VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Vallelunga, chiesto ergastolo per Madonia e lui si difende: non c’entro nulla

Vallelunga – Ergastolo per il boss di Vallelunga, Giuseppe «Piddu» Madonia. Lo ha chiesto la corte d’Assise d’Appello di Catania che ha avanzato la stessa proposta per altri tre imputati.

Tutti sono stati tirati in ballo per l’omicidio del cugino di Madonia, Luigi Ilardo, indicato come un confidente dei carabinieri e ucciso a Catania da un commando la sera del 10 maggio del 1996.

Con Madonia sono sotto processo, in appello, il capomafia catanese Vincenzo Santapaola pure lui ritenuto mente di quell’agguato e, ancora, per Maurizio Zuccaro indicato come l’organizzatore  e Orazio Benedetto Cocimano che sarebbe stato esecutore  (difesi dagli avvocati Salvatore Centorbi e Giuseppe Rapisarda).

Tutti in primo grado sono stati condannati al carcere a vita. E adesso la procura generale di Catania ha chiesto la conferma di quel verdetto.

Di contro la difesa di Madonia ha sollecitato, di contro, l’assoluzione mettendo in dubbio l’impianto accusatorio. Sottolineando come, peraltro, Madonia già da tempo si trovava detenuto in regime di 41 bis.

E lo stesso boss, per videoconferenza, ha respinto le contestazioni sostenendo di «non avere nulla a che fare con questa vicenda».

Sempre il capomafia di Vallelunga ha pure asserito che in molti dei processi in cui è stato coinvolto e poi condannato non avrebbe nulla a che vedere.

Secondo gli inquirenti, Ilardo, ritenuto confidente dei carabinieri, sarebbe stato ucciso perché sarebbe stato sul punto di avviare un rapporto di collaborazione con la giustizia.

leggi tutto sotto sinistra

 

di

- che ha scritto 2511 articoli su Castello Incantato.


1.533 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com