VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

«Era vicino al boss Madonia», confiscati beni per 3 milioni di euro

Vallelunga – Confiscati beni ritenuti in odor di mafia, perché il destinatario della misura è ritenuto vicino al boss Giuseppe «Piddu» Madonia.

 Un tesoro il cui valore è stato stimato in oltre 3 milioni di euro. Il provvedimento è stato emesso dalla Direzione investigativa antimafia di Caltanissetta.

È stata la Cassazione a cristallizzare, senza più alcuna possibilità di replica, il sequestro disposto cinque anni fa dal tribunale misure di prevenzione su proposto del direttore della Dia.

Passano definitivamente nelle mani dello Stato i beni che sono appartenuti all’imprenditore cinquantenne di Gela, Alberto Cammarata.

L’elenco della confisca comprende 4 aziende nell’area del Gelese, 47 immobili – tra fabbricati e terreni – e diversi rapporti bancari.

L’imprenditore è stato ritenuto dagli inquirenti vicino a Cosa nostra e, in particolare, all’ala che fa riferimento al capomafia di Vallelunga, Giuseppe Madonia.

Secondo l’impianto accusatorio, Cammarata avrebbe messo a disposizione dell’organizzazione fiumi di soldi e in cambio avrebbe ottenuto quella che gli stessi inquirenti hanno indicato come «supremazia imprenditoriale».

Grazie alla protezione della mafia – ha ritenuto l’accusa – l’imprenditore avrebbe operato in regime di controllo totale nel settore della fornitura e trasporto d’inerti.

Ricorrendo peraltro – è la ricostruzione dei magistrati – anche al cosiddetto sistema della sovrafatturazione per la creazione di fondi neri.

leggi tutto sotto sinistra

 

di

- che ha scritto 2562 articoli su Castello Incantato.


1.011 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com