VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Politica

leggi tutto DXsorgepalace

 

«Non fui istigatore dei fratelli Caputo», si sgonfia l’indagine su Pagano

Caltanissetta -Sembra “sgonfiarsi”  la presunta indagine che avrebbe interessato anche il neo deputato e coordinatore regionale della Lega, Alessandro Pagano, che sarebbe stato in qualche modo  ritenuto istigatore di condotte ingannatorie nei confronti di elettori, non da parte sua ma di candidati nella lista della Lega alle ultime consultazioni regionali,accusati di  attentato ai diritti politici dei cittadini.

È di riflesso che perderebbe consistenza «fermo restando che l’onorevole non ha ricevuto nessun atto giudiziario», ha evidenziato l’avvocato Nino Caleca.

La questione è legata al pronunciamento del tribunale del riesame di Palermo sulla vicenda che ha interessato i fratelli Mario e Salvino Caputo sospettati di avere ingannato gli elettori nelle ultime consultazioni regionali.

«Conseguentemente e inevitabilmente, cadono tutte le accuse anche nei miei confronti, quale “istigatore” della condotta di  – ha rimarcato Pagano –  come invece sosteneva la procura di Termini Imerese. Per questo con il mio legale chiederemo subito l’archiviazione della mia posizione processuale», ha aggiunto il deputato della Lega che ha pure lanciato hashtag  #ElezioniSicilia: Non fui  “istigatore” fratelli Caputo, chi mi ripagherà torto subito?

«Accuse nei miei confronti che, ricordo e ribadisco ancora una volta, non c’entravano nulla col voto di scambio. Nulla. Quello era un altro filone di indagini che non mi riguardava… mi opporrò e lavorerò affinché questo sistema della Giustizia malato sia cambiato».

 

di

- che ha scritto 1834 articoli su Castello Incantato.


397 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com