VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Politica

leggi tutto DXsorgepalace

 

Daniela Cardinale su candidature: “Gli attacchi maldestri e insensati non mi turbano, sono solo un triste dejavu”

MUSSOMELI . A Mussomeli, davanti ad un’assemblea di oltre 200 persone tra sindaci, assessori, consiglieri comunali e dirigenti dei circoli delle province di Caltanissetta e Agrigento di Sicilia Futura, dei vertici regionali del movimento e del Presidente regionale del Pd Giuseppe Bruno, l’Onorevole Daniela Cardinale ha ribattuto di fioretto a chi negli ulltimi giorni ha infuocato il dibatitto politico sulle candidature in vista delle prossime consultazioni politiche. ” Quello che succede in questi giorni per noi è un triste dejavu” ha spiegato la parlamentare renziana, “prodotto da ben identificati soggetti con il solo scopo di sferrare un ulteriore miserevole attacco non solo alla mia persona ma anche ad una politica: quella che da anni pratichiamo con convinzione e con dedizione, rivolta a fare crescere l’area riformista, solidale, liberale e popolare del PD per rappresentare meglio e tutelare gli interessi di fasce di società e di territorio ancora oggi non sufficientemente attenzionati”.

“Questi  attacchi maldestri e insensati – ha continuato la parlamentare del Pd – non mi turbano affatto perché so di avere fatto il mio dovere di parlamentare siciliana e di Caltanissetta seguendo da vicino gli amministratori locali e le questioni del territorio a me rappresentate, le organizzazioni sindacali e di categoria, gli ordini professionali che me ne hanno fatto richiesta, i cittadini che numerosi ho incontrato dentro e fuori le mie segreterie con l’attenzione che meritavano e con spirito di servizio umile e costruttivo.

Ho promosso proprio qui a Mappa numerosi convegni di rilevanza regionale sempre a difesa delle aree povere e degradate dell’isola ottenendo risultati di non poca rilevanza.

Tutto ciò ritenendo solo di fare il mio dovere”.

Infine Daniela Cardinale ha spiegato presupposti e genesi della sua canditatura.

“Mi pare del tutto fuor di luogo inoltre l’accusa  di nepotismo – ha precisato – rivolta a mio padre”.

La Cardinale ha ricordato “nel 2008 vengo chiamata da Fioroni che mi porta da Marini, allora presidente del Senato, e da Franceschini.

Papà aveva scritto una lettera con la quale, in maniera molto secca, comunicava loro di non avere alcuna intenzione di chiedere deroga per essere ricandidato. Il timore di perdere il grande patrimonio elettorale costruito in tanti anni di duro lavoro da lui e dai tanti deputati regionali suoi amici determinò la decisione di candidare me al suo posto in quota “Margherita”.

Alla fine del 2012 vinco primarie difficili e vengo ricandidata alle elezioni del 2013.

Cosa c’entra allora il nepotismo?

Sono fiera di mio padre e tutti sanno cosa ha fatto per la sua terra e per la sua gente, lo sanno bene anche i circa settecento lavoratori di Telecontact e del Callcenter delle poste di Caltanissetta!

Ma io rivendico la mia autonomia e, se ne ho, i meriti del mio impegno politico e istituzionale a prescindere da lui!

A coloro che si oppongono alla mia ricandidatura, come è nel loro diritto, dico: trovate un nome, condividetelo, proponetelo alle assemblee di tutti i circoli e confrontiamoci senza recare danno ad ogni costo al partito

Ma non venite a parlare proprio a me di radicamento territoriale perché qui, grazie ai tanti amici sindaci, amministratori locali, consiglieri comunali e dirigenti politici dimostriamo di essere dentro non solo la politica ma soprattutto le istituzioni di tutto il territorio provinciale.

Lo facciamo come è nel nostro stile senza clamori e in maniera responsabile e costruttiva.
Riflettiamo così la nostra educazione e la nostra cultura politica”.

 

di

- che ha scritto 6711 articoli su Castello Incantato.


3.217 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com