VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | luglio, 2014

 

Tre tonnellate di prodotti raccolti di cui 1360 di pasta

Tre tonnellate di prodotti raccolti di cui 1360 di pasta

IMG_0251MUSSOMELI –  Alle 11,30 di lunedì, col ducato messo a disposizione dal titolare del supermercato Maxisconto, carico di viveri e prodotti per l’infanzia, i volontari della Misericordia hanno portato a termine la consegna della raccolta alimentare, promossa dalla Misericordia di Mussomeli, nei giorni 25 e 26 luglio. a cui hanno collaborato i ragazzi dell’Associazione “Don Diego Di Vincenzo”, Arcistrauss e Confraternita Maria SS. dei Miracoli. Luogo prescelto le dispense del Santuario della IMG_0238Madonna dei Miracoli, a cui è stato demandato il compito della distribuzione. Dunque il prodotto raccolto è rimasto a Mussomeli e sarà distribuito localmente. Sono questi i prodotti tutti inventariati e impachettati così suddivisi: Pasta e riso Kg.1360, passata di pomodoro Kg. 317, salse kg.2,5, biscotti Kg. 42, zucchero kg. 208, prodotti per l’infanzia kg.51, bibite ed acqua 160 litri, confetture kg. 4, latte 333 litri, farina Kg.25, legumi Kg.31, olio 13 litri, caffè kg. 6,5, sale kg.11, igiene 32 pezzi. Altri dati significativi: Prodotti totali: oltre 3500 articoli, Alimenti complessivi per circa tre tonnellate, volontari coinvolti 70, Esercizi alimentari coinvolti 11, pacchi confezionati 248. Intanto, stasera, è previsto un incontro dei volontari presso il santuario della Madonna, promosso da don Ignazio Carrubba.

IMG_0230

IMG_0232

IMG_0233

IMG_0234

IMG_0235

IMG_0236

IMG_0237

IMG_0240

IMG_0241

IMG_0243

IMG_0244

IMG_0246

IMG_0247

IMG_0250

IMG_0251

IMG_0252

IMG_0253

IMG_0254

IMG_0255

1.134 Letture

 

 

Scritto in Eventi, SocietàComments (0)

 

Passaggio della Campana al Rotaract e Interact Club Mussomeli-Valle del Platani.

Passaggio della Campana al Rotaract e Interact Club Mussomeli-Valle del Platani.

10524573_608101485971718_3273745318517429037_nMUSSOMELI – Domenica scorsa il Presidente del Rotaract uscente Maria Bonomo ha lasciato il timone al Presidente entrante Giulia Territo. La cerimonia, che ha avuto come location l’incantevole villa Ricotta, costituisce uno degli eventi più importanti nella vita dei rotaractiani, poiché segna la fine del vecchio anno e l’inizio del nuovo. Dopo la presentazione delle autorità e degli ospiti provenienti da tutto il Distretto 2110 Sicilia-Malta ma anche dalla più lontana Lombardia e Campania, Maria Bonomo ha mostrato un video riassuntivo delle iniziative svolte durante il suo anno di presidenza, che hanno permesso al club di operare in ogni campo del 10447510_608094205972446_1458594056490702879_nservizio, dal volontariato alla raccolta fondi alla sensibilizzazione del territorio, ed hanno permesso ad ogni socio di comprendere a pieno il significato del fare service e mettersi in campo in prima persona. Dopo aver ringraziato il suo direttivo, ha proceduto a nominare l’Architetto Marco Saitta, quale socio amico del club, per essersi contraddistinto durante la sua breve ma intensa permanenza all’interno del club! Il nuovo Presidente, Giulia Territo, ha presentato la sua squadra, composta da Angelo Lombardo (vice-presidente), Valeria Cumella e Valeria Mattina (segretari), Carmelo Mattina (tesoriere), Giorgia Cicero (prefetto), Toti Nigrelli e Angelo Di Giuseppe (consiglieri), Mariarita Amico (delegato Rotaract per l’Interact). Successivamente ha illustrato i numerosi progetti che intende realizzare nel corso del suo mandato. La serata ha visto protagonisti, in qualità di nuovi soci, Francesca Centinaro, Irene Dilena, Mariarita Amico e Federico Favata. Il club Rotaract Mussomeli VdP, inoltre, anche quest’anno vanta al proprio interno due cariche a livello distrettuale: Antonella Casamassima, la quale ricopre il ruolo di segretario del Distretto 2110 Sicilia Malta, e Giorgia Cicero, la quale è membro della Commissione Distrettuale “Sguardo al futuro”. Passaggio di consegne anche all’interno del club dei giovanissimi! Il Presidente dell’Interact per l’anno 2013/2014 Vincenzo Piazza ha lasciato il suo timone ad Alessio Zagarella il quale, ha nominato in tale occasione, la sua squadra: Alessandro Mingoia (segretario), Daniele Alessi (prefetto), Gabriele Zagarella (tesoriere). Anche l’Interact di Mussomeli porta alto il proprio nome all’interno del Distretto!! Infatti Vincenzo Piazza è stato nominato Rappresentante dell’intero Distretto Sicilia Malta per l’Interact! Si tratta di una delle piu’ alte cariche all’interno dell’associazione. Alla manifestazione erano presenti, oltre ai ragazzi provenienti dai vari clubs del Distretto 2110 Sicilia Malta, il Presidente del Rotary padrino per l’anno 2014/2015, Dott. Ferlisi e gentile consorte, il Dott. Fausto Assennato Delegato Distrettuale Rotary per il Rotaract, il Dott. Salvatore La China Componente della Commissione Distrettuale Rotary per l’Interact, il Rappresentante Distrettuale Tommaso Giuga e il Rappresentante Distrettuale incoming Edoardo Moreci, il Docente universitario Emilio Giammusso. Un nuovo anno ed una nuova avventura incomincia per i nuovi direttivi, che promettono di svolgere innumerevoli iniziative, di cui, gran parte del ricavato – come sostengono i responsabili – sarà destinato, come ogni anno, al territorio mussomelese.

2.269 Letture

 

 

Scritto in Eventi, SocietàComments (0)

 

Notti insonni per i residenti di Via Caltanissetta e Via Tripoli: contenzioso in vista

Notti insonni per i residenti di Via Caltanissetta e Via Tripoli: contenzioso in vista

Mussomeli panoramaMUSSOMELI – Hanno temporeggiato a presentare le loro lamentele, sperando in una soluzione amicale. Ma ora hanno consegnato la loro segnalazione a chi di competenza, auspicando tuttavia la soluzione del problema dicendo “ Stop a schiamazzi e musica ad alto volume che rendono invivibili molte delle notti estive ed anche invernali dei residenti di Via Caltanissetta e via Tripoli. “Non se ne può più – dicono i residenti della zona – alla musica assordante e schiamazzi di ogni genere che periodicamente, vengono fuori da un noto locale di intrattenimento di Via Caltanissetta. Siamo al limite dell’invivibile e nonostante i tentativi pacifici di trattativa con i proprietari – continua il loro argomentare in nota – gli stessi non hanno prodotto alcun risultato, salvo quello di intensificare ancor di più la musica ad alto volume e i rumori durante gli spettacoli di intrattenimento, organizzati con assidua frequenza dai titolari”. Stamattina abbiamo incontrato il sindaco ed abbiamo consegnato, tanto a lui quanto alle autorità competenti, la segnalazione di quanto finora accaduto, riassunto in un esposto”. Puntualizzano, poi, che l’ordinanza comunale in merito, puntualmente, viene disattesa e frequentemente segnaliamo l’accaduto ai carabinieri che sono costretti ad intervenire nel rispetto di quanto previsto dalla legge. Tanto in Via Caltanissetta quanto in Via Tripoli, durante questi eventi organizzati dal locale in questione, i residenti hanno grosse difficoltà di riposo notturno e sono documentati i casi di accesso in Pronto Soccorso da stress. Siamo disposti a retrocedere dai nostri intenti di tutela legale e giudiziaria qualora riscontrassimo dai proprietari del locale il rispetto dell’ordinanza comunale in merito all’organizzazione di eventi. Diversamente andremo avanti”. I residenti di Via Caltanissetta e Via Tripoli, a quanto è dato sapere, insisteranno nella loro lamentele, fino alla soluzione del problema. A tanti sembra che facciano sul serio.

5.803 Letture

 

 

Scritto in SocietàComments (0)

 

Centro diurno per anziani critiche e assessore contrariato

Centro diurno per anziani critiche e assessore contrariato

Assessore Gaetano La PianaMUSSOMELI – E’ a dir poco contrariato l’assessore allo Sport Gaetano La Piana per le critiche che lo stesso definisce ingenerose, circa l’utilizzo dell’ex centro diurno per anziani “Francesca Sorce”. “Qualcuno –dice l’assessore- va dicendo in giro che noi abbiamo buttato fuori gli anziani da una struttura loro dedicata per darla gratuitamente all’Arcistrauss. Premesso che agli anziani è stata destinata una porzione di quello stesso immobile, l’obiettivo di questa Giunta municipale è quello di valorizzare il nostro centro storico, le nostre strutture e le associazioni benefiche che operano nel sociale. Tutte operazioni che abbiamo fatto con la convenzione che affida all’Arcistrauss l’ex centro diurno per anziani che sarà ristrutturato a spese dell’Arcistrauss e che per il suo utilizzo corrisponderà al Comune un canone di affitto di 650 euro mensili. Non solo. In questi giorni ad esempio, sono presenti a Mussomeli diversi giovani che vengono sottoposti a provini dall’ASD Mussomeli che come è noto da quest’anno militerà nel campionato di Eccellenza. Ebbene, non avendo questi giovani dove stare, abbiamo chiesto all’ARcistrauss disponibilità ad ospitarli presso l’ex centro diurno per anziani ed abbiamo trovata immediata disponibilità. Si tratta quindi di critiche ingenerose che tentato di gettare soltanto discredito sull’operato di quest’amministrazione che continua ad operare alla luce del sole nell’interesse della collettività e non certo del privato”. Così insomma l’assessore La Piana. La convenzione in questione circa l’assegnazione dei locali dell’ex centro diurno alla Strauss per farne un Centro Europeo della Cultura, fu siglata lo scorso mese di giugno. E prevede che le spese sostenute dall’associazione per l’adeguamento dei locali, vengano conteggiate con quanto dovuto a titolo di canone di locazione, in via presuntiva stimate in Euro 24.317,70 pari a n° 38 mensilità. L’Arci strauss quindi sosterrà i costi necessari per interventi manutentivi e di ristrutturazione. In particolare: ristrutturazione copertura, pavimentazioni interne, piastrellature servizi ed intonacatura parti delle pareti interne, ripristino infissi esterni, ed opere varie di rifiniture interne. Lo storico palazzo diventerà quindi Centro Europeo di Cultura ed ospiterà giovani provenienti da ogni parte d’Europa.

1.135 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Libro inglese e pace fatta con sindaco

Libro inglese e pace fatta con sindaco

Frank Scannella e sindacoMUSSOMELI –   Pace fatta tra Frank Scannella autore del romanzo “Sicilian shadows” (Ombre siciliane, ambientato a Mussomeli) e la sua città d’origine, Mussomeli, che ieri nella persona del sindaco Salvatore Calà ha dato il benvenuto al romanziere e lo ha anche invitato a presentare la sua opera alla cittadinanza. I malintesi erano sorti perché il romanzo, pubblicato nelle scorse settimane e il cui protagonista si chiama Salvatore, era stato presentato dalla stampa inglese come una storia autobiografica. I mussomelesi residenti in Inghilterra si sono risentiti e ben presto dalla terra di sua maestà, il risentimento è sbarcato a Mussomeli. L’autore che in questi giorni è tornato a Mussomeli insieme alla moglie Giuseppina Catania ed ai suoi tre figli (due ragazze e un ragazzo) per trascorrervi un periodo di ferie come è solito fare ogni anno, ha quindi voluto chiarire a “La Sicilia” la genesi e la storia del romanzo. Nessun atto d’accusa contro Mussomeli, ma al contrario un atto d’amore verso le sue origini perché pur essendo inglese in quanto nato e cresciuto in Inghilterra, nel profondo del cuore è rimasto siciliano. E dalle pagine del suo romanzo affiorano quindi i ricordi mischiati a storie di fantasia, di quando ragazzino tornava ogni estate in città e qui viveva in assoluta libertà, facendo parte della banda di Santa Croce (allora i ragazzini dei vari quartieri si organizzavano in bande) e con essa guerreggiava con fionde e pietre contro le bande rivali. Dice il sindaco Calà: “Dalla nostra chiacchierata è emerso che anch’io da ragazzino facevo parte di una banda che guerreggiava a pietrate con altre e di tanto in tanto qualcuno si faceva male, a causa della vivacità che caratterizzava negli anni Sessanta e Settanta i ragazzini di quel periodo. Eravamo tutti più liberi insomma e vivevamo quasi allo stato brado. Pace fatta dunque anche perché si tratta di un romanzo che prende spunti da episodi di vita reale vissuti nel nostro paese durante l’infanzia spensierata del suo autore. Episodi che richiamano come avveniva all’epoca, il profondo senso di appartenenza al proprio quartiere. Ed è chiaro poi che nell’immaginario di un ragazzino che vive all’estero e che torna durante l’estate al suo paese, le due realtà messe a confronto creano un mix di emozioni che adesso hanno preso forma in questo libro che spero di leggere al più presto anche in italiano. Invito quindi Francesco a presentarlo anche nella sua città”. Dice l’autore: “Sono ben lieto che i malintesi siano stati chiariti così da tagliare sul nascere le polemiche. Ringrazio il sindaco per l’invito a presentare il libro e a giorni farò dono di alcune copie di Sicilian shadows alla biblioteca comunale”.

1.068 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Elipista ripulita

Elipista ripulita

elipista ed erbacceMUSSOMELI – E’ stata ripulita dalle erbacce la pista di atterraggio dell’elisoccorso che versava in stato di abbandono. Ne dà comunicazione la Cgil che nei giorni scorsi aveva lanciato l’allarme, rimarcando come le alte erbacce già secche, in caso di incendio avrebbero potuto rendere non poco problematico l’atterraggio dell’elicottero del 118 in caso di trasferimenti urgenti. L’appello invero è stato raccolto a stretto giro e di questo bisogna darne atto, tant’è che i bordi dell’elipista adesso si presentano più decorosi.La Cgil quindi, nel rimarcare la propria soddisfazione per la sistemazione dell’elipista che si trova in contrada Castelluccio, ovvero in una zona elevata dislocata sopra l’ospedale, sottolinea la necessità di altri interventi. “Bisogna sistemare il manto stradale della strada di accesso che in alcuni tratti è sconnesso e crea problemi all’ambulanza, così come vanno sostituite le lampade fulminate delle luci di posizione notturna a bordo pista. Abbiamo notato infatti che non tutte le luci sono funzionanti, mentre alcune luci sono proprio rotte con tutto quel che ne consegue. La pista di elisoccorso nei tempi –prosegue la Cgil- è stata una conquista di civiltà per l’intero bacino di utenza che afferisce all’ospedale “Maria Immacolata-Longo” di Mussomeli e mantenerla quindi in stato di perfetta efficienza è il minimo che si debba fare per assicurare gli standard di sicurezza durante i trasferimenti di pazienti. L’elicottero del 118 atterra spesso a Mussomeli ed è un preciso dovere, sia nei confronti del pilota e del personale sanitario, sia nei confronti dei pazienti che a bordo di ambulanza vengono trasportati all’elipista, assicurare loro gli standard di efficienza necessari affinché il tutto avvenga senza pericolo alcuno”. La Cgil inoltre si dice preoccupata per le notizie che arrivano da Roma circa la bocciatura del Piano sanitario regionale che salvava le piccole strutture e in attesa di vederci chiaro, preannuncia tutte le azioni di lotta necessarie al mantenimento in vita dell’ospedale cittadino.

662 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Incidente in Via Palermo coinvolto un ciclista

Incidente in Via Palermo coinvolto un ciclista

biciclettaMUSSOMELI – Incidente mattutino in Via Palermo,all’altezza prima dell’incrocio riconducibile alla Via Santa Croce. Un militare dell’arma, in giro con la sua bici sarebbe stato strattonato da una macchina in movimento alla cui guida ci sarebbe stato tale C.C. Sul posto sarebbero arrivate le Forze dell’Ordine (carabinieri e Vigili urbani) per ricostruire la dinamica dell’incidente. L’incidentato ha dovuto ricorrere alle prestazioni del pronto soccorso per le escoriazioni che avrebbe riportato nell’incidente.

2.868 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

La confraternita dell’Addolorata compie 130 anni

La confraternita dell’Addolorata compie 130 anni

Settimana Santa 2005 083VILLALBA – Un’altra ricorrenza riempie le pagine della storia locale del piccolo paese nisseno. Stavolta interessa i fedeli, gli appassionati e i confratelli della Congregazione di Maria ss. Addolorata. Infatti, proprio in questo mese, ed esattamente il 15 luglio 1884, quindi 130 anni fa, il vescovo di Caltanissetta approvava lo statuto (che nel frattempo è andato perduto o sarebbe gelosamente conservato) della confraternita organizzatrice (insieme alla Confraternita del Sacramento) delle processioni religiose della Settimana Santa. A scoprire questo anniversario è stato proprio chi vi scrive grazie al volume Memorie del Comune di Villalba scritto da Giovanni Mulè Bertòlo nel 1900 che avendo notato la caduta della ricorrenza si è preso la briga di mettere al corrente il Presidente della Confraternita Giuseppe Plumeri e altri membri. Mesi fa la confraternita si è riunita in assemblea e ha reso noto a tutti i membri della ricorrenza, e per l’occasione il prossimo settembre ci saranno celebrazioni e manifestazione speciali per la festa dell’Addolorata. Va fatto notare un contributo sempre attuale estrapolato dal succitato libro di Mulè Bertolo che ricorda una delle missione della confraternita: “Scopo del sodalizio è l’esercitare i confrati nelle virtù e nelle pratiche religiose e di aiutarsi a vicenda, nelle necessità temporali e spirituali.”

790 Letture

 

 

Scritto in CuriositàComments (0)

 

Ad Acquaviva Platani in scena “’A famiglia Cimiciolla”:  venerdì quattro risate in Piazza Plado Mosca

Ad Acquaviva Platani in scena “’A famiglia Cimiciolla”: venerdì quattro risate in Piazza Plado Mosca

La famiglia cimiciollaACQUAVIVA PLATANI – In queste settimane Acquaviva Platani aggiorna le presenze nel suo territorio e l’atmosfera è diversa dal solito tram tram. Un periodo atteso durante il quale, con un programma attentamente elaborato dall’Amministrazione Comunale, presieduta dal sindaco Salvatore Caruso, con le diverse realtà locali, si dà corso a momenti ricreativo – culturali per animare la piccola comunità, che nel mese di agosto, trova il massimo dell’aggregazione sociale col rientro al paese natio di quanti, per ragioni diverse, sono sparsi per il mondo. Intanto, stasera, è in programma l’appuntamento coi “giochi senza frontiere” e venerdi sera, alle ore 21,30. In piazza Plado Mosca, sono in scena i 10 ragazzi della Compagnia Teatrale “’A Ciarmarita” con la commedia brillante in due atti di Giovanni Allotta dal titolo “A Famiglia Cimiciolla”. E ’apparso chiaro il messaggio degli attori, che da tempo si preparano a tale evento: suscitare il sorriso sulla faccia della gente, distraendola dalla quotidianità e dalla monotonia in cui la comunità in qualche modo si possa trovare!”

924 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

Cittadinanza onoraria  a Panvini

Cittadinanza onoraria a Panvini

Rosalba PanviniMARIANOPOLI – Sabato prossimo alle 18, presso la Biblioteca comunale sita nella centrale Piazza Garibaldi, il sindaco Carmelo Montagna conferirà la Cittadinanza Onoraria all’archeologa Rosalba Panvini. Nell’occasione la dott.ssa Rosalba Panvini terrà una Lectio Magistralis su “Sicani e Siculi”. Rosalba Panvini è nata a Catania dove ha conseguito la laurea in Lettere classiche e la specializzazione in Archeologia classica con la votazione di 110 e lode. Dal 2004 al 2010 è stata soprintendente per i Beni Culturali ed Ambientali di Caltanissetta e soprattutto è stata la scopritrice della nave greco-arcaica di Gela e dell’emporio arcaico, da cui provengono le famose e uniche are fittili che sono state esposte a Palazzo Montecitorio, al Louvre, in America. Dal 2010 al marzo del 2013 è stata Dirigente responsabile del Servizio Museo Interdisciplinare regionale di Caltanissetta cui afferivano i musei archeologici di Caltanissetta, Marianopoli e i musei minerari della Trabia Tallarita, Gessolungo e La Grasta. Dall’Istituto Italiano di Cultura di New York Le sono stati conferiti riconoscimenti per la sua attività scientifica (1996 e 2004) ed in Italia, a Livorno (1996), le è stato assegnato il 1° premio Lunigiana per il volume Gelas. Nel 1999 ha iniziato l’attività accademica, prima all’Università della Sorbonne di Parigi e quindi all’Università Federico II di Napoli. Ha poi insegnato all’Università Lumsa, a Caltanissetta, all’Università di Palermo/ Facoltà di Architettura e nella Università Kore di Enna. Dal 2000 ad oggi è docente nell’Università di Catania. Ha al suo attivo oltre 200 pubblicazioni scientifiche per il settore archeologico e topografico. Nel giugno del 2011, il Presidente Napolitano le ha conferito l’onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana. Dall’aprile 2013 è soprintendente per i Beni Culturali ed Ambientali di Ragusa. Nel gennaio del 2014 ha superato l’Abilitazione Nazionale di Professore Associato e di Professore Ordinario di Archeologia per le Università italiane.

748 Letture

 

 

Scritto in SocietàComments (0)

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com