VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | gennaio, 2018

 

Ecco i candidati della provincia nissena alle elezioni politiche del prossimo 4 marzo

Ecco i candidati della provincia nissena alle elezioni politiche del prossimo 4 marzo

MUSSOMELI – Ecco i candidati della provincia nissena alle elezioni politiche del prossimo 4 marzo.

CAMERA DEI DEPUTATI

Al collegio di Gela-Caltanissetta-Agrigento per il proporzionale tra gli uscenti figurano la mussomelese Daniela Cardinale del Partito Democratico, la nissena Azzurra Cancelleri (M5S), , il sancataldese Alessando Pagano e Loreto Ognibene di Vallelunga con la Lega.

Con “Noi con l’Italia”  ci sarà , la milocchese assessore alla Famiglia Mariella Ippolito, preceduta dall’agrigentino Giuseppe Ruvolo e seguita  dall’avvocato nisseno Massimo Dell’Utri. Ci saranno inoltre l’ex deputato regionale Michele Ricotta con “Fratelli d’Italia”, il gelese Pietro Lo Migro con “Insieme”, Fabrizio Turco nella “Civica Popolare”, e Giancarlo Giulla con la lista “+ Europa”.

SENATO

Al collegio uninominale, che comprende Caltanissetta-Gela- Enna, gli aspiranti all’unico scranno disponibile sono Annalisa Petitto del Partito Democratico, l’ex assessore regionale all’Industria Giovanna Candura con “Diventerà Bellissima”, il gelese Pietro Lorefice con il Movimento 5 Stelle e  Angelo Maretta di Mazzarino che corre con “Liberi e Uguali”  In questo collegio figurano anche  Pietro Muratore di “Potere al Popolo” e il  mazzarinese, Valerio Domenico Martorana, che sarà in campo con la lista “Partito repubblica Italiano- Ala” .

3.660 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Campofranco, ieri l’ultimo saluto al professore Angelo Lo Piparo

Campofranco, ieri l’ultimo saluto al professore Angelo Lo Piparo

Campofranco – Si sono svolti ieri a Campofranco, tra la commozione generale di parenti e amici provenienti da tutta la provincia di Caltanissetta, i funerali dell’insegnante Angelo Lo Piparo, scomparso prematuramente all’età di 64 anni dopo una lunga malattia. Lutto anche all’istituto  Hodierna di Mussomeli dove l’uomo insegnava educazione fisica. ” Allegro, ironico, pronto alla battuta e sempre disponibile e comprensibile  con studenti e colleghi in ogni occasione”, questo il ricordo commosso di una professoressa che ha lavorato con lo sfortunato docente. Lascia la moglie, la figlia, la sorella e la mamma.

4.147 Letture

 

 

Scritto in SocietàComments (0)

 

Medaglie d’oro a deportati di Mussomeli, Sutera, Riesi e Mazzarino

Medaglie d’oro a deportati di Mussomeli, Sutera, Riesi e Mazzarino

Vi sono anche un ex deportato nei lager nazisti di Mussomeli e un soldato di Sutera morto in guerra tra coloro che riceveranno un riconoscimento in prefettura, uno personalmente l’altro ai famigliari, in occasione della Giornata della memoria.

Sono il 98enne Calogero Giardina di Mussomeli ed i familiari di Paolino Salamone, di Sutera, morto in un campo di prigionia e sepolto al cimitero di Francoforte.

Analoghi riconoscimenti andranno anche ai familiari di Salvatore Terranova e Giuseppe La Rosa entrambi di Riesi e deceduti ed al carabiniere e partigiano Salvatore Giujusa di Mazzarino, pure lui deceduto.

A loro sarà tributata una medaglia d’onore. La cerimonia è in programma il 30 gennaio in prefettura. E sarà lo stesso prefetto Maria Teresa Cucinotta a consegnarle.

Il conferimento delle medaglie d’onore ai cinque servitori della Patria è stato richiesto dall’Anpi di Riesi per i militari di Riesi e Mazzarino, dall’ Anpi di San Cataldo per i militari di Mussomeli e Sutera e dal presidente provinciale dell’Anpi Giuseppe Cammarata.

E dalla stessa prefettura è stato sottolineato che «i militari rinchiusi nei campi di prigionia nonostante i lavori forzati, gli stenti e le difficoltà igienico sanitarie da sopportare non tradirono mai la Patria. Non accettarono mai infatti di essere liberati a patto di giurare fedeltà a fascisti e nazisti».

963 Letture

 

 

Scritto in Attualità, EventiComments (0)

 

«Assalto in casa dell’ex fidanzata», giovane sotto accusa

«Assalto in casa dell’ex fidanzata», giovane sotto accusa

Non più rapina in casa ma furto. Imputazione che va ad aggiungersi alle ipotesi di stalking e lesioni personali aggravate.
Queste le contestazioni mosse dalla procura a carico di un ragazzo che avrebbe teso la trappola alla sua ex fidanzata e alla madre nascondendosi in casa loro e attendendo il loro arrivo.
È il ventitreenne sancataldese Michele Luca Giglio – difeso dall’avvocato Massimiliano Bellini – nei confronti del quale la procura ha chiesto il processo con il rito immediato.
Il giovane, su ordinanza di custodia cautelare, era stato arrestato dai carabinieri nel novembre dello scorso anno. Perché si sarebbe nascosto in casa della sua ex fidanzata e quando questa sarebbe arrivata avrebbe aggredito sia lei che la madre.
Prima di andare via da quell’appartamento avrebbe preso un borsone e un centinaio di euro. Seppur incappucciato e con una maschera sul viso – e le immagini dell’impianto di videosorveglianza non mostrerebbero granché – sarebbe stato riconosciuto in qualche modo dalla ex fidanzata per via del suo naso pronunciato.

643 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Rapina in tabaccheria, «erano loro gli autori»

Rapina in tabaccheria, «erano loro gli autori»

Sono stati accusati di avere rapinato una tabaccheria. E adesso uno ha patteggiato la pena, altri due sono stati condannati con il rito abbreviato.

A patteggiare è stato il ventunenne di Sommatino, Salvatore Di Tavi  – difeso dall’avvocato Pietro Pistone –con  2 anni 4 mesi di reclusione.

Lui, secondo la tesi accusatoria, sarebbe stato l’autista di altri due complici che a volto coperto avrebbero fatto materialmente irruzione all’interno dell’esercizio commerciale.

Sono il ventunenne Vito Manuel Ciccia Romito e il ventiseienne Loris Cristian Leonardi tutti e due di Riesi – difesi  dagli avvocati Carmelo Terranova, Giovanni Sanfilippo e Giuseppe Dacquì – ai quali sono stati inflitti  2 anni e 8 mesi  a fronte di tre anni e otto mesi proposti dalla procura.

Il terzetto, secondo le indagini dei carabinieri coordinate dalla procura, la sera del 26 agosto di due anni fa avrebbe preso di mira la tabaccheria Camarda di Sommatino.

Ma alla fine messi in fuga dalle urla della moglie del titolare, sono andati via solo con la collanina scippata alla stessa donna

Poi le indagini dei militari hanno fatto catalizzare i sospetti su due giovani – il presunto autista è stato arrestato un mese dopo – perché attraverso le immagini dell’impianto di videosorveglianza, nonostante i rapinatori indossassero calze di nylon sul volto, sono riusciti a catturane i tratti. Da qui gli arresti e, adesso, le condanne.

802 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Bimbo si allontana da casa, lo ritrovano i carabinieri

Bimbo si allontana da casa, lo ritrovano i carabinieri

Finale a lieto fine dopo la sparizione di un bambino di due anni. Nel momento in cui si sono perse le sue tracce, perché si era allontanato dai genitori, ma non è poi sfuggito alle forze dell’ordine.

Sì, perché ad un certo punto una pattuglia ha incrociato in via Venezia un bambino mentre, totalmente spaesato e confuso, stava vagando per la strada.

I passati, attorno, distrattamente non si erano accorti di lui. Nessuno aveva notato che quel bimbo era da solo.

I militari si sono accorti di lui, lo hanno preso con loro e caricato in auto per poi andare in cerca dei genitori. Era vispo e non si era reso conto dei gravi rischi corsi.

Alla fine è stata rintracciata la madre. Il bambino, approfittando di una sua distrazione, si era allontanato. Era uscito da casa di nascosto infilandosi nel traffico di via Venezia.

Per sua fortuna, mentre vagava la sua strada s’è incrociata con quella dei carabinieri che lo hanno riportato ai genitori.

876 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Volley femminile, quinta vittoria per Albaverde

Volley femminile, quinta vittoria per Albaverde

Prosegue senza ostacoli il cammino dell’Albaverde nella prima fase del campionato territoriale di 1^ divisione.

Grazie alla quinta vittoria consecutiva (terza casalinga dove si è imposta sempre per 3 a 0) la formazione nissena consolida il primato nel girone B portando a sei punti il vantaggio sulla terza posizione dove si trova proprio l’Athena Campobello.

 

Il prossimo impegno dell’Albaverde di 1^ divisione è in programma domenica  4 febbraio con inizio alle ore 17:30 al PalaCannizzaro dove le nissene affronteranno la Junior San Cataldo desiderosa di riscatto dopo la sconfitta dell’andata e le ultime vicende federali (perdita a tavolino della gara vinta sul campo contro il Canicattì) che l’hanno attardata in classifica.

 

695 Letture

 

 

Scritto in SportComments (0)

 

Milena, sabato iniziano i festeggiamenti per il carnevale con maschere, carri e degustazioni

Milena, sabato iniziano i festeggiamenti per il carnevale con maschere, carri e degustazioni

A Milena tutto pronto per l’edizione del  Carnevale  2018 che prevede un’agenda di appuntamenti particolarmente ricca e variegata. Non solo i colori di carri, maschere e costumi ma anche tanti sapori.  Ogni sera ci saranno, infatti,  i banchetti degustativi con polpette al sugo, uova sode, cardi fritti,  ceci, patate, ricotta, pane cunzato, spaghetti, tuma, cannoli e chiacchiere.

La prevendita dei biglietti per la degustazione è già attiva o potranno essere acquistati nel corso delle tre serate.  Si inizia sabato 3 febbraio con il raduno dei carri, si replica domenica 11 febbraio e gran finale scoppiettante per il martedì grasso con giochi pirotecnici.

893 Letture

 

 

Scritto in Attualità, EventiComments (0)

 

Lavoratori socialmente utili, in arrivo spettanze di dicembre e gennaio

Lavoratori socialmente utili, in arrivo spettanze di dicembre e gennaio

Il nuovo anno si apre sotto buoni auspici per gli «Asu».  Perché percepiranno le mensilità di dicembre e gennaio quasi contemporaneamente.

L’ufficializzazione è arrivata dall’assessore regionale del Lavoro Mariella Ippolito, dopo una verifica delle coperture.

«Abbiamo reperito quei residui che ci consentiranno di esitare positivamente ed in tempi celeri le legittime
aspettative di circa 5 mila unità che operano nei comuni siciliani», ha spiegato riferendosi lavoratori dell’area “socialmente utile”.

Lo stesso assessore ha evidenziato come si tratti «di una boccata d’ossigeno provvidenziale in considerazione che, ad esempio, lo scorso anno, la stessa mensilità era stata liquidata solo dopo la finanziaria, quasi in estate».

603 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

«Rapinarono supermercato», scoperti e arrestati

«Rapinarono supermercato», scoperti e arrestati

immagine di repertorio

Sono ritenuti gli autori di una rapina messa a segno tra Natale e capodanno. Ora sono stati smascherati dai carabinieri e arrestati.

Sono due mazzarinesi, M.G. di 45 e anni e M.E.G. di 27 che su ordinanza di custodia cautelare sono stati rinchiuso al carcere Malaspina.

I due,secondo la tesi dei carabinieri, sarebbero gli autori dell’assalto messo a segno il 28 dicembre all’Hard Discount di Sommatino. Lì, quel giorno,  due banditi travisati e armati di pistola hanno costretto i dipendenti a farsi consegnare l’incasso della giornata.

Poi sono fuggiti a bordo di una utilitaria che è risultata rubata a Mazzarino. Quella stessa auto sarebbe poi stata bruciata dai banditi.

Ma i carabinieri, visionando filmati, sono riusciti a risalire alla sospetta identità dei due autori. Gli stessi che, adesso, sono stati rinchiusi in cella.

Peraltro in casa loro, durante perquisizioni, sono stati trovati gli abiti che avrebbero indossato al momento della rapina al supermercato.

Il più giovane dei due non aveva mai avuto problemi giudiziari, l’altro sì. Ora dovranno rispendere della rapina e dei reati satellite legati all’auto usata e all’incendio della stessa.

655 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com