predil 1Predil ceramiche VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Fece uccidere il fratello, condannato imprenditore

Caltanissetta- Ventun anni di carcere per un imprenditore agricolo che avrebbe fatto uccidere il fratello. Gli sono stati inflitti dalla Cassazione che, parallelamente, ha condannato all’ergastolo altri due imputati che avrebbero preso parte a quel delitto.

Quello del possidente riesino Francesco Maurici vittima della lupara bianca. Sparito nell’agosto del 2005 e solo nel febbraio 2008 ne sono stati ritrovati i resti grazie alle rivelazioni di un collaboratore di giustizia.

Sono 21 gli anni di reclusione per Carmelo Maurici, fratello dell’ucciso, mentre il carcere a vita è stato inflitto a Gianluigi Volpe e Calogero Bellone. Che sarebbero stati presenti al momento dell’uccisione.

Alla base del delitto voluto dal parente vi sarebbero stati attriti legati a proprietà terriere.

Con questo che si appena concluso i tre imputati si sono sottoposti a cinque processi.

In primo grado sono stati assolti. In appello due hanno rimediato l’ergastolo e il fratello della vittima 21 anni.

Poi la prima Cassazione ha annullando inviando gli atti all’Assise d’Appello di Catania che ha confermato le tre condanne.

E adesso, nel secondo passaggio al cospetto della Suprema Corte, le affermazioni di responsabilità sono state confermate, attraverso il rigetto dei tre ricorsi presentati dai tre imputati difesi dagli avvocati Giampeiro Russo, Vincenzo Vitello e Massimo Krog.

I familiari della vittima  assistiti dagli avvocati Giacomo Vitello e Vittorio Lopresti) è stato riconosciuto il diritto a un risarcimento dei danni che sarà stabilito in sede civile.

 

di

- che ha scritto 1347 articoli su Castello Incantato.


386 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com