Diretta settimana Santa 2019
Vigro
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

«Botte a madre e fratello», mano pesante del giudice per familiare violento

Caltanissetta – Anni di presunte violenze e vessazioni ai suoi familiari. E anche stavolta la giustizia gli ha presentato il conto. Con una nuova condanna che gli è piovuta sul capo.

Se l’è ritrovata sul groppone il trentaseienne di San Cataldo, Giuseppe La Mantia – assistito dall’avvocatessa  Maria La Ganga Ciciritto  – al quale il giudice, al termine del processo con rito abbreviato, ha inflitto la condanna a 2 anni e 4 mesi per maltrattamenti in famiglia..

Esattamente il doppio rispetto a quanto ha sollecitato l’accusa al termine della sua requisitoria. Sì perché il pm s’è fermato a una richiesta di un anno e due mesi.

È per un episodio del novembre scorso – che sarebbe solo l’ultimo di una lunga serie che si trascinerebbe da anni – che in questo procedimento è stato tirato in ballo. Perché la sera dell’8 novembre è stato ancora una volta arrestato. Com’era già accaduto cinque anni prima, sempre per lo stesso motivo.

Il cliché sarebbe sempre lo stesso, comportamenti violenti, aggressioni e minacce riservate al fratello e alla madre.

E una sera di oltre un mese e mezzo addietro è stato arrestato dai carabinieri che lo hanno preso, praticamente, con le mani nel sacco.

È stato rinchiuso al carcere Malaspina di Caltanissetta ed lì che si trova ancora rinchiuso, anche dopo questo pronunciamento al termine del processo di primo grado.

 

di

- che ha scritto 2384 articoli su Castello Incantato.


600 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com