VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

cinema

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Piantagione di droga a Mazzarino, prima i 5 fermi ora dal gip gli ordini di custodia cautelare

MUSSOMELI – Dai fermi alla custodia cautelare in carcere per una coltivazione di droga.  Che è stata scoperta dalla polizia in contrada Brigadieci, nelle campagne di Mazzarino, già il 22 aprile scorso. Quando sono scattati cinque fermi ora tramutati dal gip Lirio Conti in altrettante ordinanze di custodia cautelare che hanno interessato Salvatore Celona di 71 anni, Alessandro Lucera di 41, Davide Cardinale 32 anni, gli egiziani Mohamed Ahmed Gamal Bakr di 28 anni e Mahmoud Mohamed Hesham Metawaa, 18 anni, tutti domiciliati a Mazzarino.

Sono accusati di  detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso, coltivazione illegale di marijuana e il solo Celona anche per detenzione di arma clandestina e furto di energia elettrica.

Sono finiti nei guai per una coltivazione con migliaia di piante di marijuana, coltivate tra i filari della vigna. In particolare 3600 piantumate,  altre 1040 invasate nei contenitori di polistirolo e, ancora,

un filare di 40 piante, sempre di marijuana alte circa 30 centimetri e, poi, una serra-semenzaio con 90 vaschette da 104 vasetti ci cui la metà germogliati con piantine di  2 centimetri e il resto con i semi. Complessivamente, 9360 vasetti già impiantati.
In un casolare sono stati poi scovati poco meno di mezzo chilo di marijuana già pronta per la vendita e l’occorrente per sistemare una serra, ossia  10 lampade da 600w e 10 trasformatori di corrente.

dentro una  credenza, inoltre, sono state rinvenute 4 bilance elettroniche di precisione, 3 rotoli in cellophane trasparente per confezionare sottovuoto, 2 macchine per sottovuoto, una confezione vuota per un seme maschio, un sacchetto in cellophane con  10 provette vuote che contenevano 100 semi ognuna, e ancora, una ricevuta senza  intestazione con manoscritto “1000 super skunk € 3500”.

In  un magazzino sono saltati poi fuori  2 umidificatori, 10 portalampade in alluminio,  1 bidone di fertilizzante vuoto da5 litri per la fioritura  e un bidone di fertilizzante da lt. 10 in parte consumato, una ventola di grandi dimensioni ed una seconda più piccola..
Ma v’è dell’altro. Perché in un marsupio, dentro un capannone,  era custodita una pistola con matricola abrasa, una beretta calibro 7,65 di colore nero, completa di 5 cartucce nel caricatore e e altre 6 cartucce inesplose. Sempre in quel capannone, gli agenti hanno scoperto un cavo elettrico che partiva dal capannone e raggiungeva la casa rurale distante centinaia di metri, grazie a un allaccio abusivo. arma e furto di corrente sono imputate soltanto a Celona.

I cinque, già a fine aprile, erano stai destinatari di fermo. Ora per questa vicenda è sono arrivati gli ordini di custodia cautelare.

 

di

- che ha scritto 6142 articoli su Castello Incantato.


Non Ti PiaceTi Piace (No Ratings Yet)
Loading...
874 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro