predil 1Predil ceramiche VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Intestazione fittizia di beni, scattano due arresti

Caltanissetta- Due arresti e sequestrati un’azienda e una sala scommesse. Sono gli esisti di un’indagine della polizia coordinata dalla Dda di Caltanissetta.

Arresti domiciliari per l’imprenditore del settore videogame, il 36enne Matteo Allegro e per il 34 Filippo Principe, mentre a carico della compagna di Allegro, Alessi Assunta Taschetti è stato disposto l’obbligo di presentazione in questura per firma.

Intestazione fittizia di beni l’ipotesi accusatoria al centro dei tre provvedimenti cautelari. Secondo lo spaccato tracciato dagli inquirenti, Principe e Taschetti sarebbero stati semplicemente prestanome di aziende che, invece, avrebbero continuato a fare capo allo stesso Allegro che, peraltro, per l’inchiesta «Lex Jeux sont fait» della  squadra mobile, è stato condannato in via definitiva per concorso esterno in associazione mafiosa.

Lui che insieme ad altri familiari è stato già destinatario di un maxi sequestro di beni per un valore di oltre 10 milioni di euro.

Le indagini hanno mosso i primi passi nel momento in cui la compagna di Allegro si è presentata in questura per il rilascio di due licenze di pubblica sicurezza per subentrare a Principe nella titolarità della società «King Starslot», con licenza di giochi e scommesse all’interno di una sala giochi di Via Paladini, a Caltanissetta.

La polizia amministrativa ha negato quella richiesta ma si è messa in moto la macchina investigativa.

Da qui poi il sequestro dell’azienda e dei rapporti bancari intestati alla società «King Starslot» oltre che dello stesso Allegro, di Principe e Taschetti.

 

di

- che ha scritto 1501 articoli su Castello Incantato.


1.711 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com