VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Travolto e ucciso da un collega, forestale colpevole

Condannato per avere investito e ucciso un suo collega di lavoro. Una morte bianca che ha fatto scattare l’affermazione di colpevolezza nei confronti di un operaio della forestale.

È Giuseppe Tizza, originario di Niscemi, condannato a 6 mesi di carcere per omicidio colposo. Legato alla morte del suo collega, l’operaio forestale di Butera, Giuseppe Petrolio.

Reato prescritto, invece, l’allora dirigente dell’Ispettorato delle foreste a Caltanissetta, oggi già in pensione, Luciano Geraci tirato in ballo per non avere predisposto un piano generale di sicurezza.

Ma il giudice ha ritenuto che i fatti in questione, sotto questo profilo, siano ormai prescritti. E per questo aspetto, quello legato all’inosservanza delle norme di sicurezza, anche per Tizza è stata dichiarata la prescrizione.

 La disgrazia risale, per l’esattezza al 10 agosto del 2009. Quel giorno in contrada Stizza, nelle campagne di Niscemi, diverse squadre antincendio erano impegnate in operazioni rischiose perché il fronte del fuoco si era fatto vastissimo.

Ma ad un certo punto, durante una manovra, l’autobotte con al volante Tizza ha investito Petrolio. Non è deceduto all’istante ma in gravissime condizioni di salute è stato trasferito in ospedale.

Lì, al «Suor Cecilia Basarocco», però, poco dopo il suo cuore s’è fermato per sempre. E a quel punto ha preso corpo la parentesi giudizio che ha trascinato poi in giudizio l’autista dell’autobotte e il funzionario della Forestale – difesi dagli avvocati Giuseppe Panepinto, Michele Ambra e Luigi Cinquerui – chiamati in causa con un evidente distinguo sulle posizioni.

Nei loro confronti i familiari della vittima – assistiti dagli avvocati Rocco Guarnaccia e Salvo Macrì – si sono costituiti parte civile

 

di

- che ha scritto 2047 articoli su Castello Incantato.


649 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com