VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | aprile, 2015

 

Alla “Garibaldi” di Villalba piccoli giornalisti crescono tra curiosità e interesse per il mondo dell’informazione

Alla “Garibaldi” di Villalba piccoli giornalisti crescono tra curiosità e interesse per il mondo dell’informazione

Terzo giorno (1)VILLALBA – Si è concluso il laboratorio di giornalismo durato tre giorni che ha visto coinvolto il giornalista e scrittore Jim Tatano svoltosi presso la scuola secondaria di I grado “G. Garibaldi” di Villalba dell’I.C Vallelunga-Villalba-Marianopoli diretto dalla Prof.ssa Graziella Parello. Il laboratorio di giornalismo intitolato “Scrivere è Crescere” è stato guidato dalla Prof.ssa Giusi Immordino e dal Prof. Mariano Mistretta ed è stato indirizzato a tutti i ragazzi e le ragazze delle varie classi dell’istituto comprensivo. Si è registrata una forte presenza di alunni, veri protagonisti del corso, che hanno mostrato molta attenzione, entusiasmo e perfino si sono “lamentati” della breve durata del laboratorio (sintomo questo d’apprezzamento e piacere) che gli ha permesso di conoscere meglio il mondo dell’informazione, dei media e del giornalismo in particolare. Molta curiosità hanno mostrato i ragazzi scoprendo la struttura del giornale, i termini gergali e i l’impegno dei giornalisti vittime di violenze. Tutti gli alunni hanno sottolineato con felicità quanto interessanti sono  stati i tre giorni d’incontro acquisendo un’ottica maggiore sul mondo della stampa. “Esperienza esaltante – affermano i professori Immordino e Mistretta – altamente formativa, perché avvenuta in un clima di leggerezza, serenità e condivisione senza divisioni di cattedra. I ragazzi hanno appreso facendo, operando, trasformandosi in piccoli giornalisti e veri protagonisti del progetto, coinvolti tutti, dal primo all’ultimo momento. Delle lezioni molto partecipate, con molta attenzione in cui è stata privilegiata la didattica del progetto e il ruolo dei ragazzi”. “Ho cercato di mettere a disposizione il mio modesto bagaglio culturale e formativo per i ragazzi – ha dichiarato Jim Tatano – e vederli coinvolti, curiosi e perfino desiderosi d’altri incontri  mi ha reso veramente orgoglio per quello che mi è stato permesso di fare. Uno scambio culturale molto importate che ha contribuito alla mia costante formazione umana.”

Articolo a firma di:

Morena Civiletto, Gaspare Costanza, Alex Fruscione, Giovanni Gaeta, Alessandro Messina, Salvatore Plumeri, Giuseppe Pio Saia, Sansone Santina, Maria Sofia Schillaci, Francesco Territo; Giuseppe Colletti, Calogero Fruscione, Sandro Gialì, Matilde Immordino, Olga Immordino, Matteo Lumia, Salvatore Lumia, Chiara Piazza, Clara Puleo, Lucrezia Zaffuto; Cosima Alessi, Virginia Catalano, Giuseppe Di Gangi, Lumia Luigi, Salvatore Miserendino, Cristina Morreale, Eva Morreale, Rosy Palermo, Sabrina Plumeri, Giada Scarlata, Adele Sorce, Marianna Territo e Salvatore Zaffuto

 

1.208 Letture

 

 

Scritto in CulturaComments (0)

 

“Lamentatori” Arciconfraternita di Mussomeli prossimamente a Roma e a Firenze

“Lamentatori” Arciconfraternita di Mussomeli prossimamente a Roma e a Firenze

Lamentatori locandina_mussomeliMUSSOMELI – In tanti ricorderanno quell’11 ottobre dello scorso anno, allorquando alla Madrice, coordinato dall’ex Priore Pippo Sorce, si è tenuto l’incontro confraternale sul tema: ““Il patrimonio culturale immateriale, una risorsa per le comunità”, partecipato e presenziato dalla SIMBDEA. Va detto subito che è un cammino atavico, quello dell’Arciconfraternita del SS. Sacramento di Mussomeli, relativamente ai “LAMENTATORI”, di ogni tempo, che, iniziato, forse, per diletto e passione, sta, ora, raggiungendo tappe interessanti, grazie alla collaborazione di persone studiose e degne di assoluto rispetto, a cui il sodalizio deve guardare con occhio benevolo di ringraziamento, per essersi spese e si stanno spendendo alla salvaguardia dei canti tradizionali mussomelesi della settimana santa con il riconoscimento di tali melodie quale” bene culturale immateriale”, proponendole, nel tempo attuale, soprattutto, ad un pubblico diverso, addirittura, in altri lembi di terra, con tutt’altra cultura e , certamente, anch’ esse, ricche di storia. I Lamentatori dell’Arciconfraternita di Mussomeli, da tempo, stanno portando in giro gli struggenti canti della settimana santa, “ricevuti in eredità”, gelosamente salvaguardati ed orgogliosamente tramandati alle nuove generazioni anche, come già detto, in territori lontani, perché, appunto, il canto non conosce distanze nè barriere. Una tournèe di due giorni, dunque, per i lamentatori mussomelesi a Roma e a Firenze, rispettivamente il 7 e 8 maggio prossimo. IL gruppo in trasferta è formato da Camillo Maida (prima), Salvatore Castello (secunna), Lino Maida, secunna, Daniele Di Maria, secunna, Franco Ognibene, basso, Giuseppe Riggio, basso, Pippo Sorce, basso, Giuseppe Mingoia, falsittu e tromba, Fabio Giardina (tamburo).

(http://www.simbdea.it/index.php?option=com_content&task=view&id=960&Itemid=1)

922 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, PoliticaComments (0)

 

Centro Diurno anziani “Francesca Sorce”: si riapre ed è inaugurazione

Centro Diurno anziani “Francesca Sorce”: si riapre ed è inaugurazione

centro_diurnoMUSSOMELI – Altra inaugurazione, stavolta, riservata alla riapertura del Centro diurno per anziani, in piazza Manfredi Chiaramonte, che avrà luogo il prossimo 7 maggio alle ore 18,30. Al taglio del nastro sarà presente il sindaco Salvatore Calà e il presidente regionale AUSER Sicilia Pippo di Natale ed il presidente provinciale AUSER di Caltanissetta Nicola Boccadutri. Va detto che la struttura è rimasta chiusa da qualche tempo a questa parte con grande disappunto per gli stessi anziani, che non hanno potuto fruire di questo luogo comune riservato, appunto, agli anziani, dove, ancor prima, avevano trascorso qualche ora insieme. E adesso la riapertura in piazza Manfredi Chiaramonte.

1.000 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, Eventi, SocietàComments (0)

 

C’è chi pulisce e cerca di abbellire il territorio, e c’è chi ruba le piantine nella piazza Chiaramonte

C’è chi pulisce e cerca di abbellire il territorio, e c’è chi ruba le piantine nella piazza Chiaramonte

Piazza Manfredi chiaramonteMUSSOMERLI – Segni in inciviltà da parte di qualche screanzato. “Mesi addietro fu l’imbecille di turno ad imbrattare con scritte deliranti il muro della chiesa di Sant’Antonio Abate ubicata in Piazza Chiaramonte, in pieno centro storico. Scritte poi cancellate. Stavolta l’incivile di turno ha fatto di peggio: ha rubato delle piantine di fiori amorevolmente messe a dimora un mese addietro proprio in quella piazza. Il valore economico delle piantine trafugate è irrisorio, pochi euro, ma è il gesto in sé che dà la percezione di una mentalità che va combattuta a tutto campo, la mentalità che il bene comune non è di nessuno. Quelle piantine erano state comperate dagli appartenenti e simpatizzati del Comitato «Pensare Solidale» che nelle settimane passate, s’erano rimboccate le maniche e non solo avevano spazzato e ripulito dalle erbacce piazze e stradine del centro storico, ma, come in questo caso, avevano messo a dimora petunie, peonie ed altri fiori, così da abbellire quella piazza e darle un tocco di colore. Di quelle piantine si prendono cura giornalmente alcuni residenti che provvedono ad innaffiarle. Grande è stato il disappunto quando gli stessi che se ne prendono cura hanno notato che dall’aiuola mancavano almeno quattro piantine, sradicate e portate via. Sentito in merito, il tassista Salvuccio Bellanca, fautore anche la scorsa estate di tali iniziative di pulizia fai dà te in tutto il paese, ha commentato: «Mi sembra vergognoso come cittadino di Mussomeli che nel nostro paese continuino a succedere queste cose. E tuttavia anche al cimitero mi risulta che rubano piantine dalle aiuole, fiori, lumini e angioletti. Mi è anche successo un fatto spiacevole. Il giorno di San Giuseppe, mio papà aveva portato dei fiori alla mamma che faceva l’onomastico. Un’ora dopo mio padre è tornato per altri motivi e passando davanti la tomba della mamma ha notato che i fiori erano spariti. Ecco perché il furto delle piantine da Piazza Chiaramonte, purtroppo è in sintonia con questi furti di poco conto dal punto di vista economico che tuttavia incidono davvero molto dal punto di vista etico e sociale. sono stato avvisato dal signor Piccica che insieme ad altri si prende cura di quelle piantine, una ventina, che avevamo comperato coi nostri soldi e piantumato nell’aiuola». Una costante insomma che si ripete: anche dai vasi comunali ubicati in via Madonna di Fatima, negli anni, qualcuno ha continuato a rubare le piantine messe a dimora”.

1.344 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

E’ in pagamento contributo libri di testo anno scolastico. 2012/2013

E’ in pagamento contributo libri di testo anno scolastico. 2012/2013

Municipio-300x225MUSSOMELI – A firma dell’assessore comunale ai servizi sociali Monia Carrubba è stato diramato un avviso in cui si informa la cittadinanza che con sono state messe in liquidazione i contributi libri di testo per gli alunni della scuola dell’obbligo e secondaria superiore, per l’anno scolastico 2012/2013. I beneficiari interessati potranno riscuotere le somme spettanti presentandosi allo sportello della Banca “Monte dei Paschi di Siena” sita in via Palermo n.116, muniti di un valido documento di riconoscimento unitamente al codice fiscale del richiedente. L’assessore Carrubba consiglia, prima di recarsi presso gli sportelli della banca sopraindicata, di verificare l’elenco degli ammessi presso l’Ufficio Pubblica Istruzione del Comune. Precisa, poi, che ai beneficiari che non riscuoteranno la somma spettante entro il mese di maggio 2015, il Comune provvederà a trasmettere l’importo tramite assegno circolare non trasferibile, decurtando le spese di spedizione.

 

762 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

Gruppo Misuraca fuori dalla competizione. Ritirati candidato D’Amico e lista

Gruppo Misuraca fuori dalla competizione. Ritirati candidato D’Amico e lista

Mario-damicoMUSSOMELI – Alla fine non parteciperà alle elezioni comunali.

Il gruppo facente capo all’onorevole Filippo Misuraca, dopo aver esperito diversi tentativi per trovare una sintesi con la compagine di centrodestra, ha scelto di tirarsi fuori  alle prossime elezioni comunali, rinunciando, non solo  a candidare  a sindaco il presidente del consiglio Mario D’amico, ma anche a presentare una propria lista.

La decisione è motivata in una nota in cui si legge:  “Le vicissitudini che hanno caratterizzato questa fase di avvio della campagna elettorale per il rinnovo degli Organi Comunali, si sono sviluppate essenzialmente per quanto riguarda il centro-destra nel tentativo di proporre ai cittadini uno schieramento coeso, compatto e unitario.

E’ stato un lavoro lungo e faticoso ma che non ha portato alla tanto desiderata unità complessiva del centro-destra. Noi ci abbiamo provato ma alla fine abbiamo dovuto registrare la volontà di giungere alla esclusione di una componente politica del centro destra, caratterizzatasi nelle ultime elezioni nel Movimento Civico per Mussomeli con un suffragio popolare di ben 1600 voti.

La candidatura proposta di Mario D’Amico è stata una provocazione per snidare le strategie elettorali del centro-sinistra ed uno strumento per la proposizione di un uomo di grande esperienza in un momento così difficile per le sorti del nostro Comune. Ma evidentemente così non è stata recepita! Al termine di questo percorso abbiamo dovuto tirare le somme e decidere il da farsi, con grande sofferenza umana e politica.

Non vogliamo certamente passare alla storia per avere in qualche modo ostacolato l’area politica alla quale sentiamo di appartenere, pertanto non riteniamo di volere insistere sulla candidatura di Mario D’Amico al solo scopo di dividere il centro-destra e danneggiare gratuitamente il candidato Catania, perchè alla politica come abbiamo sempre creduto vogliamo dare un valore serio.

Al candidato Catania vanno i nostri sinceri e migliori auguri. Per questi motivi nel far venire meno la candidatura a Sindaco di Mario D’Amico ritiriamo dalla competizione elettorale anche la lista del Movimento Civico per Mussomeli.

Lasciamo liberi dunque i nostri elettori di indirizzarsi e scegliere secondo scienza e coscienza, aderendo a quelle  proposte che riterranno più credibili nell’interesse esclusivo del paese e dei suoi cittadini”.

2.670 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Il decesso della professoressa Santina Noto. Oggi pomeriggio le esequie

Il decesso della professoressa Santina Noto. Oggi pomeriggio le esequie

notomMUSSOMELI – A 86 anni compiuti, la docente in pensione Santina Noto, da ieri, ha chiuso definitivamente la sua vita terrena. La camera ardente, allestita nell’ abitazione di Via Palermo, è stata vegliata dai familiari ed è stato un via vai di quanti l’hanno conosciuta ed apprezzata per la bontà d’animo. Qui hanno reso omaggio alla sua salma. Laureata in farmacia, la professoressa Santina Noto, per la sua grande inclinazione e passione per la scuola, ha insegnato matematica e scienze presso la scuola Media “Leonardo da Vinci”. Una docente solare ed assai gentile, come hanno detto in tanti, si è fatta apprezzare per le sue doti umane, cordiale e attenta verso i suoi alunni, a cui voleva un gran bene. Le sorelle, i fratelli, le cognate, il cognato, i tanti nipoti e pronipoti piangono la sua dipartita. Le esequie saranno celebrate, oggi pomeriggio, nella parrocchia di Cristo Re, alle ore 15. Subito dopo la salma, muoverà verso il Camposanto, dove la bara sarà tumulata all’ombra dei cipressi.

3.185 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, SocietàComments (0)

 

Alessandro Plumeri si ricandida a Sindaco di Villalba

Alessandro Plumeri si ricandida a Sindaco di Villalba

Plumeri-AlessandroVILLALBA – Il sindaco uscente Alessandro Plumeri, 50 anni, ci ripensa e a differenza di quanto dichiarato un paio di mesi addietro, ha deciso di scendere in campo. Sarà quindi una sfida a due a Villalba, un dejà vu a distanza di dieci anni tra il medico Eugenio Zoda sindaco fino al 2010 ed appunto il geometra/imprenditore Alessandro Plumeri che a conclusione del suo primo mandato si ricandiderà. I due si scontrarono nel 2005, con Zoda sindaco uscente che vinse sui due sfidanti, uno di essi era appunto Plumeri. E ieri lo stesso sindaco ha confermato: “Abbiamo fatto un incontro venerdì sera col comitato. Francamente non avevo sciolto le mie riserve, come a suo tempo dichiarato, ma gli amici del comitato ormai da una ventina di giorni non cercavano più candidati ed hanno puntato di nuovo su di me. Io ero restio a tornare in campo per motivi di lavoro, ma a seguito delle loro insistenze alla fine ho deciso nel senso della continuità di dare ancora una volta il mio personale contributo a Villalba, per portare a compimento il programma, con la speranza che sia una campagna elettorale serena come ha già dichiarato il mio avversario. Una cosa però è dirlo un’altra farlo. Da parte mia c’è l’impegno a non illudere l’elettorato promettendo posti di lavoro inesistenti, ma la garanzia di continuare a lavorare con onestà come ho sempre fatto. La lista si chiamerà “Insieme per Villalba” ed a breve sceglieremo gli assessori. Aggiungo che sono contento di potermi sfidare col dott. Zoda così da mettere a confronto i miei cinque anni di amministrazione coi dieci anni delle sue. Saremo insomma gli ultimi due sindaci di Villalba a confrontarci e come sempre saranno gli elettori a decidere”.

1.448 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Finanzieri tornano a scuola fra gli studenti dell’Ex Hodierna

Finanzieri tornano a scuola fra gli studenti dell’Ex Hodierna

Finanzieri 11014990_10206503848545135_1018201809974278173_nMUSSOMELI – Fiamme gialle a scuola per parlare di legalità, lotta alla droga, alla contraffazione, alle truffe e per mettere in guardia gli studenti dai pericoli che si annidano nel web. Ieri mattina, il capitano Sebastiano Rapisarda, capo ufficio comando del comando provinciale della Guardia di finanza di Caltanissetta, assieme a Giuseppe Tamburo, comandante della locale tenenza e al maresciallo Vincenzo Puma, esperto in reati informatici, hanno incontrato nell’auditorium di contrada Prato gli studenti dell’Istituto superiore ex Hodierna. Iniziativa legata al progetto di educazione alla legalità economica, promosso dal Comando generale della Guardia di finanza in collaborazione con il Ministero dell’Università e della Ricerca. Il capitano Rapisarda, nella veste di divulgatore del progetto, ha argomentato proprio sul concetto di legalità economica, presentando due fotodocumentari. Il primo sull’immigrazione, con un ricordo del naufragio dell’autunno 2013. Rapisarda ha anche riportato la testimonianza di un profugo afgano, che ha ricevuto dalla polizia iraniana, turca e greca botte e umiliazioni, mentre dalle forze dell’ordine italiane acqua, cibo e vestiti. Il secondo fotodocumentario riguardava le doppia faccia della disabilità: quella vera, dei diversamente abili che vincono le proprie difficoltà con lo sport, e quella fasulla dei falsi invalidi. Poi, attraverso l’intervento del maresciallo Vincenzo Puma, si è parlato delle insidie che si nascondono dietro internet e i social network, canali che in molti casi facilitano le attività dei pedofili. Ed ancora sono stati lanciati dei messaggi contro la droga e la contraffazione. “Bisogna stare attenti- ha messo in guardia il capitano Rapisarda- perché dietro alla contraffazione si celano prodotti che possono fare male alla salute”

212 Letture

 

 

Scritto in Attualità, CulturaComments (0)

 

Verde pubblico piantumati circa 200 nuovi alberi

Verde pubblico piantumati circa 200 nuovi alberi

  • piantumazione oleandri allo stadioMUSSOMELI  – La primavera è arrivata anche a Mussomeli con la piantumazione in questi giorni di 260 nuovi alberi a cura dell’amministrazione comunale. Si tratta di pini ed oleandri che vanno ad abbellire diverse aree, tra cui quella adiacente l’ospedale “Maria Immacolata-Longo” in via Spallanzani (la strada che porta all’elipista) e due lati del perimetro dello stadio “Nino Caltagirone”. Fautore di tale iniziativa il vicesindaco Sebastiano Sorce, con delega al Verde pubblico che dice: “Si tratta di interventi di abbellimento eseguiti a costo zero per le casse comunali. Ho fatto richiesta all’azienda demaniale delle Foreste di Caltanissetta che ha dato piena disponibilità alla nostra iniziativa. Ringrazio il direttore provinciale, Salvatore Lacagnanina, e Bruno Catalano che si sono attivati per favorire tale consegna. Le nuove piante. 200 oleandri e 60 pini ci sono state consegnate dal vivaio di Mazzarino. La maggior parte degli oleandri –continua il vicesindaco- sono stati piantumati nel perimetro dello stadio comunale per realizzare una siepe frangivento ed allo stesso tempo abbellire la struttura sportiva. Dietro una delle porte abbiamo piantumato anche dei pini d’Aleppo. Il resto delle piante sono state messe a dimora nell’area cimiteriale, nel parco urbano ed anche nell’area a ridosso dell’ospedale. E chiediamo adesso a qualche solerte dipendente dell’ospedale di prendersi cura di tali piante che andranno innaffiate quest’estate per consentire loro una crescita vigorosa. Siamo ormai alla fine di quest’amministrazione –conclude il vicesindaco- e per quanto mi riguarda credo di avere piantumato migliaia piante a Mussomeli. Mi auguro che il mio successore dia le giuste direttive affinché questo lavoro non vada perduto, ma al contrario, le piante possano crescere e diventare parte dell’arredo urbano della nostra cittadina”.
1.330 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com