VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Mussomeli, indossa abiti nuovi uno sull’altro e fugge da negozio: arrestato dai carabinieri

MUSSOMELI –  Si presenta in negozio, entra in camerino e uno dopo l’altro indossa diversi capi d’abbigliamento dopo avere strappato l’antitaccheggio. Così, dopo che il commerciante ha tentato di bloccarlo, è fuggito portandosi dietro tutti gli abiti. Ed è con quelli ancora indosso che è stato preso dai carabinieri e arrestato.

Un furto vagamente fantozziano di cui s’è reso protagonista un giovane. Un romeno di 24 anni, Nicai Gravaim – difeso dall’avvocato Diego Perricone – che da diverso tempo vive in un’abitazione al civico 29 di via Tripoli, a Mussomeli.

È in un megastore gestito da commercianti di nazionalità cinese che il ragazzo, peraltro volto noto alle forze dell’ordine, si è presentato. Come fosse un cliente qualsiasi.

Dagli scaffali ha preso alcuni capi di abbigliamento, un jeans e qualche maglietta, raggiungendo poi i camerini di prova. Lì dentro, li ha indossati uno sull’altro, tirando via l’antitaccheggio. E con tutti quei vestiti addosso ha tentato di guadagnare l’uscita sena pagare nulla.

Ma il commerciante, che s’è reso conto della situazione, lo ha bloccato. Il giovane ha chiesto di lasciarlo andare via perché sarebbe andato a casa a prendere i soldi per pagare la merce. Il negoziante non gli ha negato la possibilità, purché prima togliesse i vestiti nuovi di dosso per ritirarli solo dopo avere pagato.

Per tutta risposta il giovane è scappato via a tutta velocità. Sono stati avvertiti i carabinieri ed a loro sono state fornite indicazioni sulle generalità del ventiquattrenne. Perché conosciuto per qualche suo precedente problema con la giustizia.

In passato, infatti, è stato processato e condannato a un anno di reclusione per resistenza a pubblico ufficiale. Attualmente ha un procedimento in corso per lesioni.

Così è partita la caccia all’uomo dei carabinieri. Una ricerca mirata. E poco dopo lo hanno intercettato in strada, mentre stava entrando in un supermercato, sempre di Mussomeli.

È stato bloccato. Addosso aveva ancora i vestiti che poco prima avrebbe rubato in negozio.

Cinque capi in tutto per un valore totale di 130 euro. È stato arrestato e ha trascorso la notte in camera di sicurezza.

Il mattino dopo è comparso dinanzi il giudice Santi Bologna per essere giudicato per direttissima.

Il romeno si è giustificato asserendo di non ricordare granché, perché la sera prima sarebbe stato ubriaco. «Non capivo quello che facevo», s’è difeso dinanzi il giudice.

Con la conferma del provvedimento, Gravaim è stato rimesso in libertà ma ogni giorno dovrà presentarsi alla caserma dei carabinieri tra le 18.30 e le otto di sera. Il suo legale ha chiesto un termine a difesa e tornerà dinanzi il giudice dopo la pausa estiva.

 

di

- che ha scritto 1987 articoli su Castello Incantato.


2.820 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com