Sett Santa VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

cinema

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Passione di Cristo: si interrompe la pace armata tra l’Amministrazione e Giardina che attacca il vice sindaco

MUSSOMELI – Dopo alcune scaramucce legate alla mancata messa in scena dell’edizione 2017 della Passione di Cristo, sembrava che fosse tornato il sereno tra Salvatore Giardina, interprete e promotore della rappresentazione, e l”Amministrazione Comunale. A suggellare questa fugace concordia ritrovata un comunicato, a firma congiunta del sindaco Catania e Giardina, in cui  veniva fatto un consuntivo dei  compiti  svolti dalle Associazioni “SYMPOSIUM”, “VALLONE IN TOUR”, “PRO LOCO” e Comune di Mussomeli a cui  aveva fatto seguito , come recitava la nota, “un chiarimento  risultato essere assai proficuo  e che ha consentito di calendarizzare una serie di incontri futuri in cui pianificare e definire con rinnovato entusiasmo il rilancio della manifestazione ‘La Passione di Cristo’ per gli anni a venire.”

La controffensiva rivolta all’Amministrazione

Ora  Salvatore Giardina spariglia le carte e in un comunicato scrive: “il mio disappunto, esternato a mezzo stampa, non faceva riferimento a nessuna forma di meritocrazia, bensì alla poca importanza che è stata data alla nostra manifestazione, dato che la stessa (come lo si evince dal dato di fatto), non è rientrata nella programmazione 2017, come avvenuto invece per il Carnevale, per l’imminente Festa del Cioccolato e per tanti altri eventi a venire, poco rilevanti e fini a se stessi.  Dal comunicato del nostro primo cittadino, trapela una sorta di propaganda meritocratica. Non è il caso di utilizzare il plurale quando il sindaco parla di ‘sponsorizzazioni da parte di privati’, poiché non corrisponde al vero quando sostiene che l’amministrazione se ne è fatta carico, nonostante non fosse di loro competenza. È giusto invece sottolineare, che la stessa ha trovato un solo contributo elargito dalla famiglia Lupo“. Il 42enne continuando  la sua filippica scrive “Vorrei inoltre precisare,  che le scenografie, sono state realizzate negli anni e non dall’attuale amministrazione comunale. Le stesse rappresentano un patrimonio della manifestazione, quella stessa che va in scena dal 2009, e chi le ha realizzate negli anni è stato Seby Lo Conte. L’amministrazione ha soltanto messo a disposizione gli operai comunali. Sulla promozione dell’evento, preciso che, chi si sarebbe dovuto occupare della pubblicizzazione e della promozione della manifestazione, non l’ha fatto nella maniera adeguata, molte attività, infatti, che hanno contribuito economicamente, non hanno neanche ricevuto il materiale pubblicitario e buona parte di manifesti, locandine e Brochure, non sono neanche stati distribuiti nei comuni limitrofi “.

L’attacco al vice sindaco Canalella

Ma è contro il vice sindaco che Giardina riversa un giudizio acido “la nota dolente – di tutta la vicenda –  è riconducibile al vice Sindaco Francesco Canalella, rivelatosi inattendibile e inaffidabile. Lo stesso, mi aveva chiesto espressamente di voler far parte del cast e di impegnarsi nel voler interpretare l’importante ruolo di Giuseppe D’Arimatea. Il suddetto dopo avermi fatto perdere parecchie settimane, non si presentava alle prove, adducendo sempre scuse o non rispondendo al cellulare, alimentando lamentele e malcontenti tra gli attori, mettendomi in difficoltà nei confronti di coloro che si presentavano alle prove con impegno, puntualità e serietà. Così  fui costretto mio malgrado a sostituirlo in extremis, non essendo nelle condizioni di andare in scena a seguito dello scarso impegno mostrato. Gli impegni non si onorano certo come ha fatto lui”.

 

di

- che ha scritto 6027 articoli su Castello Incantato.


Non Ti PiaceTi Piace (-2 rating, 6 votes)
Loading...
1.800 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro