VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

A 55 anni se ne va un animo candido, Giuseppe Scannella non c’è più

MUSSOMELI – A dicembre, nel mese in cui si festeggia la nascita di Cristo, nel paese manfredonico quest’anno verrà ricordato per il numero abnorme di decessi. L’ultimo a raggiungere il mondo dei più è Giuseppe Scannella. Oggi un malore improvviso non gli ha dato scampo. Aveva 55 anni . Giuseppe era una persona genuina, un puro di cuore, incapace  di ogni cattiveria e malizia. La bassezze più grette, si sa, vengono spesso partorite dalle menti sofisticatissime. Giuseppe, al contrario, aveva fatto della semplicità il suo vessillo, il  candore che lo caratterizzava aveva conquistato tutti. Tutti lo salutavano, tutte  le persone gli  davano del tu, mentre lui dava del tu alla vita, cogliendone gli aspetti essenziali di una esistenza lineare,  senza fronzoli e orpelli. Giuseppe era orgoglioso della sua abitazione al Carmelo, ultimata con colori accesi e caldi. Così come era caloroso con tutte le persone che incontrava al bar, a cui non negava mai un sorriso, un saluto, una proposta di offrire un caffè. La vita non gli ha dato tanto, egli le ha chiesto ancora meno. Nonostante le enormi avversità e quel  percorso ad ostacoli che, per molti versi,è stata la sua breve esistenza, ci conforta la consapevolezza che Giuseppe ha saputo essere felice. Il funerale verrà celebrato presso la chiesa del Carmelo, lunedi 24 dicembre, alle ore 15. Così insieme a  Giuseppe, compendio di candore e innocenza,  vogliamo ricordare tutti i concittadini, nominati o meno,  che nelle ultime settimane se ne sono andati. Giusto per citare gli scomparsi di cui siamo a conoscenza, menzioniamo  l’intraprendente antesignano dei moderni fast food signor Giuseppe Barcellona, il garbato insegnante Nicolò Morreale, l’attivissima signora Enza Costanzo, il solare fotografo e gioielliere signor Onofrio Salamone, il signorile cavaliere Vincenzo Noto, il laborioso pasticcere signor Salvatore Gagliano, il mite sacerdote don Antonino Maniscalco.

Il direttore esprime, a nome suo personale e della redazione, profondo cordoglio ai familiari dei concittadini  scomparsi

leggi tutto sotto sinistra

 

di

- che ha scritto 562 articoli su Castello Incantato.


10.262 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com