Vigro

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

cinema

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

L’ambulanza si blocca, donna gravida soccorsa dai vigili del fuoco

La signora Caruso con il marito

La signora Caruso con il marito

MUSSOMELI – S’è sentita male nel cuore della notte la signora Enza Caruso, mamma di due bambini ed incinta al sesto mese di due gemelli. Temendo il peggio, insieme al marito, Antonello Morreale ha allertato il 118 per raggiungere l’ospedale. Routine in fondo per i soccorritori, se non fosse che Mussomeli, messa in ginocchio dalla copiosissima nevicata del 5 e 6 gennaio, adesso deve fare i conti col ghiaccio (che è ancora peggio) e in non poche zone è raggiungibile soltanto con mezzi speciali. E la famigliola Morreale/Caruso, che vive in contrada Castello, da giorni era completamente isolata, e col ghiaccio la situazione è peggiorata tant’è che anche i soccorritori del 118 non sono riusciti a raggiungere l’abitazione ed hanno chiesto il supporto dei vigili del fuoco che in breve tempo hanno soccorso la 38enne incinta, e l’hanno portata in ospedale dove è stata affidata alle cure dei sanitari. Sentita ieri in merito, la signora assicura che adesso sta bene. Sia lei che il marito ringraziano di tutto cuore i soccorritori del 118 e i vigili del fuoco per la tempestività e la professionalità. Questo il racconto del marito: «Viviamo a ridosso di via Federico II, strada che è stata liberata dal ghiaccio. Non la nostra strada però, che è totalmente impraticabile per via del ghiaccio formatosi e non è stata spazzata. Siamo rimasti letteralmente isolati, per due giorni siamo stati pure senz’acqua e ci siamo riscaldati con una stufa a gas, sia perché era impossibile prendere la legna fuori, sia perché i climatizzatori con la temperatura sottozero, non partono. E siamo arrivati anche agli sgoccioli per quanto riguarda i viveri. Stavamo quindi aspettando di poter uscire di casa per rifornirci del necessario, ma stanotte, attorno alle 3, mia moglie ha accusato fortissimi dolori al basso ventre. Temendo il peggio – prosegue Antonello Morreale – abbiamo chiamato il 118, avvertendo che arrivare da noi era molto problematico. Ci hanno detto che l’ambulanza era attrezzata con le catene, ma quando sono arrivati nei pressi della stradella una delle catene s’è rotta. Ci hanno rassicurato dicendoci di non preoccuparci perché in breve tempo sarebbero arrivati i vigili del fuoco e così in effetti è stato. Tutti molto competenti, umani e professionali. Mia moglie è stata quindi soccorsa dai vigili del fuoco e sta bene, ma la paura è stata tanta. Per fortuna i soccorsi hanno funzionato davvero bene e desideriamo ringraziarli tutti di vero cuore

 

di

- che ha scritto 5729 articoli su Castello Incantato.


Non Ti PiaceTi Piace (+3 rating, 3 votes)
Loading...
5.669 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro