VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Ponte crollato sulla Sp 38, appello del Comitato: servono materiali e mezzi per una soluzione tampone

Mussomeli – Appello ai cittadini e alle imprese di Mussomeli e del Vallone perché si procurino materiali e mezzi per sistemare una strada interpoderale, per ora unica valvola di sfogo, dal punto di vista viario, dopo il crollo del ponte sula provinciale 38.

A lanciarlo è il Comitato viabilità negata del Vallone dopo un incontro con il commissario straordinario del Libero consorzio di Caltanissetta, . Sul tappeto la più che spinosa questione legata all’isolamento dell’intero Vallone dopo il cedimento del ponte.

Le soluzioni, seppur tampone in attesa di altre più durature, ci sono ma accorre anche l’impegno di cittadini e imprese. Perché durante il vertici è stata proposta un’alternativa per ovviare, per il momento, all’isolamento.

La soluzioni proposta e condivisa dallo stesso commissario è l’utilizzo – in attesa d’interventi più radicali – della strada che partendo dal bivio a sinistra, prima del ponte crollato, porta al bivio Roccella. Questo si snoda per circa 11 chilometri attraverso provinciale 243, una strada interpoderale lunga poco meno di due chilometri – 1,8 per l’esattezza – e la provinciale 33.

Ma se il Libero consorzio si è impegnato a ripristinare, con mezzi propri, il tratto che è sotto la sua gestione,

Rimangono quei due chilometri o poco meno d’interpoderale da sistemare. E il comitato viabilità – che ha già ottenuto il nullaosta del sindaco di San Cataldo,  Giampiero Modaffari – in tal senso si è fatto carico di trovare le risorse necessarie per il ripristino.

Il tutto in attesa della realizzazione del ponte franato sulla «38», con tempi che si prospettano non brevi per via dell’iter burocratico, prima di avere il via libera al ponte di tipo Bailey realizzato dall’esercito.

Ma ancor più importanti saranno  i radicali interventi previsti dal «Patto per il sudcon oltre 32 milioni di euro programmati sul fronte sicurezza e viabilità.

Durante l’incontro con il commissario straordinario Panvini sono stati toccati anche altri punti, come l’impiego di operai dell’ispettorato ripartimentale delle foreste e mezzi Esa per la pulizia della banchine e dei ponti per agevolare deflusso dell’acqua piovana e la circolazione stradale.

Interventi che dovrebbero interessare la Mussomeli-Sutera-Campofranco, la fondovalle Bompensiere-Milena, la fondovalle Mussomeli-Serradifalco al di qua ed al di la del ponte franato, la Mussomeli-Villalba-Vallelunga e la Mussomeli-Acquaviva.

E il Libero consorzio s’è impegnato a fornire  mezzi e personale, il BobCat in dotazione all’unità di Mussomeli  ma fermo perché il mezzo che lo trasporta è guasto.

La delegazione del comitato era composta da Francesco Amico, Silvestre Messina, Mario Geraci ed erano presenti all’incontro il rappresentante delle Confraternite ,  Totino Saia, l’avvocato Gioacchino Comparato per il Movimento consumatori di Caltanissetta, il presidente Michele Giarratana, Arcangelo Rizza ed il direttore Salvatore Di Giovanni per Fen Imprese e, ancora, Ferdinando Gallo e Ignazio Giudice in rappresentanza dei sindacati Cigl, Cisl, Uil e il segretario del Libero Consorzio,  Eugenio Alessi.

 

di

- che ha scritto 2150 articoli su Castello Incantato.


1.257 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com