Vigro
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Richieste di pizzo a un bar, blindate le condanne

Caltanissetta – Colpevoli erano e colpevoli rimangono. Senza più alcuna prova di appello. Solo con qualche parziale riduzione della pena. Ma le affermazioni di colpevolezza sono ormai blindate

Sì, perché anche per i giudici del Palazzaccio di Roma, che hanno rigettato i ricorsi degli imputati, sarebbero stati loro, a vario titolo, a chiedere il pizzo a un esercente gelese.

In appello condanne confermate per Roberto Di Stefano ed Emanuele Cannizzo che hanno rimediato tre anni ciascuno e, ancora, Giuseppe Cannizzo, Nuccio Rinzivillo, Adrian Uncureanu con tre anni e un mese, mentre è di tre anni e due mesi – contro i precedenti quattro anni – la pena per Catalin Toma e,infine, Giuseppe Rinella chiude con la pena a sei mesi.

Questo il quadro tracciato dalla Cassazione per le presunte richieste di pizzo al proprietario del bar Duomo di Gela che non si sarebbe piegato al ricatto e per questa ragione avrebbe subito la reazione del gruppetto. Ma, in extremis, era riuscito a sottrarsi al pestaggio.

 

di

- che ha scritto 2334 articoli su Castello Incantato.


685 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com