Vigro

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

cinema

 

 

Categoria | Cronaca, Curiosità

leggi tutto DXsorgepalace

 

Oggi a Pasqua la Signora Genuardi spegne 102 candeline

FOTO 4Mussomeli – Sarà una Pasqua indimenticabile per nonna Giuseppa Genuardi che oggi  ha tagliato  l’invidiabile traguardo dei 102 anni, festeggiando all’ombra del duomo di Milano.

Nonna Giuseppa nasce a Mussomeli il lontano 27 marzo del 1914. Anni difficili, anni di guerra e di miseria nera. Trascorre parte della sua gioventù fra Mussomeli e Polizzello, dove i suoi genitori possedevano delle terre.

Si sposa a 26 con Vincenzo La Tona, hanno due figli, Maria 73enne e Carlo (all’anagrafe Calogero)  65enne. La crisi del periodo post bellico provoca penuria di lavoro al marito manovale, e la coltivazione di un pezzo di terra a Germano non permette di mantenere la famiglia come vorrebbero. Nel 1955 il marito   emigra in Francia alla ricerca di un avvenire migliore, trova lavoro stabile come manovale nelle miniere della Lorena.

L’anno dopo, nonna Giuseppa con il figlio maschio parte ed affida la figlia Maria a dei parenti. Il ricordo di quel viaggio pieno di paura e di speranza è ancora vivo nella memoria di nonna Giuseppa e di suo figlio: la corriera, il treno, il traghetto, la traversa dello Stretto. La difficoltà maggiore la incontrano a Metz, la stazione di destinazione dove a causa di un disguido nonna Giuseppa non trova suo marito ad attenderla. Si sente sperduta in un paese sconosciuto dalla lingua incomprensibile.  Sia come sia poi tutto va come deve andare ma nel 1962, pur essendosi integrata nella nazione che la ospita, capisce che la figlia che nel frattempo s’è fidanzata con un giovane di Mussomeli, vorrà seguirlo in Italia dove è rientrato, e quindi convince il marito Vincenzo a tornare in Italia. La famiglia approda a Borgomanero, nel Novarese dove si stabilisce un paio di anni.  Nel 1964 In seguito al matrimonio della figlia con Salvatore Mingoia nativo di Mussomeli, si trasferisce a Milano e va ad abitare al Giambellino. Alla fine nel 1972 si stabilisce   alla Barona una zona a sud della città dove risiede attualmente.

Nel 1976, quando tutto andava per il meglio, aveva comperato la casa dove abita, il figlio si era sposato con Piera e nel frattempo era diventata nonna di quattro nipoti, Enza e Fulvio figli di Maria e Mariangela e Paola figlie di Carlo, il marito si ammala ed in brevissimo tempo la lascia sola. Il dolore per la perdita del marito la porta ad uno totale isolamento. Si riprende piano piano grazie all’amore dei familiari, comincia a frequentare i vari centri e associazioni che la città mette a disposizione delle persone sole e degli anziani. E col tempo sono arrivati anche i pronipoti: Mattia, Samuele, Anna, Pietro e l’ultima arrivata Emma.

Nonostante gli immancabili acciacchi dovuti alla bella età, nonna Giuseppa gode di buona salute e oggi circondata dalla sua grande famiglia, soffierà sulle 102 candeline.

 

di

- che ha scritto 5781 articoli su Castello Incantato.


Non Ti PiaceTi Piace (+2 rating, 2 votes)
Loading...
1.677 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro