VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

«Falsi braccianti», un esercito sotto accusa

CALTANISSETTA – Truffa aggravata all’Inps,  falsità ideologica e in scrittura privata e tentata estorsione. È l’ampio ventaglio di contestazioni per un vero e proprio esercito di accusati.
Qualcosa come 130 e anche più, con una decina di posizioni per il momento accantonate.
Due, secondo gli inquirenti, sarebbero i personaggi chiave dell’inchiesta, ossia un imprenditore riesino e un suo presunto complice di nazionalità che per questa inchiesta sono stati pure arrestati da guardia di finanza e carabinieri.
Provvedimenti restrittivi che sono scattati dopo complesse indagini di polizia economico-finanziaria iniziate nel 2012 e che si sono catalizzate su un paio di società del settore agricolo.
Quell’inchiesta, secondo gli stessi inquirenti, avrebbe consentito di smascherare quello che è stato ritenuto un pericoloso sistema di frode ai danni dell’Inps.
Secondo l’accusa sarebbero stati stipulati, dalle società in questioni, falsi contratti di locazione di oltre 25 ettari di terreni nelle campagne di Riesi.
Così finti braccianti avrebbero intascato indennità di disoccupazione, in cambio di una percentuale che sarebbe finita nelle tasche dei presunti organizzatori della truffa.
Un giro di frodi che le fiamme gialle, tra le pieghe delle indagini avrebbero quantificato nell’ordine di 800 mila euro e anche più.

 

di

- che ha scritto 1925 articoli su Castello Incantato.


328 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com