VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Evasi dai domiciliari per partecipare a rissa, due giovani in cella

Sono evasi per partecipare a una rissa. Già, sono stati ritenuti tra colro che avrebbero preso parte a una violenta zuffa che ha coinvolto due nuclei familiari. E vi avrebbero preso parte quando si trovavano peraltro sottoposti agli arresti domiciliari.

Da qui, adesso,  le due ordinanze di custodia cautelare disposte a carico di due giovani gelesi. Sono il ventiduenne Salvatore Alma e il ventenne Emanuele Armando Ferrigno.

I due sono stati destinatari di ordinanze di custodia cautelare chieste dal sostituto procuratore Federica Scuderi e firmate dal gip Lirio Conti.

I due ragazzi si trovavano agli arresti domiciliari già dal 18 aprile scorso, perché sono stati tra i coinvolti nell’inchiesta “cavallo di ritorno” – su associazione a delinquere ed estorsione – che due mesi fa ha fatto scattare otto arresti.

Il 12 giugno scorso in uno stabile di Piazza Aldo Moro, a Gela, sarebbe scoppiata una violentissima lite tra due famiglia. A scatenarla sarebbero stati motivi banali.

In quella circostanza dopo l’intervento della polizia per riportare la calma, in sei sono stati denunciati per quella bagarre.

Tra loro v’erano gli stessi ragazzi che, in quella circostanza, sono stati segnalati alla procura per evasione dagli arresti domiciliari.

Uno dei due,  peraltro, in quelle botte da orbi è rimasto gravemente ferito, tanto da rimanere in ospedale in prognosi riservata.

Adesso tutti e due, Alma e Ferrigno, sono rinchiusi in una cella del carcere di contrada Balate.

 

di

- che ha scritto 1986 articoli su Castello Incantato.


464 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com