VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Case a 1 euro a Mussomeli: un belga ne ristruttura 4, interessati i coreani

Bert Vanbellingen

Mussomeli – Se dovesse avere un volto ed un nome il progetto Case a 1 euro varato dal Comune di Mussomeli, un posto d’onore sarebbe certo riservato al belga Bert Vanbellingen che ha acquistato ben quattro vecchie case in pieno centro storico (Via Napoleone Colajanni, zona madrice), ha preso la residenza a Mussomeli dove intende vivere stabilmente con la famiglia, quando avrà finito di ristrutturare in proprio le sue abitazioni. Una storia emblematica di come il tesoro che abbiamo sotto casa spesso non sappiamo riconoscerlo, a differenza di chi vive altrove e qui si trasferisce cambiando radicalmente vita. E’ il caso di una coppia tedesca che vive sotto la madrice, in una casa donata dai proprietari e rimessa a nuovo dalla coppia. O di Frank Catania, cantante italo/americano che qui s’è trasferito con la moglie (statunitense), dove essere venuto a Mussomeli in cerca delle proprie radici.

E se perfino dalla Corea del Sud, come dice l’assessore Toti Nigrelli arrivano richieste di investitori interessate all’acquisizione di case ad un euro, è chiaro che la strada intrapresa è quella giusta per ripopolare il centro storico sempre più abbandonato e degradato, preda di erbacce, case chiuse, randagi e ratti.

“Sono stati contattato da investitori dalla Corea del Sud, mentre continuano le richieste da parte di altri investitori stranieri. L’altro ieri una coppia inglese ha voluto valutare un acquisto, ma riceviamo chiamate dagli Stati Uniti, dal Belgio, dalla Francia, in pratica da tutto il mondo. Stiamo cercando di scaglionare gli arrivi, grazie anche all’agenza che collabora col nostro Comune, spalmandoli in tutta la settimana, ad evitare, come è accaduto in passato, quando arrivavano flussi numerosi di visitatori, che di fronte ad un immobile appetibile finissero per litigare tra di loro per acquistarlo. Allo stato attuale abbiamo ben circa 500 immobili a 1 euro pronti ad essere venduti a chi li vuole acquistare. Inoltre ci sono altri immobili, a prezzi ultraconvenienti, ma di questi se ne occupano come è giusto, le agenzie di vendita. Immobili che vanno poi ristrutturati, come sta facendo il belga Bert Vanbellingen al civico 19 di via Napoleone Colajanni, dove lui ha acquistato questi immobili completamente degradati e dopo avere bonificato un giardino abbandonato, vi ha realizzato una terrazza panoramica che dà sul centro storico e gode di un panorama d’incanto. E una volta ultimati i lavori esterni, metterà mano agli interni. In totale ha acquistato ben 700 metri quadri di immobili, si è già trasferito a Mussomeli dove intende vivere per il resto dei suoi anni. Si è integrato benissimo, per tutti noi infatti è soltanto Bert, e questa sua decisione così radicale, è già stata oggetto di un articolo da parte della stampa francese”.

“Tra i fortunati compratori di Mussomeli –scrive infatti la stampa d’Oltralpe- Bert Vanbellingen dal Belgio ha acquistato non uno, ma quattro case per un euro! Un cambiamento radicale di vita È stato leggendo un breve articolo del quotidiano belga Het Laatste Nieuws che Bert apprende che il sindaco del piccolo villaggio di Mussomeli vende vecchi edifici a 1 euro. Bert, desideroso di cambiare scenario, decide di imbarcarsi in questa pazza avventura. Vive a Mussomeli tutto l’anno, mentre sua moglie, che è rimasta in Belgio dove continua a lavorare, si unirà a lui con i loro figli in due o tre anni. Nel frattempo, Bert lentamente rinnova le sue case e torna a visitare la sua famiglia ogni tre settimane.”.

Bert per altro, l’altro ieri, ha acquistato una Fiat 500 e il supporto offerto dall’organizzazione case a 1 euro, provvede ad affiancarlo e seguirlo anche nel disbrigo di tali pratiche.

“Certo –conclude Toti Nigrelli- il nostro centro storico non sarà ripopolato da qui a un anno, ma credo che questa sia la strada giusta per addivenire nei prossimi 15-20 ad una inversione di tendenza, perché chi qui arriva, non se ne va più”.

FONTE LA SICILIA

 

di

- che ha scritto 6674 articoli su Castello Incantato.


4.874 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com