VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Politica

leggi tutto DXsorgepalace

 

Bagarre politica a Mussomeli: quando tra i due litiganti il cittadino non gode

Mussomeli –  Maggioranza ad assetti variabili dove si fatica a capire chi è con chi. Patti suggellati per andare contro e decisioni assunte solo per favorire qualcuno. Improvvisi cambi di casacche e alleanze distrutte dall’ambizione  di ottenere un posto al sole a Palazzo dei Normanni. Ostentati mutismi perdurati per anni e  trasformati repentinamente in urla dissonanti. Gli ultimi consigli comunali tracciano un ritratto sconfortante della politica mussomelese,  dove chiunque, nessuno escluso, sembra avere di mira  scopi  soggettivi che non collimano con quelli della collettività. Succede così che i portatori di interessi privati assumano protezione e trattamento come se fossero attori pubblici, di contro,  chi riveste un ruolo istituzionale tende a privatizzare la cosa pubblica. In uno scellerato gioco in cui tutti perseguono obiettivi diversi da quelli dichiarati e, soprattutto,  imposti loro   dalle cariche che rivestono, prevalgono ripicche, livori e vendette che danno luogo a un triste spettacolo a cui i cittadini, loro malgrado, sono costretti ad assistere e a pagare il biglietto.  Maggioranza e opposizione, al di là del dato numerico che rende difficoltosa l’esatta individuazione,  ad oggi  si equivalgono in posizione contrapposta  ma  simile.  Litigiosi  e  correi nel dare priorità alle beghe piuttosto che ai problemi che attendono urgente soluzione. Fino quando abuseranno della pazienza (e delle tasche) dei mussomelesi? Ci si chiede in giro parafrasando una nota citazione di Cicerone il quale, con insuperato acume, ricordava anche  che Il buon cittadino  è quello che non può tollerare nella sua patria un potere che pretende d’essere superiore alle leggi”. Se senza arbitrio è possibile affermare che  Mussomeli è pieno di buoni cittadini, in questo momento  appare ardito sostenere che  gli attori della politica mussomelese si stiano attenendo a quel limite richiamato dallo scrittore latino che impone l’osservanza delle regole dell’etica della responsabilità, ovvero  dalla consapevolezza che dalle proprie scelte derivano conseguenze per la comunità. Così mentre maggioranza e opposizione sferrano colpi di scena, si sfidano negli ambienti ovattati del palazzo, i cittadini combattono in prima linea e, spesso, cadono in trincea  a causa delle  inefficienze e delle drammatiche criticità  delle quali i litiganti istituzionali sembrano non curarsi. 

leggi tutto sotto sinistra

 

di

- che ha scritto 558 articoli su Castello Incantato.


2.522 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com