VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | dicembre, 2015

 

Raid in casa nel centro storico, saccheggiata dai ladri per la seconda volta

Raid in casa nel centro storico, saccheggiata dai ladri per la seconda volta

immagine di repertorio

immagine di repertorio

MUSSOMELI. Danneggiata e saccheggiata per l’ennesima volta l’abitazione di Mario Caruso, attualmente detenuto.

La segnalazione viene da un cittadino che percorrendo le vie del centro storico per riassaporare l’atmosfera del tempo che fu, ha notato la casa in questione devastata.

Ieri mattina ci siamo quindi portati sul posto in via Architetto Costanzo, rione Carmelo, ed abbiamo constatato che qualcuno ha sfondato la parte sottostante della porta di ingresso ed una volta penetrato all’interno ha messo sottosopra le mobilia, facendo razzia di quel che gli serviva. Addirittura dal piano superiore hanno perfino rubato un balcone finestra in alluminio.

La casa era già stata saccheggiata l’anno scorso tant’è che quando Caruso era stato scarcerato l’aveva trovata sottosopra. E negli anni scorsi era stata sistemata a dovere, a seguito di una cordata di solidarietà che s’era costituita alla bisogna ed aveva rimesso a nuovo quello che prima era soltanto un tugurio privo di tetto e perfino dei servizi igienici, coi muri ancora in nuda pietra e gesso, trasudanti umidità.

Il tugurio non aveva neppure pavimento, né acqua corrente. Perfino per lavarsi Caruso – con diversi problemi di giustizia alle spalle – doveva uscire fuori di casa.

Un gesto di grande fratellanza a riprova del grande cuore dei mussomelesi nei confronti dei soggetti meno fortunati che tuttavia, alla luce di quanto accaduto, getta una luce inquietante su soggetti che continuano a razziare abitazioni private anche se, come in questo caso, sembra più un fatto privato.

Tuttavia quando Caruso finirà di scontare la pena, si ritroverà ancora una volta con la sua modesta abitazione devastata e depredata.

2.080 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Il Sindaco Giuseppe Catania ai cittadini: “Ecco la situazione del Comune di Mussomeli”

Il Sindaco Giuseppe Catania ai cittadini: “Ecco la situazione del Comune di Mussomeli”

Relazione semestrale 2MUSSOMELI – Dinanzi al cospetto dei cittadini, invitati attraverso gli organi di comunicazione, per un’ora e mezza circa, Relazione semestralesenza alcuna pausa, alla palestra Comunale, presenti sul palco, l’intera giunta nelle persone del vice sindaco Francesco Canalella e degli assessori Giuseppina Territo, Seby Lo Conte e Giuseppe Mancuso, ed in platea, dei diversi consiglieri comunali, compreso il presidente del Consiglio Gero Valenza, il primo cittadino Giuseppe Catania ha presentato la sua relazione semestrale diretta ai cittadini mussomelesi, relativamente ai primi sei mesi di attività della sua giunta. I dati finanziari sono stati esposti, sviluppati e proiettati su un schermo gigante visibile a tutti. Una platea attenta ed assai silenziosa per ascoltare dalla viva voce del primo Relazione 3cittadino lo “stato di salute” dell’Ente Comune, che dal 15 giugno egli dirige. Ha toccato i diversi settori, interventi e prospettive, della vita amministrativa, sottolineando con chiarezza, circostanze e situazioni riconducibili a periodi amministrativi precedenti e ciò quello che in questi sei mesi è riuscito, assieme alla sua giunta, a mettere in campo, ringraziando quei consiglieri comunali che l’hanno supportato nell’azione amministrativa. Ha parlato ininterrottamente, applaudito alla fine dalla platea. Subito dopo, appena sceso dal palco abbiamo chiesto se si fosse stancato “Un po’ sì, ma sono soddisfatto!, ci ha risposto. Da dire che, l’occasione è stata propizia, anche per lo scambio degli auguri per il 2016.

2.199 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Il comune di Valledolmo vince il Premio Innovazione Digitale SMAU Napoli 2015

Il comune di Valledolmo vince il Premio Innovazione Digitale SMAU Napoli 2015

Assessore-Guglielmo-Lombino-e-Sindaco-Luigi-Favari2VALLEDOLMO – Il comune di Valledolmo vince il Premio Innovazione Digitale SMAU Napoli 2015, un prestigioso riconoscimento nazionale, per aver adottato il sistema Uno@uno nella raccolta differenziata.
La tracciabilità premia i cittadini virtuosi e incrementa la raccolta differenziata. Il comune di Valledolmo ha, infatti, adottato il sistema brevettato dalla società Uno@uno differenziata s.r.l. di Caltanissetta che consiste nella distribuzione a tutta la popolazione di etichette con codice a barre da applicare sui sacchi del materiale differenziato. Questo sistema permette di tracciare ogni rifiuto, rendere i dati trasparenti ad ogni nucleo familiare e premiare chi differenzia di più con uno sconto sulla tariffa della tassa comunale sui rifiuti.

«Questa bella notizia ci riempie di orgoglio ed entusiasmo – dichiara l’assessore Guglielmo Lombino – è un onore per il Comune di Valledolmo ricevere un così importante riconoscimento. Questo premio ci incoraggia a proseguire lungo la strada del miglioramento del nostro sistema di raccolta dei rifiuti. Un ringraziamento particolare va ai nostri cittadini, che hanno partecipato all’iniziativa con entusiasmo e che cercheremo di ricompensare con gli sconti in bolletta. Mi sento di condividere questo brillante risultato con la società Uno@uno, che ha ideato il progetto, e con la società A.M.A. che ci ha voluto sostenere in questo esperimento. Una sincera gratitudine va agli operatori ecologici dell’A.M.A. e alle nostre lavoratrici comunali che quotidianamente operano con impegno e dedizione per la buona riuscita dell’iniziativa».

«Il progetto della Uno@uno si inserisce perfettamente – dichiara il sindaco Luigi Favari – nel percorso che la nostra Amministrazione ha portato avanti in questi anni. L’obiettivo è quello di aumentare la percentuale di raccolta differenziata, diminuire i conferimenti in discarica e conseguentemente diminuire il costo del servizio e la bolletta dei cittadini».

«Nel frattempo – continua il primo cittadino – dalle strade della nostra cittadina sono completamente scomparsi i fastidiosi cassonetti. Il comune ha infatti, già da oltre un anno, introdotto il c.d. “porta a porta spinto” nella raccolta dei rifiuti, cioè non soltanto nel centro urbano, ma anche in periferia. Grazie agli sconti in bolletta, in un solo anno le compostiere domestiche per la raccolta dei rifiuti organici (il cosiddetto “umido”) sono passate da 50 a 300 e si iniziano a vedere i primi risultati anche in termini di conferimento in discarica».

Dai primi dati parziali provenienti dall’A.M.A., nel 2015 è infatti diminuita di circa 100 tonnellate la produzione di RSU e contemporaneamente è aumentata di 10 tonnellate la raccolta della frazione secca.

L’introduzione di Uno@uno ha portato ad una rimodulazione dei meccanismi di incentivo della Tari, la tassa comunale dei rifiuti. In precedenza le economie che a fine anno risultavano dalla gestione dell’azienda Ama, Alte Madonie e Ambiente, erano redistribuite alla cittadinanza sotto forma di sconti “a pioggia”. «Non c’era, insomma – prosegue il sindaco – un sistema meritocratico. Invece da quest’anno distribuiremo i vantaggi sulla base della virtuosità delle famiglie, certificata dai dati sulla quantità di rifiuti differenziati conferita. Ogni conferimento si traduce in un punteggio assegnato alla famiglia, sulla base del quale si calcola uno sconto sulla Tari. In particolare, per il saldo della bolletta 2015, abbiamo calcolato che, in base alle pesature da settembre a novembre, ogni cittadino riceverà uno sconto in bolletta di un euro per ogni due kilogrammi di rifiuto differenziato conferito».

745 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Il pensionamento di Cris Amico: è festa coi colleghi

Il pensionamento di Cris Amico: è festa coi colleghi

IMG_3167 MUSSOMELI – Lunga carriera alle dipendenze del Comune di Mussomeli per Giovanni Crisostomo Amico, familiarmente per tutti Cris, e proprio quasi alla fine dell’anno, ha voluto riunire colleghi ed amministratori per il saluto di congedo, per festeggiare il suo pensionamento, dopo 40 anni di attività lavorativa di cui oltre 33 anni al Comune, e circa 7 anni fra scuola e Consorzio del Salito. Fu il 1° giugno 1982 il suo primo giorno lavorativo con la qualifica di Vigile Urbano, passando, dopo IMG_3241appena sei mesi, “in maniera temporanea” alla Ragioneria, rimanendovi, invece, nove anni. Poi, un ritorno al Corpo dei Vigili Urbani fino al 1997, quando gli fu affidata una nuova incombenza da svolgere all’Ufficio Anagrafe, Autentiche e carta d’identità, rimanendovi, per sette anni. L’ultimo e definitivo “trasloco”, o meglio passaggio, all’Ufficio tecnico, come responsabile dei servizi cimiteriali. Un’ampia esperienza, dunque, maturata sul campo e nei diversi settori della vita amministrativa comunale, rendendolo popolare e, per certi versi, punto di riferimento. L’incontro coi colleghi, amministratori e a famiglia, nell’aula Francesca Sorce, è stato, per il festeggiato, un momento di provata commozione, anche se ha cercato di nasconderla, con il suo naturale sorriso che sa di disinteressata amicizia. Gli auguri del Presidente del Consiglio Comunale Gero Valenza, del Sindaco IMG_3253Giuseppe Catania, e dei colleghi, Alba, Genco Russo e Bonono, la targa ricordo dell’amministrazione e l’omaggio dei colleghi per il festeggiato, l’omaggio floreale alla signora Amico, il brindisi ed il ricco bouffet, la foto ricordo con tutti i presenti, in una cornice di autentica festa, hanno segnato e scritto una bella pagina sull’attività lavorativa di Cris Amico, che non avrà più l’assillo “dell’alzata presto per andare a lavoro”, riservando il suo tempo principalmente per la famiglia. Un primo gennaio, dunque, in una nuova dimensione e con doppi auguri: l’inizio del 2016 e l’inizio della pensione.

1.801 Letture

 

 

Scritto in Eventi, SocietàComments (0)

 

Problemi alla Pediatria del “M.I.Longo” di Mussomeli ed è conferenza stampa lampo

Problemi alla Pediatria del “M.I.Longo” di Mussomeli ed è conferenza stampa lampo

Conferenza stampa Ospedale 29122015MUSSOMELI – Conferenza stampa lampo, lunedì pomeriggio, poco dopo le 16, presso gli Uffici della direzione sanitaria del Conferenza Ospedale 29122015“M. I. Longo” di Mussomeli, tenuta dal dott. Alessandro Mazzara e dalla dottoressa Santino, giunti immediatamente a Mussomeli, a seguito di una telefonata della mattinata, fatta dai vertici del Comune, appunto, intorno a mezzogiorno, dopo avere, a loro volta, ricevuto delle telefonate dall’ambiente ospedaliero che evidenziavano seri problemi di funzionalità nel reparto Pediatria, riconducibili a problemi di varia natura riguardante il personale in carico. All’incontro è stato presente il sindaco Giuseppe Catania, il presidente del Consiglio Comunale Gero Valenza, la stampa, operatori sanitari e sindacalisti. (IL VIDEO)

1.465 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, SocietàComments (0)

 

Mostra d’arte presso lo studio Icona-Arte  a Marianopoli

Mostra d’arte presso lo studio Icona-Arte a Marianopoli

Presepe Marianopoli 1MARIANOPOLI – Nell’atmosfera delle festività natalizie sta riscuotendo un grande successo di pubblico e di critica la Mostra d’Arte e Presepi in corso presso lo Studio Icona-Arte di via Pietro Neri a Marianopoli. Inaugurata lo scorso 23 dicembre, la Mostra è stata particolarmente apprezzata la notte del 24, subito dopo la funzione religiosa della Natività ed a conclusione della processione con deposizione del bambinello Gesù nel Presepe di Piazza Garibaldi, dove il 3 gennaio 2016 si svolgerà la XX° edizione della Sagra della Ricotta e dei Prodotti Tipici locali, a cura dell’Amministrazione Comunale e del folto gruppo del volontariato storico locale. Si tratta di una splendida Mostra d’Arte e di Presepi, con opere di Giuseppe Inserra, Dario Schifano e Giuseppe Volante, che da senso ed anima alla sacralità diffusa nel nostro paesaggio, dove sono proposte le opere. Particolare effetto scenico ed emozione suscita la ricostruzione accurata della Natività ambientata presso la Roba Nuova della Scala, opera di Dario Schifano. Sono angoli di bellezza pieni di suggestione, che tolgono il fiato per la semplicità ed il candore che suscitano nell’animo di chi guarda. E’ il migliore augurio per gli occhi del visitatore, nell’incanto della tradizione di Natale, che si rinnova nel tempo ciclico e perenne dello scorrere delle stagioni della nostra vita.

642 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Pro Loco Vallelunga, appuntamento di fine anno tra resoconti e nuovi propositi

Pro Loco Vallelunga, appuntamento di fine anno tra resoconti e nuovi propositi

cena pro loco 2VALLELUNGA – Come ogni anno rinnovato l’appuntamento di fine anno per fare il punto sulle attività svolte e da svolgere per la Pro Loco di Vallelunga Pratameno presieduta da Loreto Ognibene, che insieme agli associati, ad alcuni amici, ai 9 ragazzi impegnati nel Servizio civile e nel Piano “Garanzia giovani” (Gisella Guagenti, Antonella Fiorella, Maria Chiara Insinna, Vanessa Gioia, Salvatore Chimera, Nina Malta, Agata Ognibene, Enza Sanfratello e Francesco Messina) si sono incontrati in un noto locale per una serata conviviale. Alla fine della cena il presidente Ognibene ha preso la parola per fare un resoconto e mostrando la propria soddisfazione per l’opportunità che la Pro Loco è riuscita a dare ai 9 ragazzi, ma ha anche aggiunto che per il 2016 ci saranno nuove attività da portare avanti con entusiasmo e impegno. Presente all’appuntamento anche l’Olp (Operatore Locale di Progetto) Liborio Ognibene.

1.300 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

Presepe Vivente dei bambini  a Mariamopoli

Presepe Vivente dei bambini a Mariamopoli

pRESEPE mARIANOPOLI 3MARIANOPOLI – n uno spazio di risulta della periferia del paese è stato realizzato a Marianopoli un Presepe vivente “a sorpresa”, grazie all’iniziativa spontanea e commovente dei bambini del quartiere. Tra le vie Rimini e Cagliari, con un impegnativo lavoro di progettazione, ripulitura e sistemazione del terreno incolto, è stato realizzato lo scenario e la capanna della Natività. L’iniziativa è stata ideata in particolare da Francesco Naro, collaborato da Alessio e Antonino Volante, Francesco Burrafato e Aldo Ristagno. L’entusiasmo e l’operosità di questi bambini è stata contagiosa ed ha coinvolto tanti altri loro coetanei. Infatti, a sorpresa, la sera di lunedì 28 dicembre sono state tante le comparse ed i figuranti del suggestivo Presepe vivente, quali: Ilaria Lombardo Baglio, Alessandra Naro, Maria Chiara Alessi, Fatima Lombardo, Ester Naro, Marissa Burrafato, Emilia Ristagno, Marco Noto, Salvatore Infurna, Adele e Stefania Paternò. Avvisati dell’evento, durante la rappresentazione del Presepe vivente sono intervenuti, assieme ad una folta presenza di spettatori, il viceparroco don Massimo Guarino, che ha benedetto il Presepe, il Maresciallo dei Carabinieri Immordino ed il Sindaco Carmelo Montagna, che ha apprezzato la laboriosità e la fantasia dei bambini. Il pubblico encomio è stato condiviso dai presenti come modello da imitare in avvenire, richiedendone replica per la serata della XX° Sagra della Ricotta in Piazza Garibaldi il 3 gennaio 2016 ed il successivo 5 gennaio.

601 Letture

 

 

Scritto in Attualità, EventiComments (0)

 

Pranzo della solidarietà: sindaco e vice sindaco cantano “Si può dare di più”

Pranzo della solidarietà: sindaco e vice sindaco cantano “Si può dare di più”

Pranzo della solidarietà 29122015MUSSOMELI – Pranzo sociale della solidarietà con i meno fortunati. Sulla torta, la scritta “Un giorno Insieme” per compendiare il significato di un evento promosso dall’Amministrazione Comunale ed ampiamente condiviso dalle Associazioni Pro Loco, Misericordia, Amici di San Francesco ed Associazione Vivi, e non solo da loro, ma anche da Graziano Catering e collaboratori, dai duo Giuseppe Lo Brutto e Gianfranco Navarra e i nuovi novenari di Natale: tutti quanti uniti da un solo denominatore comune: la solidarietà con un pranzo sociale senza strombazzamenti, quanto invece, con un’atmosfera di semplicità e di naturalezza da suscitare spunti di riflessione per tutti quanti i presenti. In fondo alla sala, un vistoso albero di Natale sembra avere abbracciato i commensali che hanno così potuto consumare il pranzo della solidarietà, attorno ad una calorosa mensa che non conosce confini, ma soprattutto per avere trascorso una giornata insieme. Il Sindaco Catania ha pranzato in mezzo a loro. Prima dell’assaggio della torta, in tanti si sono improvvisati cantanti con il noto brano “Si può dare di più” e fra questi, sindaco e vice sindaco..  “Un clima sereno, dunque, amicale e, per certi versi, anche di tenerezza”, ha qualcuno commentato.

1.664 Letture

 

 

Scritto in Eventi, SocietàComments (0)

 

Tasse sotto Natale

Tasse sotto Natale

MussomeliMUSSOMELI – C’è l’associazione animalista che chiede uno sgravio delle tasse per chi adotta un cane, c’è l’artista impegnato che invoca mano pesante contro chi insudicia il paese e utilizzare i soldi incassati dalle multe per finanziare delle opere artistiche da posizionare nel centro storico. Infine ci sono i partiti dell’opposizione che tornano alla carica chiedendo il ritiro delle bollette della Tarsu del 2009 finite sotto l’albero di Natale. A Mussomeli l’argomento tasse inevitabilmente diventa il vero protagonista delle feste natalizie. E non può essere altrimenti quando le imposte incidono pesantemente sulla tenuta dei conti delle famiglie. Tra le proposte di fine anno c’è ad esempio quella avanzata dalla “Happy Tail”, associazione no profit per la difesa degli animali e dell’ambiente che si è fatta promotrice di un’iniziativa che, in diverse città italiane, è già stata attuata. La proposta è molto semplice: ad ogni persona o nucleo familiare che adotti uno o più cani che si trovino nelle strutture convenzione e sovvenzionate dal Comune (sgravando così l’ente dal mantenimento e dando una famiglia e una casa ad un amico a quattro zampe), verrà concesso uno sgravio fiscale dalle tasse comunali. Uno sconto accordato sulla Tasi ma anche su altre tipologie di imposte. Un’altra proposta viene lanciata dall’artista Peppe Piccica, che da qualche mese sta regalando alla città i suoi disegni buoni per impreziosire il centro storico. Pannelli raffiguranti alcuni dei suoi lavori affissi sulle pareti delle case, delle chiese, agli angoli delle strade e delle piazze. L’obiettivo di Piccica è quello di portare la bellezza in ogni spazio vivibile della città. Ma l’artista sa che un progetto così ambizioso prevede un costo, e che il Comune potrebbe permettersi attingendo fondi da capitoli sostenuti ad esempio dalle multe. “Bisognerebbe- propone- multare chi sporca, chi insudicia la città. Con i soldi raccolti dalle contravvenzioni si potrebbe sostenere la realizzazione di allestimenti artistici. Da un po’ di tempo, grazie alla collaborazione di sponsor e dell’Amministrazione comunale, sto posizionando delle mie opere negli angoli della città. E’ un esperimento che sta funzionando. Penso che bisognerebbe continuare su questa strada. Bisogna punire chi rende la città più sporca per sostenere l’arte. Punire le brutture per finanziare la bellezza”. Intanto, sempre sul fronte tributi, dal Pd si esprime una certa amarezza per il fatto che il sindaco Giuseppe Catania non abbia ancora dato una risposta ufficiale ai suggerimenti dell’opposizione consiliare, che sulla Tarsu aveva avanzato diverse proposte, come il ritiro delle bollette, la restituzione dei soldi a chi ha già saldato e la denuncia, per procurato allarme nei confronti della società che si occupa della bollettazione. Alle richieste della minoranza consiliare non ha fatto seguito alcuna replica del primo cittadino, che però anticipa. “Sull’argomento nei prossimi giorni darò una risposta circonstanziata”.

906 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com