VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Finanziere prima arrestato e poi assolto, lo Stato deve risarcirlo

Caltanissetta – Lui maresciallo della finanza prima arrestato e poi assolto, sarà risarcito dallo Stato. Lo ha stabilito la corte d’Appello di Caltanissetta che ha riconosciuto un indennizzo al sottufficiale Matteo Saracino – assistito dall’avvocato Giuseppe Dacquì – tra i cinquanta e più coinvolti nella maxi inchiesta su truffe allo Stato con slot machine taroccate, ribattezzata «Les jeux sont faits».

Il maresciallo, che era stato accusato di corruzione frode informatica, è stato arrestato nell’ottobre di cinque anni fa insieme ad altri 41 coinvolti nello stesso blitz ch eha coinvolto anche poliziotti, un vigile urbano e titolari di locali pubblici.

Poi ha subito 18 giorni di carcere e 3 mesi di arresti domiciliari. E ha dovuto attendere tre anni prima che la giustizia lo riconoscesse innocente.

Sì, perché il tribunale di Caltanissetta, nel maggio di due anni fa, alal fine del dibattimento lo ha assolto con formula piena. E il pronunciamento è ormai divenuto definitivo perché la procura non lo ha appellato.

Da qui il ricorso alla corte d’Appello «non per soldi ma solo per una questione morale» ha ribadito lo stesso maresciallo della finanza.

 E i giudici, adesso, hanno riconosciuto allo stesso sottufficiale il diritto a un risarcimento per ingiusta detenzione che è stato quantificato in 12 mila euro.

 

di

- che ha scritto 1274 articoli su Castello Incantato.


Non Ti PiaceTi Piace (No Ratings Yet)
Loading...
179 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro