predil 1Predil ceramiche VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Dichiarazione di fuoco dell’opposizione: l’assessore Nigrelli fantasioso, il sindaco ineleggibile e la maggioranza in frantumi

Mussomeli –  Abbandonando i toni pacati che hanno finora contraddistinto l’opposizione in aula consiliare, i consiglieri di PD e Sicilia Futura, attraverso questo comunicato, non lesinano parole di fuoco al sindaco, all’assessore Nigrelli e alla maggioranza comunale:

“Non possiamo esimerci dal commentare le ultime uscite esilaranti del Consigliere-Assessore Nigrelli, il quale, nei giorni scorsi, stretto oramai tra 2 fuochi, ha pensato bene di accusare l’opposizione di alimentare non ben specificate voci per spaccare l’attuale maggioranza consiliare. Caro Consigliere-Assessore, comprendiamo le sue difficoltà del momento, non sarà facile coniugare il suo ruolo di Consigliere di opposizione (come le viene richiesto oramai dal suo gruppo consiliare facente capo al Presidente del Consiglio Valenza) con quello di Assessore! Tuttavia non si può essere così fantasiosi a tal punto da accusare l’opposizione consiliare di una implosione che è, invece, tutta interna alla vostra maggioranza. In altre parole, avete fatto tutto da soli, e i vostri nodi sono arrivati al pettine proprio alla vigilia delle elezioni regionali, così come da noi ampiamente previsto da tempo.

Giusto per rimanere ai fatti e chiarire le idee all’Assessore Nigrelli, è stato il dott. Pino Sorce, esponente autorevole dell’UDC e quindi compagno di partito del ns. Sindaco Catania, a dichiarare: “Per quanto ci riguarda, il sindaco non è candidabile e ne daremo ampia notizia non appena pronti. Di fatto non avrà più la maggioranza in Consiglio”. È dunque al dott. Pino Sorce che l’Assessore Nigrelli, se ne sente la necessità, deve chiedere spiegazioni circa le dichiarazioni da lui rilasciate. Per quanto ci riguarda noi non abbiamo bisogno di chiarimenti, abbiamo già le idee molto chiare, sia sulla manifesta ineleggibilità del Sindaco (in quanto Presidente della SRR), sancita chiaramente dall’art. 10 della legge regionale n. 22 del dicembre 2007, sia sulle conseguenze in ambito comunale che questa sua scelta di candidarsi alle prossime elezioni regionali produrrà.

Per quanto riguarda, poi, l’affermazione sull’Amministrazione Calà (“è stata penosa e fallimentare”), rispondiamo all’incauto Nigrelli che il suo giudizio si commenta da solo. Oggi, a distanza di 2 anni e mezzo i cittadini di Mussomeli hanno capito la sostanziale differenza tra l’allora Amministrazione Calà e l’attuale Amministrazione di cui Lei fa parte: quella lavorava senza parlare, senza andare ogni giorno sui giornali o sui social; questa parla senza lavorare, va un giorno sì e l’altro pure sui giornali per banalità o, peggio, per fatti, eventi o progetti organizzati o elaborati da altri. A tal proposito ci permettiamo di dare alcuni suggerimenti al giovane Assessore e all’ambizioso Sindaco, per evitare di fare brutte figure e continuare a sbagliare: in primis, non è rispettoso nei confronti di chi ci ha seriamente lavorato pavoneggiarsi o mettere la potestà su finanziamenti o su progetti elaborati da altri (vedasi il finanziamento della strada di collegamento San Giovanni Gemini – Acquaviva Platani o il progetto di 700 mila euro elaborato dall’IACP di Caltanissetta, solo per citare gli ultimi 2 casi); in secundis, nel caso decidiate, come pare, di “inaugurare” la palestra comunale di Viale Olimpia prima delle elezioni regionali, ricordatevi di invitare chi quel bene l’ha fatto finanziare e di dire che con il recupero di quel bene l’Amministrazione Catania non c’entra nulla.

Infine, Assessore Nigrelli, Lei che “si sente ogni giorno con il nostro Sindaco per parlare di progetti per il nostro territorio e la nostra Mussomeli”, ci spiega come mai ha dichiarato in 2 diverse riunioni consiliari che non conosce l’opinione del Sindaco riguardo i due progetti all’ordine del giorno nel prossimo Consiglio comunale, progetti che prevedono delle variazioni al Piano Regolatore Generale e la costruzione di circa 80 unità abitative? Come mai ha dichiarato di non potere rappresentare in quella sede l’orientamento dell’Amministrazione Catania, proprio Lei che è l’Assessore all’Urbanistica, alla Protezione Civile, alla Manutenzione e ai Lavori Pubblici? Forse che il Sindaco, in piena campagna elettorale, vuole evitare di esprimersi su questo argomento?

Veda, signor Sindaco, la sua decisione di candidarsi alle prossime elezioni regionali, è vero, è legittima ma non può non contrastare con l’esito delle elezioni comunali di maggio 2015, quando 2.961 concittadini le hanno dato piena fiducia per amministrare al meglio questo Comune, riponendo in Lei le loro speranze. Ebbene Lei, con l’operato di questi 2 anni e mezzo e ora con questa decisione frutto soltanto della sua ambizione personale e nient’altro, ha tradito queste persone e ha reso evidente ciò che a molti di noi già lo era: essere eletto sindaco le serviva soltanto come trampolino di lancio per altri più “alti” obiettivi. Sappia che la gente di Mussomeli lo ha capito, la loro risposta la troverà all’interno delle urne e la conoscerà giorno 6 novembre. Da quel giorno, dopo aver preso atto del risultato elettorale che le assicuriamo non Le sorriderà, avrà due strade: o iniziare ad occuparsi realmente del paese per il tempo che le rimane o, se riterrà di aver perso la fiducia della gente, di farsi da parte. Certo non potrà continuare con questa farsa, non potrà continuare a non amministrare come ha fatto finora, perché i nostri concittadini meritano un’Amministrazione che si occupi veramente delle loro problematiche e del loro territorio. Emblematico del vostro operato di questi 2 anni e mezzo è lo stato di degrado e abbandono del parco urbano, per non parlare del tema della raccolta differenziata. Dopo essere stato uno dei vostri cavalli di battaglia in campagna elettorale, tema su cui avete dichiarato di aver speso tantissime energie in questi anni, ebbene oggi i dati forniti dall’Ufficio Speciale per il monitoraggio e l’incremento della raccolta differenziata sono per Mussomeli impietosi e rivelano meglio di qualunque altra parola il bluff che avete raccontato finora alla nostra comunità: Mussomeli, nel mese di luglio scorso (ultimo mese rilevato), ha raggiunto una percentuale di raccolta differenziata pari al 7,7%, una delle percentuali più basse di tutta la provincia di Caltanissetta (Acquaviva Platani 25,1%, Bompensiere 31,2%, Butera 73,4%, Delia 63,7%, Gela 49,5%, Marianopoli 33,9%, Mazzarino 61,6%, Milena 57,1%, Montedoro 51,9%, Niscemi 48,6%, Riesi 69,7%, San Cataldo 40,4%, Serradifalco 63,6%, Sutera 31,2%, Vallelunga 14,5%, Villalba 4,5%). Anche di questo dovrà rendere conto ai nostri concittadini.”

 

 

di

- che ha scritto 6268 articoli su Castello Incantato.


2.343 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com