VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | dicembre, 2018

 

Carabinieri, sequestrati 25 chili di botti illegali

Carabinieri, sequestrati 25 chili di botti illegali

MUSSOMELI – Fuochi illegali scoperti e sequestrati dai carabinieri. Qualcosa come venticinque chilogrammi di botti di fine anno che sono stati intercettati dai carabinieri.

Il piccolo arsenale si nascondeva all’interno di un appartamento nel centro di Sommatino. Una casa che sarebbe stata nella disponibilità di un giovane romeno che vive in paese.

Erano stati ammucchiati lì, per esser venduti, ma senza che il giovane fosse in possesso della necessaria permesso.

Così il ragazzo che deteneva quei fuochi d’artificio è stato denunciato per l’ipotesi di fabbricazione o commercio abusivi di materie esplodenti.

Tutta roba che sarebbe stata destinata a festeggiare l’ultimo dell’anno. Ma sulla bontà della merce, al di là della mancanza di ogni permesso a detenerli, gli stessi carabinieri hanno subito nutrito seri dubbi.

Il consistente quantitativo di botti – ve n’era di ogni tipo e dimensione – è stato sequestrato insieme a un po’ dio soldi. Qualcosa come oltre un migliaio di euro ritenuti frutto dell’attività di vendita.

Dalle forze dell’ordine il consiglio, rivolto ai consumatori, di acquistare materiale di questo genere da rivenditori autorizzati, accertandosi, prima, che ne sia certificata la qualità.

411 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

La Croce Rossa di Mussomeli dona 17 carrozzine

La Croce Rossa di Mussomeli dona 17 carrozzine

Mussomeli –  Il Cantante della Solidarietà, Salvatore Ranieri, dopo 2 anni è ritornato a Mussomeli per l’ultima tappa dell’anno della sua campagna di donazione di carrozzine a ospedali, case di riposo ed associazioni.
Non solo l’ultima in ordine cronologico ma la singola donazione più consistente della campagna considerando che sono state regalate, dalla sezione di Mussomeli della Cri,   17 carrozzine di cui 2 pediatriche. I reparti ospedalieri che ne hanno beneficiato sono i reparti di Ortopedia, Chirurgia, Medicina, Lungodegenza e pronto soccorso dell’ospedale di Mussomeli e del reparto di Rianimazione del Sant’Elia. Tra i fruitori del progetto anche due case di riposo della provincia, grazie alla sensibilizzazione dall’assessore regionale Ippolito, ovvero la Casa di riposo “San Pio” di Bompiensiere e quella di Milena “San Giuseppe”. Venerdì scorso erano presente alla manifestazione della consegna presso l’ospedale di Mussomeli, oltre ai dottori Dell’Utri,  Sorce, Sciarrino, Mantio, Carduccio e molti operatori sanitari, anche il comandante della stazione dei carabinieri maresciallo Lorenzo Chiatante e la collega m.llo Marzia Garcea, il comandante della tenenza della GDF m.llo Salvatore Imbesi, i vertici e volontari della Croce Rossa Italiana – comitato di Mussomeli Onlus ed i ragazzi del servizio civile del comitato.
Grande soddisfazione di tutto il comitato della CRI di Mussomeli e di Daniele Frangiamore in particolare “per il rapporto di stima e di amicizia che si consolida sempre più con Salvo Ranieri”
Il commercialista mussomelse ha sottolineato poi “che ormai il rapporto con Salvo non è più un rapporto di tipo collaborativo, ma come ha detto lo stesso Salvo, trascende in rapporto di amicizia familiare”.

818 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Pian del Lago, tentativo di fuga neutralizzato dalla polizia

Pian del Lago, tentativo di fuga neutralizzato dalla polizia

Caltanissetta – Nuovo tentativo di fuga dal centro di accoglienza di Pian del Lago. Ma senza scontri. Momenti di tensione sì, ma senza mai sfociare in situazioni di grande pericolo come più volte, in passato, si sono registrate.

Una ventina o poco più i manifestanti. Tutti ospitati nel centro permanente per i rimpatri. Avrebbero voluto che le procedure nei loro confronti fossero esperite con celerità.

Questa, almeno, sarebbe stata una prima ipotesi avanzata e che sarebbe stata alla base della protesta scoppiata a tarda sera a Pian del Lago.

È subito intervenuta ala polizia per evitare che la situazione potesse degenerare. Un presunto tentativo di fuga sarebbe stato bloccato sul nascere.

Non sarebbe andato in porto perché il drappello di stranieri è stato bloccato in tempo. Poi la situazione, dopo una paziente opera di mediazione sarebbe tornata alla normalità.

567 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Quarantasette  anni tra compassi e squadrette, premio alla carriera per l’ingegnere Luigi Mancuso

Quarantasette anni tra compassi e squadrette, premio alla carriera per l’ingegnere Luigi Mancuso

la cerimonia di consegna dell’attestato all’ingegnere Mancuso

MUSSOMELI –  Mezzo secolo  tra calcoli, goniometri e  squadrette.  Luigi Mancuso, classe 1946, è il decano degli ingegneri mussomelesi. Oggi l’ordine ha tributato questo ambizioso traguardo, consegnando al libero professionista un attestato di benemerenza per i quarantasette anni d’iscrizione all’albo. La cerimonia di consegna è avvenuta oggi, presso il polo universitario di Caltanissetta, durante  un corso sull’etica e sulla deontologia professionale. L’ingegnere Mancuso, laureatosi con il massimo dei voti, in ingegneria meccanica, ha incentrato la sua lunga e prestigiosa carriera sull’edilizia pubblica e privata. Numerose opere, oltre che in Sicilia, in tutta Italia portano la sua firma. Pur non disdegnando i moderni mezzi, è sempre stato un estimatore dei metodi classici di calcolo e, a tutt’oggi, a mente, o al massimo con l’ausilio di carta e penna, riesce a portare a termine complesse elaborazioni  geometriche e matematiche. “U ngigniri Mancusu”, oltre ad essere stato sindaco di Mussomeli,  è stato, a lungo docente nelle scuole superiori, ha ricoperto ruoli di primissimo piano nell’ordine degli ingegneri ed è tuttora alla guida dello studio che porta il suo nome. Attivissimo nella congrgeazione degli edili, è ormai proverbiale il suo saluto “viva San Vincenzo”

7.038 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Musssomeli, in arrivo 700 mila euro per ammodernare il collegio di Maria

Musssomeli, in arrivo 700 mila euro per ammodernare il collegio di Maria

Mussomeli – In arrivo 700 mila euro per ammodernare il collegio di Maria, a Mussomeli. Il via libera è arrivato proprio a poche ore dal Natale con un decreto vistato a ridosso delle feste.

Sotto l’albero di Natale Mussomeli ha ritrovato questa gradita sorpresa. La struttura, secondo i progetti per l’immediato futuro, dovrebbe assolvere funzioni sociali.  E presto sarà bandita la gara per poi , nel nuovo anno ormai alle porte, entrare nella fase operativa degli interventi programmati.

In particolare dovrebbe essere destinato a divenire un polo di accoglienza, non senza trascurare  anche all’aspetto turistico delle questione.

Così, passando pure per una rinnovata destinazione della struttura, si guarderà tanto all’aspetto sociale quanto alle possibili ricadute anche in termini di turismo.

1.256 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Polizia, in un anno sequestrati oltre due quintali e mezzo di droga

Polizia, in un anno sequestrati oltre due quintali e mezzo di droga

Caltanissetta – Diciassette operazioni in provincia con una pioggia di arresti, il sequestro di centinaia di chili di droga, di armi e sequestri di beni sospetti.

C’è questo e tanto altro ancora nel consuntivo dell’attività svolta quotidianamente dalla polizia in questo 2018 che sta per andarsene e che è stato analizzato dal questore Giovanni Signer.

Sono i numeri a rendere eloquenti i risultati dell’impegno per l’affermazione della legalità. Nell’anno che sta per finire, complessivamente la polizia ha sequestrato sull’intero territorio provinciale qualcosa come oltre  250 chilogrammi di droga e, in particolare, 236 chili di marijuana, 13 di hashish, 62 grammi di cocaina e 6 grammi di eroina, a cui vanno ad aggiungersi 4.515 piante di marijuana scoperte.

E dall’analisi dei vari reati è emerso che sono un po’ in calo i furti scesi a 1.178 furti  con un -4 per cento rispetto al 2017; 13 rapine e sono la metà rispetto allo scorso anno; 25 ricettazioni con un -25 per cento; e 320 i danneggiamenti con un – 4 per cento.

Di contro sono in aumento le estorsioni, con 18 casi pari a un +28 per cento; 80 episodi di droga con un incremento del 29 per cento e sono  297 tra truffe e frodi informatiche con un 30 punti in percentuale in più rispetto al 2017.

In tema di arresti sono  stati 137 di cui 18 per associazione mafiosa, 41 per stupefacenti, 23 per furti, ricettazioni, rapine ed estorsioni e, ancora, 30 su provvedimento dell’autorità giudiziaria per espiazione di pena e infine 24 per altri reati.

Mentre le denunce hanno toccato quota 685, con : 5 per rapina 63 per furto, 60 per lesioni personali, 74 per minacce, 16 per ricettazione, 34 per droga, 23 per truffe e frodi e 30 per danneggiamento.

Nel gran calderone, tra l’altro, anche 38 avvisi orali; 29 fogli di via obbligatori emessi, con divieto di rientrare nella provincia nissena, 9 Daspo in occasione di incontri di calcio e 10 ammoniti per stalking e per maltrattamenti in famiglia.

429 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Gita fuori porta con altro pregiudicato, arrestato un sorvegliato speciale

Gita fuori porta con altro pregiudicato, arrestato un sorvegliato speciale

immagine di repertorio

Caltanissetta – La voglia di trascorrere festività natalizie fuori porta gli è costata cara. Sì, perché per lui è scattato l’arresto ad opera della polizia.

Il provvedimento restrittivo ha colpito il cinquantottenne niscemese  Emanuele Fidone che è stato sorpreso alla guida di un’auto mentre era in auto con un altro volto noto delle forze dell’ordine.

Sono stati, infatti i loro precedenti con la giustizia ad indurre una pattuglia di polizia a imporre l’alt all’auto, una Fiat Uno, con i due a bordo. Perché li hanno riconosciuti.

Sono stati bloccati e perquisiti. Ma  è bastato un rapido controllo per appurare che il guidatore era senza patente perché gli era stata revocata.  E, in più, si trovava in auto con un altro pregiudicato. Situazione, questa, che gli è assolutamente vietata per via della misura a cui si trovava già sottoposto.

Così la sua utilitaria, che era già sottoposta a fermo amministrativo, è stato adesso sequestrato. Mentre a suo carico è stato disposto l’arresto, con il beneficio dei domiciliari, per violazione delle prescrizioni legate alla misura di prevenzione e per guida senza patente.

589 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

«La voce non è la sua», annullata la misura per titolare di un soccorso stradale

«La voce non è la sua», annullata la misura per titolare di un soccorso stradale

Caltanissetta – Annullato l’obbligo di dimora per il titolare di una ditta di soccorsi stradali coinvolto in estate in un’inchiesta a Catania.

È il quarantene nisseno Salvatore Giannavola – assistito dall’avvocato Salvatore Leotta – che s’è visto revocare dal gip del tribunale catanese il provvedimento a suo carico.

Lo stesso indagato è stato sottoposto a obbligo di dimora in città. Ora è arrivato l’annullamento alla misura cautelare.

Secondo la tesi accusatoria lo stesso sarebbe stato inserito in un traffico di auto rubate e la successiva ricettazione delle stesse.

Ora sarebbe emerso che  intercettazioni che avrebbero messo nei guai lo stesso Giannavola non sarebbero così come le avrebbe ritenute l’accusa.

La voce intercettata, in sostanza, non sarebbe quella dell’indagato nisseno. Così avrebbero dedotto gli esperti, in particolar ei carabinieri del Ris.

L’esito della perizia ha sortito, così, l’annullamento della misura cautelare a carico dello stesso indagato . Il suo nome rimane inserito nel dossier, ma intanto su lui non pende più alcun provvedimento.

488 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Mussomeli, alle 18 ultimo consiglio comunale dell’anno

Mussomeli, alle 18 ultimo consiglio comunale dell’anno

Mussomeli – Consiglio comunale in pieno periodo natalizio e, salvo ulteriori convocazioni, dovrebbe essere l’ultimo dell’anno. . Il civico consesso è stato, infatti, convocato pomeriggio alle 18. Nell’alula “F. Sorce” si parlerà del Consorzio e dell’associazione temporanea di scopo del “Distretto Turistico Valle dei Templi” con riferimento al recesso del Comune di Mussomeli. All’ordine del giorno la ricognizione organismi partecipati alla data del 31 Dicembre 2017. E, infine, si discuterà  dei debiti fuori bilancio, relativi al servizio randagismo anno 2016, in favore  dell’Associazione L.I.D.A. San Cataldo Onlus, della Ditta Ferreri Emanuele e della Mister Dog s.r.l.

678 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Buon Natale da castelloincantato.it

Buon Natale da castelloincantato.it

1.776 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com