VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | maggio, 2012

 

Workshop a Cammarata: i vantaggi delle Piccole e Medie Imprese nei circuiti del mercato tedesco

Workshop a Cammarata: i vantaggi delle Piccole e Medie Imprese nei circuiti del mercato tedesco

“L’internazionalizzazione delle eccellenze siciliane”. Nasce all’insegna di questo motto il workshop che si terrà Giovedì 31 maggio alle 15.30 presso l’aula consiliare del Comune di Cammarata. Il seminario di studio e approfondimento è stato voluto dalla società cooperativa Astra, realizzato in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana per la Germania. L’intento è quello di fornire una valida opportunità di sviluppo ai commercianti della Piccole e Medie Imprese operanti in ambito agroalimentare, artigianale, o turistico, i cui prodotti verrebbero ad inserirsi nel circuito commerciale tedesco.
“Sarà un incontro molto utile – afferma il responsabile della progettazione del Gruppo Astra Giuseppe Catania – al fine di illustrare le potenzialità del mercato tedesco ai produttori di beni agroalimentari che intendessero avviare un rapporto commerciale con il suddetto mercato attraverso la distribuzione organizzata o la vendita al dettaglio”.

901 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Eventi, SocietàComments (0)

 

Mario D’Amico: “Patto elettorale violato”: rottura col PD?

Mario D’Amico: “Patto elettorale violato”: rottura col PD?

MUSSOMELI – Il siluro del Sindaco Calà nei confronti dell’ex vice sindaco Filippo Misuraca  per tanti non è arrivato inaspettato. Nessuno lo vociferava ma in tanti, forse,  lo pensavano. Un autentico siluro stante alla determina sindacale n.9 del 28 maggio 2012  dove è  testualmente scritto: Considerato che la nomina  dell’assessore Filippo Misuraca era stata accompagnata da non poche riserve e perplessità poiché era troppo facile supporre che, avendo lo stesso ricoperto la carica  di parlamentare nazionale ed in ragione del suo carattere difficilmente si sarebbero create  quelle condizioni di equilibrio armonico per quella proficua collaborazione,  indispensabile al buon andamento  dei complessi e difficili  impegni amministrativi; considerato che  tali legittime perplessità, già a suo tempo manifestate , vennero superate  dall’accordo che  l’incarico era da considerare  a tempo e che il tempo  dato veniva  definito in sei mesi, un anno al massimo; considerato, altresì, che a due anni  dalla nomina  è facile , purtroppo, constatare che i timori erano fondati e che in più occasioni le prese di posizione dell’assessore Filippo Misuraca e i suoi comportamenti  hanno determinato notevoli  dissapori all’interno dell’amministrazione e conseguenti  fasi di stallo dell’attività della  Giunta. Ritenuto che tale condizione negativa per il buon andamento  dell’azione amministrativa va rimossa senza ulteriori indugi  per il bene della comunità amministrata; tenuto conto che pertanto  è volontà del Sindaco sostituire l’assessore  Filippo Misuraca, revocando le deleghe a lui affidate  di assessore e di vice sindaco ; per le causali espresse in narrativa: revoca  la nomina del sig. Filippo Misuraca dalla carica di assessore comunale  e di vice sindaco, dare atto che della presente revoca, sarà data comunicazione al Consiglio Comunale, nonché notificata all’interessato”. Dunque, Filippo Misuraca, improvvisamente, fuori dalla Giunta. “Il patto elettorale,  che ha portato alla formazione di questa coalizione e all’elezione di questa Amministrazione, è stato violato”, così Mario D’Amico Presidente del Consiglio Comunale  Continuando ha poi precisato :”Il patto elettorale, che fu siglato assieme a Salvatore Cardinale e a Totuccio Scannella, prevedeva per Misuraca sì un impegno a termine nell’Amministrazione Comunale, ma soltanto in prospettiva di una sua eventuale candidatura. Fino a quando non ci sarebbero state le condizioni per una candidatura, ha concluso D’Amico,  lui sarebbe dovuto rimanere al suo posto”. Insomma, al Comune di Mussomeli, colpi di scena, dopo due mesi fra contatti e riflessioni. Tanti i nodi da sciogliere, e per il primo cittadino Calà, archiviata la fase uno, dovrà procedere verso quella fase due, di cui ha più volte parlato il locale PD.

1.605 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Raffica d’arresti a San Cataldo: mafia armi e droga

Raffica d’arresti a San Cataldo: mafia armi e droga

SAN CATALDO -Avrebbero spacciato droga all’interno di un bar di San Cataldo,imponendo ai clienti di consumarla nel bagno del retrobottega per evitare di essere seguiti dalle forze dell’ordine. Ma i carabinieri avevano piazzato una telecamera proprio nel gabinetto e hanno ripreso tutta l’attività di spaccio e assunzione. Così’ stamani sono state eseguite 22 ordinanze di custodia cautelare nei confronti anche di un ragazzo di 16 anni e una donna. L’indagine è  partita a gennaio del 2009 da una informativa secondo cui uno dei più noti esponenti della malavita di San Cataldo, Giovanni Vitello, 48 anni, fosse coinvolto in vasto giro di spaccio di droga vendendola solamente a un numero limitato di persone, tutte insospettabili e incensurate. Nel corso dell’inchiesta i militari hanno puntato l’attenzione sul Bar Pepita, in corso Vittorio Emanuele, in pieno centro, gestito da Giusy Puzzangara, 19 anni. Il locale era frequentato da numerosi indagati e così sono scattate le intercettazioni. Secondo i militari, la giovane assieme a Maicol Amico e Calogero Genova, 20 e 22 anni, vendevano tramite Giovanni Vitello marijuana, hashish e cocaina a studenti, operai e impiegati. I carabinieri in pochi mesi sono risaliti agli altri presunti componenti dell’organizzazione collegata a Cosa nostra locale. Secondo l’accusa Vitello e Michele Callari, 30 anni, erano in possesso di armi clandestine nascoste nelle loro abitazioni. Vitello, secondo i militari aveva il compito di recapitare alcune di queste armi ad esponenti mafiosi. Oltre a Vitello, Puzzangara, Callari, Amico e Genova sono indagati Alessio Biancheri, 29 anni; Salvatore Caramazza, 24 anni; Rocco D’Asero, 20; Antonino Ferdico, 28 anni; Francesco Paolo Ferdico, 47 anni; Gioele Lillo Ferrara, 23 anni; Calogero Genova, 22 anni; Gianmarco Ingaglio, 26 anni; Massimo Dell’Aiera, 42 anni; Jerri Angelo Giambra, 26; Marco Emma, 21 anni; Giuseppe Torregrossa, 23 anni; Carmelo Vinciguerra, 22 anni; Andrea Torregrossa, 20; Federico Emanuele Falzone, 18 anni; e un minore di 16 anni
3.438 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Rapina in banca: portano via 17.000 euro

Rapina in banca: portano via 17.000 euro

CAMPOFRANCO – Rapina nel primissimo pomeriggio di ieri ai danni della  BCC “Giuseppe Toniolo di San Cataldo”, ubicata nella centralissima Piazza Vittorio Veneto di Campofranco. I rapinatori hanno agito pochi minuti prima della chiusura e si sono fatti consegnare dietro esplicite minacce, circa 17.000 euro in contanti.  Erano circa le 13.15 quando due uomini di corporatura normale ma col volto travisato, si sono introdotti all’interno dell’istituto di credito. Oltre all’impiegato addetto alla cassa ed al direttore, erano presenti un cliente e la donna delle pulizie. A quanto hanno appurato i carabinieri, i rapinatori, di pelle chiara e  di cui un terzo è rimasto fuori a fare da palo,  hanno agito a mani nude, vale a dire che non hanno minacciato con pistole o altre armi bianche i dipendenti che tuttavia sono stati costretti a consegnare il contante dietro esplicite intimidazioni verbali. I dipendenti insomma hanno preferito non rischiare la propria incolumità e quella degli altri presenti in quel momento in banca. Consumata la rapina, i due malviventi si sono allontanati a piedi ed hanno fatto perdere le proprie tracce. Scattato l’allarme sul posto si sono portati i carabinieri della Stazione di Campofranco e della Compagnia di Mussomeli per i rilievi del caso. L’area è stata delimitata a precludere l’ingresso in banca agli estranei, si stanno acquisendo i video delle telecamere di videosorveglianza e quindi le testimonianze dei presenti alla rapina.  In una manciata di minuti la notizia ha fatto il giro di Campofranco, comune di circa tremila abitanti e la gente si interroga su questa sfacciata rapina in pieno centro. L’ultima rapina in ordine di tempo si era registrata nel 2007 ai danni dell’ufficio postale.  In quell’occasione tre rapinatori catanesi, avevano rubato circa 3.000 euro ma inseguiti dai carabinieri abbandonarono le proprie auto e scapparono. Uno nascosto in un canalone fu arrestato e in seguito furono arrestati anche gli altri due rapinatori che si erano nascosti in campagna dove avevano sequestrato un uomo e dopo avergli rubato anche degli indumenti, si erano dati alla fuga rubandogli la propria Opel Corsa. Due anni fa invece furono arrestati sempre a Campofranco due pregiudicati per una rapina commessa ai danni di un distributore a Milena.

1.622 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Trasmissione “Insieme”: Gero Riggio ospite musicale nel programma di Salvo La Rosa

Trasmissione “Insieme”: Gero Riggio ospite musicale nel programma di Salvo La Rosa

MUSSOMELI – Altri appuntamenti per   Gero Riggio.  Venerdì 15 Giugno alle ore 20:50, in diretta da Antenna Sicilia, il cantante mussomelese  sarà ospite musicale del talk show seguitissimo “Insieme” condotto da Salvo La Rosa.  In concomitanza all’uscita del singolo di Gero Riggio “Mountain Bike”, prevista per mercoledì 4 Luglio 2012 su itunes e su tutti gli altri store digitali, il cantautore mussomelese, sarà ospite del famoso spettacolo dell’emittente catanese, seguito in tutto il mondo da milioni di spettatori. Per l’occasione Gero presenterà anche l’album “Guardando nel mio specchio” che dai prossimi giorni sarà in vendita sempre sulle piattaforme multimediali internazionali. Ad accompagnarlo in questa vetrina la sua band, composta da un altro giovanissimo talento di casa, il batterista Seby Valenza e poi il bassista serradifalchese Peppe Sferrazza, il chitarrista nisseno Salvo Di Piazza e la chitarrista gelese Simona Malandrino. Mountain Bike è un brano che è in programmazione su diverse radio, tra le altre cose questa settimana gira anche sul circuito di Radio Number One, emittente famosa del nord italia. Un brano scritto e pensato da Gero e prodotto artisticamente da Leonardo Curiale con la collaborazione musicale di Luca Castiglione che ne ha curato le chitarre, di Peppe Sferrazza il basso e Donato Emma la batteria. Dalla prossima estate Gero porterà in giro il suo nuovo tour elettrico “Mountain Bike 2012”.

1.640 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

Incidente sul lavoro in contrada Ponte; i Carabinieri denunciano una persona.

Incidente sul lavoro in contrada Ponte; i Carabinieri denunciano una persona.

MUSSOMELI – A seguito dell’infortunio sul lavoro, occorso, in contrada Ponte-Vanelle, i Carabinieri hanno eseguito una serie di verifiche seguite al sequestro penale dell’immobile effettuato già nella prima mattinata. Si è appurato, come l’operaio, salito sul tetto del capannone per eseguire un sopralluogo propedeutico a lavori di smaltimento del solaio in eternit, camminandoci a ridosso, abbia calpestato una porzione di tetto spiovente in posizione centrale evidentemente marcia che, cedendo, ha provocato la caduta dell’individuo. La parte di tetto ceduta, è in posizione centrale; l’uomo, è caduto esattamente da un’altezza di cinque metri e cinquanta cadendo sul  pavimento interno del capannone in cemento. Si è appurato dai sopralluoghi abbia perso già sangue al momento della caduta.Al termine dei sopralluoghi, effettuati anche unitamente alla sezione specializzata per la sicurezza sul lavoro della locale ASP, è emerso come l’operaio, non stesse svolgendo il sopralluogo sul tetto con i dovuti dispositivi di sicurezza e prevenzione in materia di antinfortunistica sul lavoro previsti dal D.Lvo 8/1/2008; a seguito di ciò si è proceduto al deferimento dell’Amministratrice unica della società presso la quale l’operaio lavorava; società con sede legale ad Agrigento.Le indagini sono allo stato attuale ancora in corso.Gibilaro, è ancora ricoverato presso l’Ospedale Sant’Elia di Caltanissetta,; è stato operato d’urgenza nella giornata di ieri e le sue condizioni – molto gravi – sono allo stato attuale invariate.

3.534 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

CONCERTO “Stefano Indelicato (piano solo)” – OPEN JAZZ FOR YOUNG

CONCERTO “Stefano Indelicato (piano solo)” – OPEN JAZZ FOR YOUNG

MUSSOMELI – Per l’ultimo concerto della sesta stagione jazzistica “Suoni per la città”, sarà  il concittadino pianista Stefano Indelicato, che vanta già un più che ottimo palmares in campo musicale, svariando dal genere classico alla musica sacra. Il concerto si terrà domani sera, alle ore 21.00, presso “Al Castello Banqueting” di Mussomeli. Stefano Indelicato nasce a Mussomeli (CL) nel 1987. Comincia a studiare pianoforte all’età di 11 anni. Si è diplomato, nel settembre 2011, con il massimo dei voti e la lode presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “V. Bellini” di Caltanissetta, sotto la guida del M° Fabrizio Puglisi. Frequenta il I° anno del Biennio Sperimentale di II° livello ad indirizzo interpretativo-compositivo, presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “V. Bellini” di Caltanissetta. Ha suonato in varie manifestazioni come solista, camerista e accompagnatore, nelle province di Agrigento, Caltanissetta e Catania. Ha partecipato a concorsi d’esecuzione musicale nazionali ed internazionali, come solista e camerista, nei quali si è aggiudicato alcuni premi e a corsi di perfezionamento sulla didattica e sull’interpretazione pianistica, con maestri quali: Bruno Canino, Lucia Passaglia, Vincenzo Balzani, Calogero Di Liberto, Pier Narciso Masi, Tatiana Levitina (Russia), Jose Augustin  Candisano (Spagna), Piotr Zukowski (Polonia). Dall’aprile 2012, studia organo con il M° Diego Cannizzaro, presso l’Accademia “Eraclensis” di Gela. Di notevole importanza è stato il suo impegno come collaboratore pianistico, in vari ambiti: cori polifonici, progetti scolastici, musica da camera. Nel settembre 2010 ha collaborato alla masterclass di canto lirico per l’associazione “MontedoroArte”, con il mezzosoprano Tiziana Arena.  È impegnato, dal 2003, anche nel campo della musica liturgica c/o il Santuario Diocesano “Maria S.S. dei Miracoli” di Mussomeli, come organista e direttore di coro. Insegna teoria e solfeggio c/o l’associazione “Fare Musica” di Mussomeli. All’interno della serata è prevista la presenza di una giovane cantante di blues che si esibirà accompagnata dal pianista Stefano Indelicato.

1.356 Letture

 

 

Scritto in Attualità, EventiComments (0)

 

Consegna degli attestati di “Gruppo di Interesse Nazionale” alle Associazioni culturali e alle Confraternite

Consegna degli attestati di “Gruppo di Interesse Nazionale” alle Associazioni culturali e alle Confraternite

MUSSOMELI – In occasione del convegno organizzato dall’ Amministrazione Comunale di Mussomeli dell’8 e 9 Giugno, nella ricorrenza del bicentenario della nascita del letterato Paolo Emiliani Giudici, verranno consegnati gli attestati di “Gruppo di Interesse Nazionale” rilasciati dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, nell’ambito dei festeggiamenti del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, ad alcune Associazioni culturali locali e alle cinque antiche Confraternite riconosciute, con delibera consiliare quali Gruppi di Interesse Comunale. L’evento avrà luogo  nella sala delle adunanze di Palazzo Sgadari, il prossimo giorno 8  alle ore 17:30 in occasione della prima giornata del convegno nazionale di studi su Paolo Emiliani Giudici. A consegnare le benemerenze saranno  due alte Autorità dello Stato: il Prefetto di Caltanissetta, Dott. Carmine Valente ed il Comandante Regione Militare Sud, Generale di Divisione Corrado Dalzini.

909 Letture

 

 

Scritto in Attualità, EventiComments (0)

 

Domenica 3 giugno passaggio Carovana a Sutera

Domenica 3 giugno passaggio Carovana a Sutera

SUTERA –( di Nicoletta Sorge) Domenica prossima Carovana Antimafia a Sutera. La piccola cittadina dell’entroterra siciliano è pronta!  Gli organizzatori  aprono il sipario ad uno spettacolo eccezionale e senza precedenti: il passaggio della “Carovana Antimafia”. Va detto subito che partiva nel 1994 la prima “Carovana Antimafia”, promossa dall’ARCI Sicilia, che si proponeva di portare solidarietà a coloro che in prima fila operavano per diffondere legalità democratica , la giustizia e opportunità di crescita sociale nel proprio territorio, di sensibilizzare le persone per tenere alta l’attenzione sul fenomeno mafioso, di promuovere impegno sociale e progetti concreti. Oggi la Carovana può vantare la presenza tra i suoi organizzatori di “Libera” e di “Avviso Pubblico”, che insieme all’originaria ARCI, hanno saputo farle conoscere orizzonti internazionali. A 20 anni dalle stragi di Capaci e Via D’Amelio, a 18 anni dalla prima edizione la “Carovana Antimafia” si rimette in cammino: 96 giorni di viaggio attraverso tutte le regioni italiane, Corsica, Francia e Svizzera, Albania, Bosnia, Bulgaria, Serbia, 17.440 chilometri da percorrere, 123 tappe in cui sono previste iniziative, dibattiti, convegni, testimonianze di familiari di vittime di mafia, incontri con la cittadinanza, cene della legalità con i prodotti delle terre confiscate alla mafia, concerti, spettacoli, animazione nelle piazze e nelle scuole. Il passaggio di domenica prossima a Sutera non è  casuale: in primo luogo si celebra, quest’anno,  il trentesimo anniversario della scomparsa di Calogero Zucchetto, agente della Polizia di Stato che ha trovato la morte per mano mafiosa; in secondo luogo, Sutera rappresenta un importante  punto di riferimento per la diffusione di una cultura della legalità: sono molteplici, infatti, gli eventi e le iniziative che hanno interessato il Comune negli ultimi anni, ponendo forti radici nella coscienza sociale di ciascun cittadino. L’evento gode della presenza, tra i suoi figuranti, dell’associazione Soter di Sutera (certamente non nuova a questo tipo di iniziative)  e la Kairos di Campofranco che, con il Patrocinio del Comune di Sutera, hanno condito l’esibizione con la previsione di una “Marcia della Legalità” che si snoderà da Campofranco fino a raggiungere Sutera. Il programma prevede, oltre all’allestimento di alcune mostra fotografiche, attività di animazione rivolta ai bambini ed alcuni brevi interventi prima dell’avvio della marcia. Il punto di ritrovo è fissato a Campofranco per le ore 16:30 in piazza Vittorio Emanuele. La marcia (di circa km 3) effettuerà, tra le altre , una sosta profondamente significativa in piazza Calogero Zucchetto a Sutera; giungerà infine in piazza Sant’Agata con la manifestazione conclusiva, con interventi di esponenti delle associazioni locali, del Sindaco di Sutera, di rappresentanti del SILP, dell’ANPS e dei Carovanieri. Si concluderà con un concerto. C’è attesa per l’evento e, secondo gli organizzatori, come è detto in un loro comunicato  “sarà un momento  intenso di formazione morale e sociale e di partecipazione attiva alla diffusione della cultura della legalità: una preziosa occasione fornita dal passaggio della “Carovana” che vuole essere non un punto di arrivo ma di partenza; vuole essere il via alla costruzione di un progetto che veda coinvolto l’intero Vallone dell’Altoplatani, soprattutto i suoi giovani, nella collaborazione alla realizzazione di una lunga serie di manifestazioni di questo tipo, che siano in grado di pronunciare un deciso e fermo NO a qualsiasi forma di mafia e di  prepotenza e di porre le basi per la costruzione di una vera cultura della legalità, fondata sugli intramontabili valori del rispetto della solidarietà e della democrazia”. Questo il programma: Domenica 3 giugno:  Ore 16.30 – Arrivo a Campofranco – Piazza Crispi; ore  17.00 – Animazione con bambine e bambini, ragazze e ragazzi; ore 18.30 – Interventi conclusivi di: Salvatore D’Anna, Sindaco di Campofranco; Michelangelo Landro,Presidente Associazione Soter Sutera; Laura Di Leo,Associazione Kairos Campofranco; Claudio Lombardo, Presidente Provinciale ARCI Caltanissetta; ore 19.00 Partenza della Marcia della Legalità Democratica tra Campofranco e Sutera promossa dalle Associazioni Soter di Sutera e Kairos di Campofranco; ore 20.00 – Piazza Calogero Zucchetto – Passaggio della Marcia della legalità democratica. Ore  20.15 – Piazza Sant’Agata – Arrivo della Marcia della legalità democratica, allestimento mostre e spazi fotografici. Interventi di: Santina Zucchetto (sorella di Lillo Zucchetto) Raffaele Palma, collega di Calogero Zucchetto, Luciano Cirri, segretario regionale SILP CGIL Sicilia, Gero Di Francesco,sindaco di Sutera, Anna Bucca, presidente regionale ARCI Sicilia,;ore 21.00 – Piazza S. Agata – Concerto:  Nonò Salomone, Gruppi musicali di Sutera e Mussomeli, Nati a Sud.

1.204 Letture

 

 

Scritto in Attualità, EventiComments (0)

 

Vallelunga Pratameno: corso di pittura

Vallelunga Pratameno: corso di pittura

VALLELUNGA PRATAMENO – L’arte approda a Vallelunga con il corso di pittura di Carmen Perra, artista messicana famosa nel suo Paese. Dal 2 al 14 luglio infatti la pittrice e socia onoraria dell’Associazione culturale “La Radice” terrà lezioni pratiche di pittura aperte sia ai vallelunghesi che ai villalbesi. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Culturale “La Radice” che si farà carico dell’acquisto di tutti i materiali necessari per la realizzazione del corso. L’appuntamento sarà ogni pomeriggio presso i locali comunali del museo etnografico Lo Re – ex Plesso Perez (ingresso da via Goldoni).Le lezioni saranno aperte a tutti e si potrà partecipare già a partire dall’età di 3 anni. L’artista concluderà il suo corso con la realizzazione di una mostra, prevista per il 14 luglio, dove verranno mostrati al pubblico i lavori realizzati dai suoi allievi. Per partecipare occorre compilare la scheda di adesione e consegnarla presso la sede dell’Associazione (Vallelunga, via Diaz 158), insieme alla quota di partecipazione di 10 euro (5 euro per gli iscritti inferiori ai 14 anni) entro il 20 giugno.

978 Letture

 

 

Scritto in Attualità, CulturaComments (0)

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com