VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Sport

leggi tutto DXsorgepalace

 

Con grinta e cuore da vendere la Chiaramontana ha vinto lo spareggio play out

chiaramontanaMUSSOMELI. Con la grinta, con il cuore, con l’irriducibile voglia di mantenere una categoria che sino a due minuti dalla fine sembrava compromessa, con l’indomita volontà testarda di non mollare in una gara nella quale tutto sembrava andargli contro. Con questo spirito la Chiaramontana ha vinto lo spareggio play out ai rigori con la Modicanese riuscendo così a mantenere la Prima categoria. Sul campo la sfida contro i ragusani s’era conclusa sul 2-2. Una partita avvincente nella quale la Chiaramontana ha rimontato due volte gli scatenati modicani. L’avvio del match, dopo una breve fase di studio, ha visto la Modicanese passare in vantaggio con Nicastro al 9’. Un gol che ha costretto la squadra del presidente Daniele Sorce a sostenere una gara tutta in salita. I mussomelesi hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo pur di riuscire a rimettere a posto il match. Consapevoli che quel gol in apertura avrebbe potuto rispedirli in Seconda categoria, hanno lottato cercando in tutti i modi la via della rete. Via che i manfredonici si sono aperti al 75’ con Portella. Un gol liberatorio per la Chiaramontana che, tuttavia, appena 5 minuti più tardi, è stata nuovamente punita ancora da Nicastro. A quel punto la gara s’è fatta drammatica per la Chiaramontana che doveva segnare un gol, avendo a disposizione un quarto d’ora per poter ribaltare il risultato e r portare la partita ai supplementari. E’ stato forse quello uno dei momenti più alti di un confronto che s’è fatto vibrante. Un confronto nel quale, al penultimo di gioco è stato Ruben Catania a risolvere una situazione intricatissima per la Chiaramontana segnando un gol pesantissimo che ha permesso alla squadra di Sorce di pareggiare e di arrivare ai tempi supplementari. La partita, a quel punto, ha visto le due squadre affrontarsi a viso aperto e cercare una vittoria che, tuttavia, non è arrivata. Ai calci di rigore è stato Alessi ad inaugurare con un gol la serie dagli undici metri. Anche Nicastro per i modicani non ha sbagliato. E’ stata poi la volta di Ruben Catania, il migliore della Chiaramontana, che non ha fallito l’appuntamento con il gol. A quel punto è salito in cattedra Armando Maritato. Il numero uno nisseno, con la sua esperienza e il suo colpo d’occhio, è stato decisivo nel riuscire a parare la conclusione dal dischetto di Terranova. Non ha invece sbagliato D’Amico che ha portato la Chiaramontana sul 3-1. Quando Romano ha mandato fuori il proprio rigore fallendo la seconda conclusione dal dischetto su tre dei modicani, in casa Chiaramontana è sembrato che il più fosse fatto. Ma c’era ancora un ultimo colpo di scena: Portella, l’autore del gol del momentaneo 1-1, s’è fatto parare il rigore della possibile vittoria. Tuttavia, dopo che Daniele Sabellini ha segnato la rete del 3-2, è stato Lo Monaco a realizzare la rete che ha permesso alla Chiaramontana di imporsi 4-2 ai calci di rigore e di mantenere la categoria. Una vittoria voluta, in una gara veramente difficile nella quale i mussomelesi hanno dovuto dare il massimo per imporsi. A fine gara grandi abbracci e grandissima emozione per una gara che resterà a lungo scolpita nelle menti e nei cuori dei protagonisti e di quanti sta a cuore la sorte sportiva della Chiaramontana Mussomeli che ha potuto così festeggiare la tanto agognata salvezza dopo un’autentica odissea che, ad un certo punto, era sembrata potersi trasformare in tragedia sportiva e che, invece, s’è materializzata in una bellissima favola calcistica.
Questo il tabellino della gara:
Chiaramontana Mussomeli 2
Modicanese 2 (4-2 dopo i calci di rigore)
Chiaramontana Mussomeli: Maritato, Monella, Messina, Catania, Capodici, Palumbo, Lo Monaco, Saia, Alessi, Mangiapane. A disposizione: Migliore, D’Amico, Portella, Calà, Misuraca.
Modicanese: Di Raimondo, Iachininoto, Scarso, Garaffa, Casinotto, D. Sabellini, P. Sabellini, Nicastro, Gugliotta, Terranova, Abbate. A disposizione: Romano, La Cognata, Carponzano, Sarta, Angelico.
Arbitro: Arcidiacono di Acireale
Reti: 9’ Nicastro, 75’ Portella, 80’ Nicastro, 89’ Catania. Rigori: Alessi (gol), Nicastro (gol), Catania (gol), Terranova (parato), D’Amico (gol), Romano (fuori), Portella (parato), D. sabellini (gol), Lo Monaco (gol).
Note: Espulso al 100’ Gugliotta.

leggi tutto sotto sinistra

 

di

- che ha scritto 7049 articoli su Castello Incantato.


1.788 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com