VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Milena, sparò ai vicini: lascia il carcere

Lui, milenese accusato di avere tentato di uccider i vicini, lascia il carcere. Il giudice, accogliendo le richieste della difesa, gli ha concesso gli arresti domiciliari.

Li ha ottenuti il sessantenne di Milena, Calogero Falcone – assistito dall’avvocato Giuseppe Dacquì – che su disposizione del gip Grazia Luparello è andato agli arresti domiciliari.

Su lui pendono le contestazioni di tentato omicidio, oltre che detenzione e porto illegale di arma. Quella che a inizio marzo scorso avrebbe utilizzato per sparare contro i vicini.

È mentre la moglie stava contrattando la vendita di alcuni di attrezzi con gli stessi vicini, roba che il marito aveva ricevuto in eredità dallo zio, che è scoppiato il putiferio. E si sarebbe sfiorata la tragedia.

Perché il sessantenne, indispettito da quella vendita degli attrezzi avuti in lascito, avrebbe tirato fuori una pistola facendo fuoco contro i vicini e acquirenti. Ma l’arma si sarebbe presto bloccata.

Poi gli altri hanno fatto irruzione in casa sua e sono volate le botte. L’intervento dei carabinieri ha riportato la situazione sotto controllo.

Lui, Falcone, s’è poi difeso asserendo di avere sparato in aria e non ad altezza uomo. Rimarcando di non avere fatto fuoco con l’intenzione di uccidere.

Peraltro, poi, dal carcere ha pure inviato una lettera di scuse agli stessi vicini e sarebbe pronto a risarcirli. Intanto ha lascito il «Malaspina» per tornare a casa sua, a Milena, in regime di domiciliari.

leggi tutto sotto sinistra

 

di

- che ha scritto 2445 articoli su Castello Incantato.


571 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com