Sergio Lari, Procuratore Capo di Caltanissetta e il Dott. Gianbattista Tona, Consigliere della Corte d’Appello di Caltanissetta.

841 Letture

 

 

Scritto in Cultura, EventiComments (0)

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com