VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Safer Internet Day 2019 per gli studenti, consigli della polizia contro il cyberbullismo

Caltanissetta – Saranno tantissimi gli studenti che, in occasione del «Safer Internet Day 2019», incontreranno la polizia, rappresentanti del Miur e l’Autorità garante per l’Infanzia e l’adolescenza, con Una vita da social. L’appuntamento, incentrato sul tema del cyberbullismo è per il 5 febbraio.

Il linguaggio del web e il valore della parola. La rete: pericolo o opportunità? Questi i temi che verranno approfonditi durante gli incontri, sotto lo slogan «Insieme per un internet migliore».

«L’obiettivo delle attività di prevenzione e informazione – è stato spiegato – è insegnare ai ragazzi a sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community online senza correre rischi connessi al cyberbullismo, alla violazione della privacy altrui e propria, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all’adozione di comportamenti scorretti o pericolosi per sé o per gli altri, stimolando i ragazzi a costruire allo stesso tempo relazioni positive e significative con i propri coetanei anche nella sfera virtuale».

È stato poi sottolineato come Il «Safer Internet Day» si rivolge ai ragazzi ed a tutte le figure della scuola,  agli operatori dell’informazione e del settore new media ma soprattutto si rivolge ai genitori «che ignorano – è stato rimarcato – il più delle volte come aiutare i propri figli a non cadere nei pericoli della rete».

e in tal senso, entrando più nello specifico, dal dirigente del compartimento di polizia delle comunicazioni della Sicilia occidentale, Cono Incognito, sono arrivati suggerimenti regole da tenere a mente, sia per i ragazzi sia per i genitori. «Non diffondere –  è la sua esortazione – le informazioni personali, utilizzare password sicure tenendole riservate, utilizzare i social network con prudenza sempre nel rispetto degli altri, controllare bene le impostazioni del proprio profilo, rispettare la netiquette e la privacy, osservando le regole di buon comportamento. Inoltre si suggerisce ai genitori di non lasciare troppe ore i bambini e i ragazzi in rete, limitando il tempo che possono trascorrere online, utilizzare dei software filtro per la navigazione dei più piccoli, con un elenco predefinito di siti possibili e soprattutto insegnare ai più piccoli di non rilevare in rete, dati personali come nome, cognome, età, indirizzo e numero di telefono che potrebbero essere utilizzati da malintenzionati navigatori».

leggi tutto sotto sinistra

 

di

- che ha scritto 2511 articoli su Castello Incantato.


645 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com