VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

cinema

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

“L’emergenza non si può gestire solo con i volontari”

fotopeppepiccica

foto peppe piccica

(di Roberto Mistretta) MUSSOMELI-  Scuole chiuse anche oggi a Mussomeli dove piano piano si cerca di tornare alla normalità dopo la nevicata dell’Epifania che l’ha letteralmente messa in ginocchio. E che ci sia ancora moltissimo da fare lo testimoniano in tanti a riprova che, ad emergenza passata, bisognerà davvero organizzarsi per fronteggiare future calamità similari. Se infatti alla buona volontà di tanti che hanno i propri mezzi a disposizione ed ai tanti volontari che si sono dati da fare in ogni modi, così come alle forze dell’ordine, a quelle di soccorso, a quelle sanitarie ed all’amministrazione comunale va riconosciuto l’indubbio merito di essersi spesi senza risparmio, rimangono indubbiamente enormi margini di miglioramento operativo. Basti dire che fino a ieri, ovvero a distanza di quattro giorni dalla tormenta di neve, la parte bassa di via Palermo è letteralmente coperta da circa 30 cm. di ghiaccio, così come Piazza Umberto, per non dire che transitare in via Trabia, così come in via Dante, è davvero ultra pericoloso per le basole lisce che impediscono agli pneumatici di aderire. Se poi ci si avventura nel centro storico, dove i mezzi ben difficilmente possono arrivare, le strade sono ancora stratificate di neve ghiacciata. Fabio Arganello, falegname che risiede in zona Carmelo: «Anche se molte persone non sanno neanche dove si trovano via Cirino o via Architetto Costanzo, spero nell’intervento di qualche volontario con il bob cat per ripulirle dal ghiaccio. Noi siamo bloccati e si può transitare soltanto a piedi ma con molta cautela». E un altro cittadino aggiunge: «Nessuno mette in dubbio la buona volontà di questa amministrazione, ma non si può fronteggiare l’emergenza soltanto col volontariato, e a chi paga le tasse per i passi carrabili l’accesso dev’essere garantito, altrimenti anche le tasse dovrebbero essere volontarie».  mentre il professore Gioacchino Imbornone, già sindaco di Mussomeli, osserva: «Carissimi amministratori comunali, occorre raccomandaci con qualcuno di voi perché le strade secondarie vengano liberate dal ghiaccio magari per una striscia di un metro, per dare la possibilità di andare a fare un po di spesa, a piedi? Non penso che si possa arrivare a tanto». E ancora Lia D’Andrea, rivolgendosi al primo cittadino, lancia «Un appello al sindaco …via Dante è inagibile e stamattina mio padre è pure caduto per via del ghiaccio che c è.. si può intervenire per andare in via della vittoria (dove c è il museo) non ci si può arrivare proprio».E a proposito di volontariato, grazie all’intervento dei titolari delle aziende Territo e Vullo che con i loro mezzi hanno liberato circa 2 km. di tracciato, è di nuovo transitabile la strada che da contrada Santa Domenica arriva a contrada Burruano, ovvero zona di campagna (ma vi sono anche dei residenti stabili, dove in tanti tengono cani e gatti, galline ed altri animali domestici a cui in questi giorni non hanno potuto assicurare neppure il cibo. Sia come sia, polemiche e danni a parte (che verranno conteggiati successivamente), per fortuna non si registrano vittime né dispersi, a riprova che con tutti i limiti del caso ed anche grazie alla buona sorte, l’organizzazione dei soccorsi ha funzionato. Anche in ospedale sono stati risolti tempestivamente i vari problemi logistici, nessun dializzato è stato abbandonato, anzi accompagnato con mezzi speciali, è stato preso in cura dagli operatori sanitari che hanno fatto le ore piccole a seguito di non pochi problemi “idraulici” per garantire loro le indispensabili prestazioni. Così come la stragrande maggioranza degli operatori s’è presentato puntuale al lavoro anche in piena tormenta, raggiungendolo a piedi anche da lontano, rischiando l’osso del collo, cadendo più volte e più volte rialzandosi, come ci hanno raccontato alcuni infermieri a cui va il plauso per tanta abnegazione. Ma adesso che il peggio è passato, bisogna ripulire le strade, anche caricando il ghiaccio accumulato a bordo strada e trasportandolo fuori paese, perché in tante strade si procede soltanto su una corsia.

 

di

- che ha scritto 6072 articoli su Castello Incantato.


Non Ti PiaceTi Piace (No Ratings Yet)
Loading...
2.379 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro