VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

L’allarme:”Via guardrail o sangue innocente come vernice”

il guardrail nella carreggiata

La frana

Mussomeli – Un biglietto da visita tagliente e approntato forse senza le dovute precauzioni. E’ l’impressione condivisa sul  guard rail piazzato all’inizio di  Viale Peppe Sorce, allestito sembrerebbe più per transennare il fenomeno franoso che delimita, invece, come dovrebbe, di garantire la piena  sicurezza stradale che, agli occhi dei cittadini e dei  numerosissimi conducenti in transito  ogni giorno lungo quel tratto,  appare gravemente compromessa. “Piuttosto che  arginare, – protesta un cittadino indignato –arrestare il dissesto e ripristinare la strada che è  letteralmente scivolata e inghiottita dal terreno, si è pensato, con una scelta discutibile, di restringere pericolosamente la carreggiata e utilizzare il guardavia, dispositivo di sicurezza che in questo caso non solo non protegge nessuno ma mette pericolosamente a repentaglio l’incolumità dei passanti. L’inizio del guard-rail è un vero e proprio fendente, Dio non voglia, ma se un  automobilista o peggio ancora, con l’arrivo della bella stagione, i numerosi centauri, pedoni, ciclisti di passaggio in quella zona potrebbero essere decapitati, amputati da un impatto con la struttura metallica. La barriera si trova poi in prossimità di un incrocio molto trafficato che già in passato e in condizioni ottimali è stato teatro di diversi incidenti, con questa nuova soluzione che limita spazi e visibilità, la situazione è sicuramente peggiorata“.  Anche un  pilota di rally conferma la pericolosità del guard rail, l’uomo osserva: “Chi arriva da Acquaviva, per intenderci, e sia chiaro, mi riferisco non a un conducente che procede a velocità sostenuta o mette in atto condotte spericolate, ma a una persona che è alla guida con prudenza ma non conosce il pericolo o che arriva in condizioni di scarsa visibilità con la nebbia o con la foschia mattutina che non è infrequente, nemmeno in estate. Il  rischio elevato è quello di di andare a schiantarsi contro il materiale metallico la cui pericolosità è evidenziata da una segnaletica, a mio avviso, insufficiente e che comprende tra l’altro un tratto iniziale guard rail di poche decine di centimetri dipinto di rosso. Non vorrei che la vernice fosse sostituita dal sangue di qualche vittima innocente. Infine trovo assurdo il metodo. Se la frana, come è probabile dovesse estendersi, cosa si farà? Aumenterà  sempre più la lunghezza del guard rail recinzione  fino a sbarrare tutta la strada e precluderla alla circolazione stradale?”.

VIDEO

leggi tutto sotto sinistra

 

di

- che ha scritto 562 articoli su Castello Incantato.


2.756 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com