predil 1Predil ceramiche VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Tagli alla spesa dei detenuti, condannato “dipendente infedele”

CALTANISSETTA – Colpevole di avere favorito un paio di agenti penitenziari consegnando loro viveri destinati ai detenuti del «Malaspina».

Questo il verdetto che alla fine il tribunale ha emesso nei confronti di un presunto dipendente infedele della società che fornisce alimenti ai carcerati.

É Angelo Fausciana – assistito dagli avvocati Massimiliano Bellini e Walter Tesauro – ex dipendente della società «Ias Morgante» di Trieste, finito alla sbarra per rispondere di peculato.

Due anni la condanna che gli è stata comminata, con il beneficio della sospensione condizionale, a fronte di una richiesta di tre anni avanzata dalla procura.

La vicenda, nell’estate di cinque anni fa, ha coinvolto anche due assistenti di polizia penitenziaria che poi hanno patteggiato la pena.

Secondo l’accusa il dipendente compiacente avrebbe consegnato ai due agenti polpen viveri che saprebbero stati destinati ai detenuti. Il tutto sarebbe avvenuto, secondo la tesi a discolpa, a titolo assolutamente gratuito. E tutti, sia Fausciana che i due assistenti di polizia penitenziaria coinvolti nell’inchiesta, hanno sempre ribadito che si sarebbe trattato solo di prodotto invenduti e che sarebbero stati destinati al macero.

Sono state telecamere piazzate dagli investigatori a documentare le consegne. Poi nel luglio 2012 sono scattati i tre provvedimenti restrittivi.

 

di

- che ha scritto 1347 articoli su Castello Incantato.


645 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com