VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

«Summit di mafia nei suoi locali», condannato imprenditore

Caltanissetta – Imprenditore condannato per concorso esterno in associazione mafiosa. La pena, tuttavia, è stata sensibilmente inferiore rispetto alle richieste dell’accusa.

Così per il gelese Carmelo Manuello titolare di supermercati e che, secondo i magistrati, sarebbe stato in odor di mafia.

Nei suoi magazzini, secondo l’impianto accusatorio, si sarebbero svolti summit di mafia. Ma non tutto. Perché – è la tesi degli inquirenti – avrebbe anche funto da tramite per estorsioni sempre sotto l’ala di Cosa nostra. Questo, in sostanza, quanto gli è stato contestato.

E il tribunale,  a fronte di una richiesta di pena a sei anni e otto mesi avanzata dal pm, ha inflitto all’imputato la condanna a 2 anni e 8 mesi di carcere.

Ma se per l’accusa l’imprenditore sarebbe stato una sorta di fiancheggiatore, la “lettura” fornita dalla difesa ha viaggiato su un piano diametralmente opposto. Perché, in tal senso, è piuttosto indicato come una vittima della mafia costretto a pagare il pizzo ed a sottostare al volere dei boss.

Ma alla fine il processo ha dato ragione alla procura, seppur ridimensionando le richieste di pena avanzate al termine della requisitoria.

leggi tutto sotto sinistra

 

di

- che ha scritto 2498 articoli su Castello Incantato.


670 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com