VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Dia sulla mafia del Vallone: «È sempre Piddu Madonia a comandare»

VALLELUNGA – Lo scettro del comando, in Cosa nostra, il boss di Vallelunga, Giuseppe «Piddu» Madonia non lo avrebbe mai ceduto. Grazie alla famiglia di sangue manterrebbe ancora il controllo nonostante lui sia in carcere, in regime duro, già da tantissimi anni.

È quanto è emerso tra le pieghe della relazione semestrale della Direzione investigativa antimafia. Già perché il vecchio capomafia, secondo la tessa Dia «coordina le attività illecite attraverso il coinvolgimento dei parenti».

È una mafia che si evolve e che in questo mandamento – due se ne contano nel Vallone, ossia Mussomeli ed Acquaviva – che conta avrebbe mantenuto inalterati gli equilibri.

La mafia ha ampliato gli orizzonti. Guardando a nuovi fronti come le vendite all’asta perché «riuscirebbe ad assicurarsi a basso costo, sfruttando i ribassi d’asta e la sostanziale assenza di altri partecipanti, beni immobili di elevato valore, da rivendere, poi, a prezzi di mercato».

E in nome degli affari illeciti, laddove sono presenti sul territorio le due mafie, Stidda e Cosa nostra – un terzo gruppo, quello degli Alfieri sarebbe presente nell’area più a sud della provincia nissena – è stata tacitamente siglata una vera e propria pax per il controllo di estorsioni, droga (fronte che ora guarda pure alla coltivazione), usura.

La strategia preferita è quella del sommerso «con una infiltrazione sistematica e silenziosa del tessuto economico-imprenditoriale per dominare i settori più redditizi, come gestioni di appalti e subappalti».

La stagione stragista, quella del clamore non è più la scelta prima della mafia che, piuttosto preferisce agire nel silenzio anche «sono in crescita le intimidazioni».

 

di

- che ha scritto 1574 articoli su Castello Incantato.


878 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com