VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

cinema

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Sull’aereo organizza la “resistenza” ai pakistani. Mussomelese considerato un “eroe” e premiato con un biglietto omaggio (di Roberto Mistretta)

(di Roberto Mistretta) MUSSOMELI – Mamma slava e padre mussomelese, il giovane Ivan Sorce, l’altro giorno è diventato un autentico eroe per le hostess e i passeggeri del volo dell’Air Serbia Belgrado-Londra. A bordo infatti, alcuni passeggeri di origine pakistana, stavano terrorizzando equipaggio e passeggere, tant’è che all’atterraggio avvenuto all’aeroporto Heatrow di Londra i poliziotti, avvisati dal pilota che era barricato nella cabina, hanno fatto irruzione ed hanno arrestato i quattro asiatici (tre uomini e una donna).

Per il giovane eroe di origini mussomelesi (suo padre è Giovanni Sorce, la mamma Ivanka Maria Zalac), quindi l’abbraccio riconoscente da parte delle hostess e in regalo un biglietto per volare gratis. Di professione youtubber col nome d’arte Blackcatoverclocking, abbiamo raggiunto Ivan a Londra, dove vive.

Questo il suo drammatico racconto: «Con mia madre ci trovavamo in viaggio da Belgrado per ritornare nel Regno Unito dopo una vacanza. Sull’aereo abbiamo notato questi quattro pakistani (3 uomini e una ragazza) ricoperti di tatuaggi. Subito dopo il decollo hanno cominciato a disturbare i passeggeri, in particolare le ragazze e le hostess. Uno ha anche acceso una sigaretta di nascosto e quando la hostess ha avvertito l’odore di fumo e gli ha detto di consegnarle accendino e di spegnere la sigaretta, l’uomo ha proprio ingoiato la sigaretta e si è rifiutato di darle l’accendino. Hanno quindi continuato a disturbare e impaurire tutti, andando avanti e indietro nell’aereo ma nessuno faceva niente e anche le hostess erano spaventate seppure mostravano sangue freddo e cercavano di gestire la situazione».

«A quel punto – continua Ivan – pur non sapendo chi mi trovavo di fronte, mi sono alzato cercando anch’io di mantenere il sangue freddo ed ho cominciato a parlare con gli altri passeggeri maschi, per organizzarci da noi e gestire al meglio la situazione a bordo fino all’arrivo a Londra. Ho quindi fatto spostare alcune donne che erano sedute vicino ai pakistani e al loro posto ho piazzato 5 uomini a cui ho detto di tenerli d’occhio e in ogni caso di prepararci al peggio. Ho fatto spostare altre donne verso il fondo, mettendo quanti più uomini possibili vicino ai pakistani per meglio controllarli e loro, che a quel punto hanno visto che la situazione stava cambiano a nostro favore, apparentemente si sono messi tranquilli, ma tutti avevamo i nervi a fior di pelle e li abbiamo tenuti d’occhio tutto il tempo».

«Nel frattempo era stata avvisata la polizia e all’atterraggio i pakistani, che avevano capito che aria tirava per loro, hanno cominciano ad insultarci dicendoci di tutto. Uno ha pure cercato la rissa con noi. Quando finalmente siamo atterrati – dice ancora il giovane youtubber – ben 10 poliziotti sono entrati nell’aereo e li hanno arrestati. A quel punto tante persone si sono avvicinate e mi hanno ringraziato, e in quel momento mi sono messo a piangere per la tensione. Le hostess mi hanno abbracciato e hanno regalato un biglietto Business della Air Serbia a me e agli altri passeggeri che mi hanno aiutato a tenere a bada la situazione. Sono convinto che se non avessimo fatto un lavoro di squadra, mantenendo al sicuro l’aereo fino alla sua destinazione, non so come sarebbe finita. Infatti la polizia, dopo che li ha interrogati, mi ha detto che uno di quei pakistani era stato arrestato circa un anno fa perché era un criminale».

Insomma, tutto è bene quel che finisce bene, e per il giovane quanto coraggioso Ivan, ben presto sono arrivati tanti complimenti per il sangue freddo e la fermezza dimostrati. E tra i primi quelli di mamma Ivanka Maria e di papà Giovanni.

 

di

- che ha scritto 5988 articoli su Castello Incantato.


Non Ti PiaceTi Piace (+3 rating, 3 votes)
Loading...
9.556 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro