VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

«Marito violento», confermata la condanna

Reggono le accuse per un presunto «marito molesto». Che anche in appello s’è visto confermare la colpevolezza.

Esattamente com’era avvenuto già al termine del primo grado del giudizio quando oltre all’affermazione di colpevolezza è stato pure condannato a pagare una provvisionale di 10 mila euro in favore dell’ex compagna.

E, oltre alla provvisionale, nei confronti del trentaquattrenne di San Cataldo, Vincenzo Pisella – difeso dall’avvocato Angelo Tambè – è rimasta immutata la pena a 2 anni e 2 mesi di reclusione per l’ipotesi di stalking e minacce.

La sua ex convivente, la ventottenne Micaela T. – assistita dall’avvocato Giuseppe Dacquì – si era già costituita in giudizio nelle veste di parte civile.

I due erano andati a vivere insieme a San Cataldo. Per un po’ di tempo tutto sarebbe andato per il meglio. Poi, d’improvviso, tutto sarebbe cambiato.

Lui avrebbe cambiato totalmente atteggiamento. E avrebbe iniziato pure a minacciarla e picchiarla. Fino a quando la donna ha deciso di troncare quella relazione e di lasciare casa, cambiando pure paese. S’è infatti trasferita da San Cataldo a Santa Caterina.

Sulla base della denuncia presentata dalla donna, il giudice ha poi imposto all’uomo il divieto di avvicinamento alla sua ex convivente, così come gli è stato proibito di vivere nello stesso paese.

Ma lui, secondo la tesi accusatoria, avrebbe continuato a minacciarla. Questo, almeno, è quanto ha ritenuto l’accusa.  E poi è stato pure arrestato, con la concessione dei domiciliari.

leggi tutto sotto sinistra

 

di

- che ha scritto 2445 articoli su Castello Incantato.


376 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com