VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Attualità, Società

leggi tutto DXsorgepalace

 

Un anno per la visita cardiologica e il giorno fissato manca il personale. Il cardiologo Aldo Alaimo: “Noi del SBV pronti ad assisterla gratuitamente”

CALTANISSETTA – Nel gennaio scorso aveva prenotato una visita cardiologica al Presidio ospedaliero S. Elia che era stata fissata per il 20 di dicembre: alla vigilia dell’appuntamento (cioè il 19 dicembre 2017, martedì pomeriggio), ha ricevuto una telefonata che la informava che la visita non poteva essere effettuata, perché non ci sarebbe stato personale presente, e che l’accertamento sarebbe stato rinviato a data da destinarsi. Volendo prenotare una nuova visita, non si sarebbe potuta anticipare prima di 14 mesi.  La donna, ex dipendente pubblico, e con problemi cardiaci,raccontato la sua disavventura a “La Sicilia”  quanto le è successo «perché questa è la dimostrazione che la povera gente, quella che non può permettersi una visita a pagamento, può davvero andare incontro a tragiche conseguenze. Personalmente sono andata più volte, a causa dei miei problemi, da un medico privato, ma una visita costa più di 100 euro e togliere questa somma dalla mia pensione incide notevolmente». «Quando l’altro pomeriggio mi hanno telefonato dal S. Elia non potevo credere a quello che mi hanno detto – continua la donna – e così ieri mattina, accompagnata da una mia amica, mi sono recata in ospedale. Mi hanno ribadito che non c’è personale per le visite e che mi avrebbero richiamato. Nel frattempo ho prenotato l’altra visita per l’ecocardio, con data 25 febbraio 2019».In verità, nella prenotazione del S. Elia, c’era un’altra possibilità per la paziente: dopo che prenotò la visita nel gennaio scorso, avrebbe potuto effettuarla il 19 giugno scorso all’ospedale di Gela. «Ma io non ho macchina e avrei dovuto trovare qualcuno che mi accompagnasse a Gela – conclude la donna – così come nella nuova prenotazione si fa riferimento alla possibilità di essere visitati nel reparto di Gela, comunque in data 15 maggio 2018, e cioè sempre tra sei mesi…» il l sindacato  gli Specialisti Accreditati Esterni  per le branche a visite,   esprime la propria solidarietà attraverso una nota a firma del vice segretario cprovinciale, dottore Aldo Aliamo  in cui si legge:  “Non posso che comprendere i disagi e le vessazioni subite dalla paziente cardiopatica che ha denunciato questo grave caso di malasanità.Noi Specialisti del Territorio, Convenzionati Esterni, siamo pronti a prendere in cura in convenzione senza alcun onere,la paziente, assicurando la visita e gli accertamenti di cui ha bisogno subito dopo l’Epifania. Col nuovo Assessore Razza e con il Presidente della Regione Musumeci stiamo portando avanti un progetto di abbattimento delle liste di attesa che sicuramente vedrà risolte tante disfunzioni del sistema.”.

 

di

- che ha scritto 6708 articoli su Castello Incantato.


135 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com