VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

«Morì due anni dopo una lite», mamma e figlia accusate di omicidio

immagine di repertorio

Caltanissetta – Mamma e figlia chiamate sul banco degli imputati per la morte di una donna. Deceduta un paio di anni dopo una presunta aggressione che avrebbe subito dalle stesse due vicine ora chiamate alla sbarra.

Sono la cinquantaquattrenne Rita Di Grigoli e la ventisettenne Paola Gulizia  – difese dall’avvocato Calogeri Meli – mamma e figlia di Delia, chiamate a difendersi da un’accusa pesantissima: omicidio preterintenzionale.

Imputazione legata alla morte della sessantenne Carmela Barone, deceduta nel settembre del 2015, un paio di anni dopo la presunta aggressione subita. E che, secondo la tesi accusatoria, sarebbe scattata per futili motivi.

E il figlio della vittima, che sarebbe stato testimone, insieme al fratello dell’aggressione della madre, ha ricostruito agli inquirenti quelle fasi.

Raccontando che la loro genitrice, il 23 giugno del 2013, sarebbe stata spintonata e poi colpita con un pugno tra nuca e collo.

Poi la sessantenne è stata prima trasportata all’ospedale di Canicattì e poi trasferita in eliambulanza a Palkermo per un edema cerebrale.

Due anni dopo, per l’esattezza il19 settembre 2015, Carmela barone è deceduta. Ora, secondo la tesi accusatoria, il suo calvario e  la successiva morte potrebbero esser legate a quella presunta aggressione. Da qui a carico dio mamma e figli l’imputazione di omicidio.

 

di

- che ha scritto 2150 articoli su Castello Incantato.


599 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com