VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

“Basta una pioggia e le strade del nisseno diventano un pantano”. La denuncia di sindacati e lo sdegno dei cittadini

la Mussomeli Caltanissetta dopo un acquazzone

MUSSOMELI – Anche in piena estate, un isolato e breve acquazzone trasforma le già martoriate strade del nisseno in un impraticabile pantano. A denunziarlo  è una sigla sindacale, ad accorgersene e  a patirne i disagi sono tutti i cittadini della provincia di Caltanissetta, in particolare coloro che devono transitare da e per il Vallone, zona isolata e, a causa di una viabilità scarsa e dissestata, diventato luogo in mezzo al nulla. Su questa vergognosa situazione  Ignazio Giudice, segretario generale Cgl di Caltanissetta,  osserva: “Bastano quattro gocce d’acqua per bloccare i cittadini di Mussomeli e di altri Comuni del famoso Vallone, dimenticati palesemente dalla politica, le strade infangate non sono una invenzione della CGIL, nè dei comitati civici che rivendicano strade sicure, oserei dire che tutti rivendichiamo normalità. Per un attimo dobbiamo immaginare il caso emergenziale, un cittadino di Mussomeli  che sta male ed ha urgente bisogno di una consulenza medica presso l’ospedale Sant’Elia, ecco la morte è certa come chiare ed evidenti sono le responsabilità del degrado viario. Bisogna costruire con urgenza un comitato permanente. Mussomeli/Caltanissetta, Mazzarino/Niscemi, Butera/Gela, Serradifalco/Milena e potrei continuare a tutela di chi da Gela va  Vallelunga e/o Villalba via autostrada ed esce al bivio di Resuttano incappera’ in 28 km di trazzera (ex S.P. CT/PA) di cui la gran parte in provincia di Palermo. Basta con le parole lo abbiamo ripetuto talmente tante volte che nessuno più ci crede, per questo chiederemo al Prefetto di convocare un vertice specifico per la sicurezza stradale”. Parole a cui fanno eco i cittadini sdegnati ed esasperati da una situazione viaria imbarazzante. “Dopo un normale temporale estivo – denunciano in coro – è andata in tilt tutta la rete stradale. Lo scorso lunedì chi si è dovuto recare a Caltanissetta o a Villalba da Mussomeli ha rischiato grosso, stiamo parlando non di una situazione emergenziale ma di una isolata precipitazione. Queste strade sono pericolose in condizioni ottimali, non osiamo immaginare come saranno in inverno quando pioggia e condizioni climatiche avverse si intensificano. Siamo isolati da tutto e tutti. La Palermo Agrigento è un calvario, questa forzata situazione  eremitica che siamo costretti a vivere non giova a nessuno. Alla sicurezza delle persone, alla economia. Inutile poi chiedersi, con questa viabilità,  perchè tante persone vanno e nessuno vuol tornare. E’ impensabile che il turismo o qualunque altra attività economica possa decollare, siamo condannati alla solitudine e alla decadenza”.

 

di

- che ha scritto 6583 articoli su Castello Incantato.


4.531 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com