Sett Santa VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

cinema

 

 

Categoria | Sport

leggi tutto DXsorgepalace

 

Per il Mussomeli 3 punti d’oro contro il Licata. Il Campofranco di Sapia forza 9 a Gela. Solo un pari per la Nissa


MUSSOMELI
– Per il Mussomeli era fondamentale vincere con il Licata per tante ragioni: per non restare invischiati nella zona bassa dei play out, ma anche riscattare la beffarda sconfitta di Castelbuono e per ribadire che la squadra è viva e può centrare la salvezza diretta. Proprio per questo la vittoria ottenuta al “Nino Caltagirone” contro il glorioso Licata rappresenta un gioiello da incastonare nel campionato di questo Mussomeli. Vincere non è mai facile né scontato nel calcio. Ma quando si è obbligati a farlo è ancor più difficile. Se n’è accorto il Mussomeli che oggi s’è ritrovato di fronte un Licata che voleva fare risultato a Mussomeli per allontanarsi, a sua volta dalla zona play out. Una missione che, per i giallo blu licatesi è fallita. Merito di un Mussomeli indomito che non ha mai mollato la presa su una gara che ha condotto in maniera tatticamente prudente senza mai strafare e cercando lo spazio e il tempo giusto per piazzare la stoccata vincente. Ha tirato di sciabola, e di fioretto, oggi il Mussomeli. Mister Sorce ha schierato De Miere, Russo, Susso, Guerreri, Licari, Pizzoleo, Panepinto, Minnone (60’ Rizoli), Stassi, Venuti, Failla (77’ Lucchese). Una formazione agile ma al tempo stesso compatta e in grado di assicurare pressing e sacrificio sui portatori di palla avversari. Il primo tempo è stato, forse, più di studio. Le due formazioni hanno giocato molto a centrocampo cercando di conquistare in campo metri che le consentissero di sviluppare meglio le loro azioni. A parte qualche conclusione senza eccessive velleità, dall’una e dall’altra parte non si sono registrati grandi occasioni sotto porta. Chiaro che, nel secondo tempo, chi avesse segnato l’avrebbe vinta. Ed è stata la mossa di mister Sorce a fare la differenza quando al 60’ ha inserito Rizoli. El Tano non s’è fatto pregare e, come gli è fin qui accaduto entrando a gara in corso, è stato letale per il Licata. Su un’azione del Mussomeli Failla ha colpito la traversa ed El Tano ha ribadito in gol con un tap in che ha fatto letteralmente esplodere la polveriera del tifo rossoblu. Una gioia immensa che i giocatori hanno condiviso con il pubblico di casa. Il Licata, a quel punto, più che riprendere in mano la gara, ha perso la testa. Le espulsioni prima di Pellegrino e poi di Adelfio hanno permesso al Mussomeli, in superiorità numerica, di controllare senza eccessivi patemi i minuti che restavano alla fine dell’incontro. Al triplice fischio finale, grandissima la gioia di un Mussomeli che ha conquistato tre punti che gli hanno permesso di portarsi a quota 33 in classifica e di agganciare proprio il Licata portandosi ad un punto dal Mazara che ha pareggiato 2-2 sul campo della Nissa alla quale non è bastata una doppietta di Sammartino. Infine, prevedibile scorpacciata di gol per l’Atletico Campofranco 0-9 sul campo del Terranova Gela. La squadra del tecnico mussomelese Lucio Sapia non ha concesso nulla alla cenerentola gelese che ha incassato 9 gol nel contesto di una gara interamente dominata dai campofranchesi. Mattatore dell’incontro è stato Peppe Polito con 4 gol, seguito dalle doppiette di Costa e Serio e dalla rete di Kouyo per un Atletico Campofranco “Forza nove” che a Gela ha confermato di esserci e di poter dire la sua nella lotta per provare ad uscire dalla zona play out.

Le foto di Tanino Romito

 

di

- che ha scritto 6056 articoli su Castello Incantato.


Non Ti PiaceTi Piace (No Ratings Yet)
Loading...
2.623 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro