VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Morì al Sant’Elia, non reggono le accuse su cinque cardiologi

Cadono le accuse per cinque medici finiti n giudizio per la more di un paziente. È con un verdetto  pienamente assolutorio che ne sono usciti.

Sono i cardiologi Vincenzo Marino di 57 anni, il sessantunenne Sergio Maria Michele Sanguedolce, il sessantaseienne Angelo Barbera, la cinquantanovenne  Gabriella Noris Modica e il sessantanovenne Salvatore Giglia ex primario di cardiologia – difesi dagli avvocati Davide  Schillaci, Giuseppe Dacquì e Carlo Alessi – chiamati in causa per  omicidio colposo.

Accusa legata alla morte del cinquantaquattrenne Cataldo Giovanni Paolino Fragale, di San Cataldo, deceduto dopo cure all’ospedale «San’Elia» nel luglio del 2006.

E moglie e figli  – assistiti dagli avvocati Gianluca Amico e Salvatore Baglìo –   si sono costituiti parti civili.

Adesso il giudice, accogliendo le richieste della difesa ma anche della stessa procura, ha emesso un pronunciamento che ha totalmente scagionato i cinque professionisti.

Anche più consulenze, alla fine, avrebbero escluso responsabilità da parte dei medici che poi sono stati tirati in ballo per quella che, inizialmente, è stata ritenuta una morte sospetta per problemi cardiaci.

 

di

- che ha scritto 1891 articoli su Castello Incantato.


244 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com