predil 1Predil ceramiche VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Scandalo Expo Milano, penalista nisseno patteggia

Caltanissetta-Tre condanne sull’onda della maxi inchiesta sulle presunte infiltrazioni mafiose nell’appalto per la Fiera Milano tra il 2013 e il 2015.

Patteggia la pena il penalista nisseno Danilo Tipo – assistito dagli avvocati Flavio Sinatra e Giuliano Dominici – che ha trovato l’intesa per 2 anni e la riqualificazione dell’ipotesi di reato da riciclaggio aggravato ora in favoreggiamento reale ed è caduta l’aggravante secondo cui avrebbe commesso i fatti a lui contestati nel suo ruolo  professionale. Secondo procura milanese e finanza avrebbe trasportato oltre 290 mila euro da consegnare alla famiglia mafiosa di Pietraperzia. Mentre secondo la difesa si sarebbe trattato sostanzialmente soltanto di una parcella.

Condannato dal tribunale di Milano anche l’imprenditore pietrino Liborio Pace – difeso dall’avvocato Antonio Impellizzeri – che complessivamente ha rimediato la pena a 13 anni e 6 mesi, tra  imputazioni per cui è stato giudicato in abbreviato e altre in ordinario. Era accusato di tre  bancarotte, attribuzione fittizia di denaro per quasi un milione e mezzo di euro, associazione a delinquere semplice ed utilizzazioni di fatture per operazioni inesistenti.

Colpevoli anche il milanese Alessandro Moccia che ha rimediato 7 anni e 11 mesi e il palermitano  Giuseppe Lombino condannato a 2 anni e 8 mesi entrambi per riciclaggio di denaro.

In più è stato riconosciuto un risarcimento dei danni al Comune di Milano – che avrà anche una provvisionale di 140 mila euro – ed alle società Fiera Milano e Nolostand.

 

di

- che ha scritto 1407 articoli su Castello Incantato.


353 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com