VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Per anni sotterrai rifiuti tossici», scatta l’inchiesta dopo le rivelazioni di un imprenditore

Gela – Per anni avrebbe nascosto i rifiuti più che tossici nel sottosuolo. Nascondendoli in mega vasche costruite a ridosso dello stabilimento Eni di Gela.

A rivelarlo, durante un programma televisivo d’inchiesta su Raidue, è stato Emanuele Pistritto, un imprenditore ora in pensione, che materialmente con mezzi pesanti si sarebbe occupato di nascondere rifiuti tossici sotto terra.

In grandissime vasche al cui interno sarebbe stato riversato di tutto, a cominciare dall’amianto killer. Ma anche tantissimi altri scarti pericolosi

 Che sarebbero stati resi meno ingombranti passandovi sopra con i cingoli delle ruspe. Nel sottosuolo, insomma, si nasconderebbe una vera e propria bomba ecologica.

E in tal senso gli uffici giudiziari di Gela, guidati dal procuratore capo Fernando Asaro, hanno già avviato una nuova indagine.

Già perché in precedenza era stato aperto un primo filone d’inchiesta sull’onda di dichiarazioni rese da un ex operaio dello stesso stabilimento.

Tant’è che v’è già in itinere un procedimento a carico di oltre una ventina di dirigenti e tecnici dello stesso stabilimento Eni che sono stati tirati in ballo per disastro ambientale.

Ma adesso la maglia potrebbe allargarsi oltremodo. Saranno le ulteriori indagini a chiarire le eventuali proporzioni del disastro.

 

di

- che ha scritto 2088 articoli su Castello Incantato.


3.599 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com