VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Mussomeli, Alitalia condannata a risarcire due famiglie per un volo in ritardo

MUSSOMELI – Alitalia condannata a risarcire due famiglie di Mussomeli. Il giudice, condividendo la tesi dell’avvocato Gero Salamone, ha imposto alla compagnia di bandiera d’indennizzare le due famiglie mussomelesi.

Alitalia sborserà 4.800 euro alle famiglie e 400 euro per ogni singolo passeggero, oltre a dovere far fronte alle spese processuali.

Il perché è presto spiegato. Nel dicembre di due anni fa, proprio sotto le festività natalizie, i due nuclei erano pronti a gustarsi una vacanza a Londra.

Il volo, con partenza da Catania, non sarebbe stato diretto ma avrebbe previsto scalo a Roma Fiumicino. Ma qualcosa, quel giorno, è andato per il verso sbagliato.

E per responsabilità della compagnia aerea le due famiglie sarebbero state costrette ad imbarcarsi su volo successivo, in ritardo di diverse ore rispetto alla partenza programmata con i biglietti in precedenza acquistati.

Come se non bastasse, nonostante le comprensibili insistenze da parte dei passeggeri, gli stessi non avrebbero ottenuto alcuna spiegazione da parte del personale e da Alitalia stessa.

Da qui, con quella vacanza in qualche modo avvelenata, l’idea poi di citare in giudizio la società aerea per chiedere di essere indennizzati per i disagi subiti e la forzata riduzione di vacanza.

Così hanno deciso di ricorrere al giudice di pace di Caltanissetta, lo stesso che ha riconosciuto «l’applicazione del regolamento che disciplina le ipotesi di inadempimento da parte del vettore aereo per cancellazione del volo, negato imbarco e ritardo prolungato».

E tra le pieghe della sentenza lo stesso giudice ha motivato la decisione sostenendo che «il diritto alla compensazione pecuniaria trova conforto nel principio sancito dalla Suprema Corte di Giustizia Europea che ne riconosce la debenza al passeggero di un volo con una o più coincidenze riconducibili ad un unico contratto di trasporto aereo operato dalla stessa compagnia aerea che abbia subito un ritardo alla partenza inferiore ai limiti stabiliti dalle norme europee, ma che abbia raggiunto la sua destinazione finale con un ritardo di durata pari o superiore a tre ore rispetto all’orario previsto».

 

 

di

- che ha scritto 2044 articoli su Castello Incantato.


820 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com